Peperoni sott'olio

PRESENTAZIONE

I peperoni sott’olio sono una conserva  molto saporita e semplice da realizzare; per ottenere un risultatato ottimale occorre utilizzare peperoni freschi e carnosi e olio extravergine di qualità.
I peperoni sott’olio sono ideali da servire come gustoso antipasto o come contorno per piatti di carne.
Con la ricetta dei peperoni sott'olio avrete il piacere di portare in tavola i colori e i sapori dell'estate, anche durante la stagione fredda.

Leggi anche: Peperoni in agrodolce

INGREDIENTI
121
CALORIE PER PORZIONE
ingredienti per un vasetto da 750 ml
Peperoni gialli 750 g
Peperoni rossi 750 g
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Menta qualche foglia
Aglio 4 spicchi
Preparazione

Come preparare i Peperoni sott'olio

Per realizzare i peperoni sott’olio lavate e asciugate i peperoni, poneteli su una leccarda ricoperta di carta da forno e infornateli a 250° per 30 minuti, rigirandoli di tanto in tanto 1: quando la buccia si sarà colorita su tutti i lati, i peperoni saranno pronti. Estraete allora i peperoni dal forno e metteteli in un sacchetto trasparente per alimenti, ben chiuso 2, per 15 - 20 min: questo procedimento, creando umidità all’interno del sacchetto, faciliterà la spellatura dei peperoni. Togliete la pelle dai peperoni 3 e

privateli dei semi e dei filamenti interni 4; infine tagliate i peperoni a listarelle larghe più o meno 1,5 cm 5. Una volta che i peperoni saranno tagliati, procedete ora alla sanificazione dei barattoli e dei tappi, come indicato nelle linee guida del Ministero della Salute riportate in fondo alla ricetta 6.

Dopo aver asciugato i barattoli asciugandoli con un canovaccio pulito che non lasci pelucchi 7, potete iniziare a invasare i peperoni: mettete sul fondo qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva, uno spicchio di aglio tagliato a metà e qualche foglia di menta e un pizzico di sale 8, poi adagiatevi un primo strato di peperoni. Formate un secondo strato di olio, aglio e menta 9,

aggiungete i peperoni restanti e terminate con foglie di menta, aglio e l'olio di oliva necessario a ricoprire interamente i peperoni 10, avendo però cura di lasciare 1 centimetro di spazio dal bordo del barattolo. Prima di chiudere il vasetto sarebbe opportuno inserire l'apposito pressello di plastica, come quello che vedete in foto 11, utile a tenere i peperoni pressati e costantemente immersi nell’olio (se non disponete di un pressello, potete comunque ometterlo).

Chiudete il vasetto 12 e procedete alla ribollitura dei vasi, ovvero la pastorizzazione, seguendo le indicazioni riportate nelle linee guida del Ministero della Salute citate in fondo alla ricetta. 

Al momento di consumare i peperoni sott'olio, potete fare la prova del sottovuoto tirando l'apposita linguetta: se tirandola produce un rumore secco vuol dire che il contenuto si è conservato con il sottovuoto corretto. Al contrario, se tirando la linguetta la guarnizione risulta "molle", significa che non si è creato il sottovuoto correttamente ed è meglio non mangiarne il contenuto. I vostri peperoni sott'olio sono pronti per essere gustati!

Conservazione

I peperoni sott'olio si conservano per due mesi, a patto che il sottovuoto sia avvenuto correttamente e i barattoli siano conservati in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce e calore. Si consiglia di attendere almeno 1 settimana prima di consumare i peperoni. Una volta aperto ogni barattolo si consiglia di conservarlo in frigorifero e consumarlo entro 3-4 giorni al massimo, avendo cura di aggiungere olio extravergine d'oliva per mantenere i peperoni sempre coperti.

Consiglio

Se lo desiderate, potete aromatizzare i vostri peperoni sott’olio aggiungendo qualche cappero (o altri ingredienti aromatici da voi preferiti). Per preparare i peperoni sott'olio è necessario che questi ortaggi siano freschi, sodi, carnosi e senza alcuna macchia o difetto esterno, al fine di garantire l'ottima riuscita di questa conserva.

Per una corretta preparazione delle conserve alimentari

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa è necessario rispettare le linee guida indicate dal Ministero della Salute, riportate qui: Linee guida per la corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico. Si tratta di un elenco di regole di igiene della cucina, della persona e degli strumenti utilizzati, così come indicazioni su una corretta sanificazione dei barattoli, trattamento degli ingredienti, pastorizzazione e conservazione. Prima di preparare una conserva (marmellate, confetture, composte, chutney, sottoli, sottaceti, frutta sciroppata, gelatine di frutta, marinature, pesto) è bene leggere attentamente le indicazioni riportate nel link in modo da non incorrere in rischi per la salute.

82 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • artemisia_b
    martedì 03 settembre 2019
    buon giorno, li ho fatti seguendo la procedura alla lettera: ho sanificato i barattoli prima e li ho pastorizzati dopo. posizionati i barattoli nella dispensa al buio...passata una settimana li ho ricontrollati e ho trovato il ripiano ricoperto di olio...come mai? cosa dovrei fare ora?
    Redazione Giallozafferano
    martedì 03 settembre 2019
    @artemisia_b: Ciao, non vedendo il prodotto e non potendo dare indicazioni sul consumo o meno purtroppo dovrai decidere tut se consumare o meno. Sicuramente l'olio sarà uscito da un solo barattolo magari, hai provato a controllare? Però se non sei certa noi non possiamo dirti se consumare o meno.
  • stevemarchi
    giovedì 20 settembre 2018
    Curiosità, come mai vengono esclusi quelli verdi?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 20 settembre 2018
    @stevemarchi:Ciao, puoi utilizzare anche quelli verdi se preferisci, la scelta è solo una questione di gusto, il peperone verde ha un sapore leggermente più pungente.
4 FATTE DA VOI
sweetyfede88
peperoni arrostiti sott’olio
Barros
detto e fatti
pinogreca
Pronti!
Giulia Palmieri
Buonissimi🍴
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo