Peperoni sott'olio

/5

PRESENTAZIONE

Peperoni sott'olio

Con la ricetta dei peperoni sott’olio potete racchiudere in un barattolo il sapore dell’estate per goderne tutto l’anno! Una conserva fatta in casa saporita e dai colori vivaci, perfetta per rallegrare la vostra tavola, anche su una semplice bruschetta. Con la loro consistenza croccante e carnosa e il gusto deciso, i peperoni sott’olio sono ideali da servire come antipasto o contorno per accompagnare i vostri piatti preferiti. Inoltre sono una comoda e pratica soluzione dell’ultimo minuto perché pronti da utilizzare direttamente dalla dispensa!

Oltre ai peperoni sott’olio, provate anche la versione dei peperoni in agrodolce e queste appetitose ricette di sott'olio:

INGREDIENTI
Per 2 barattoli (della capacità di 500 ml)
Peperoni gialli e rossi 400 g
Aceto di vino bianco 1 l
Acqua 1 l
Aglio 3 spicchi
Timo q.b.
Rosmarino q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Preparazione

Come preparare i Peperoni sott'olio

Per realizzare i peperoni sott’olio iniziate dalla sanificazione dei barattoli e assicuratevi di utilizzare tappi nuovi. Fate riferimento alle linee guida del Ministero della Salute riportate in fondo alla ricetta. Poi lavate i peperoni sotto l’acqua corrente, rimuovete la calotta 1 ed eliminate i semi. Dividete i peperoni a metà 2 ed eliminate anche i filamenti bianchi, dopodiché tagliateli a listarelle dello spessore di circa 7 mm 3.

Riducete a listarelle anche la calotta 4 e raccogliete il tutto in una ciotola 5. Infine sbucciate gli spicchi d’aglio e tagliateli a metà 6.

Versate l’aceto 7 e l’acqua in una pentola 8 e portate a bollore 9.

Aggiungete i peperoni 10 e lasciateli bollire per 4 minuti, poi unite il timo, il rosmarino 11 e l’aglio 12.

Fate bollire per un altro minuto 13, poi scolate sia i peperoni che gli aromi su un canovaccio pulito 14; dovranno risultare al dente. Quando saranno ben asciutti inseriteli nei barattoli sterilizzati, alternando i peperoni all’aglio e alle erbe aromatiche, avendo cura di riempire il più possibile gli spazi vuoti 15.

A questo punto versate l’olio nei barattoli in modo che copra completamente le verdure e rimanga uno spazio di circa 2 cm prima del bordo 16. Chiudete bene i barattoli, ma senza stringere eccessivamente il tappo così da permettere all’aria di uscire 17. Trasferite i barattoli in una pentola capiente e copriteli con l’acqua, poi portate a bollore e fate bollire per 30 minuti 18. Trascorso questo tempo spegnete il fuoco e lasciate raffreddare nell’acqua, dopodiché verificate che si sia creato il sottovuoto premendo il centro del tappo. Dovrete anche verificare il livello dell'olio nelle ore successive: se questo scenderà lasciando scoperti i peperoni, dovrete aprire i barattoli, rabboccare e procedere a nuova pastorizzazione. In caso i barattoli siano sotto vuoto e con buon livello di olio, potrete conservare i vostri peperoni sott’olio in dispensa!

Conservazione

Se il sottovuoto e la pastorizzazione sono avvenuti correttamente i peperoni sott’olio si possono conservare fino a un anno e mezzo in un posto fresco e buio.

Per un gusto ottimale si consiglia di aspettare almeno 2-3 mesi prima del consumo.

Una volta aperto, si può conservare il barattolo in frigorifero per massimo 2 mesi avendo cura che i peperoni siano ricoperti dall’olio.

Consiglio

Fate attenzione a non prolungare la bollitura dei peperoni altrimenti perderanno la loro consistenza.

E’ importante far asciugare bene i peperoni prima di invasarli.

Se preferite potete inserire un canovaccio fra i barattoli e la pentola per evitare che sbattano durante la bollitura.

Dopo la bollitura potete capovolgere i barattoli su un piano e lasciarli raffreddare per assicurarvi che escano eventuali bolle d’aria.

Una volta pronti, monitorate i barattoli per mezza giornata per controllare se il livello dell’olio si abbassa (potrebbe venire assorbito in parte dai peperoni): in questo caso è necessario aggiungere altro olio e procedere nuovamente con la bollitura dei barattoli.

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa rimandiamo alle linee guida del Ministero della Salute. Si tratta di un elenco di regole di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e sul trattamento degli ingredienti, pastorizzazione e conservazione, in modo da non incorrere in rischi per la salute.
RICETTE CORRELATE
COMMENTI85
  • Anna59Maria55
    domenica 03 aprile 2022
    difficoltà 2 che si intende?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 04 aprile 2022
    @Anna59Maria55: ciao! La scala va da 1 a 5, quindi si intende una preparazione facile!
  • evaserena
    domenica 22 agosto 2021
    Come mai hanno una scadenza di soli 3 mesi?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 30 agosto 2021
    @evaserena:Ciao, per ulteriori dettagli sui metodi e i tempi di conservazione, consigliamo di consultare le linee guida del Ministero della Salute che trovi citate in fondo alla ricetta.

Durante la prova puoi interrompere quando vuoi, senza alcun addebito. Dopo la prova GZ Club si rinnova in automatico a € 29,99/anno invece di € 49,99
Aggiornamento Termini e Condizioni

Gentile Utente,
le nostre Condizioni e Termini d'Uso del sito sono state modificate. Le nuove Condizioni e Termini d'Uso sono entrate in vigore dal 6 Giugno 2022. Ti preghiamo di prenderne visione a questo link ed accettarle per potere proseguire con l'utilizzo del sito e ad usufruire dei servizi offerti.

Newsletter
----->>>>