Peperoni sott'olio

PRESENTAZIONE

I peperoni sott’olio sono una conserva  molto saporita e semplice da realizzare; per ottenere un risultatato ottimale occorre utilizzare peperoni freschi e carnosi e olio extravergine di qualità.
I peperoni sott’olio sono ideali da servire come gustoso antipasto o come contorno per piatti di carne.
Con la ricetta dei peperoni sott'olio avrete il piacere di portare in tavola i colori e i sapori dell'estate, anche durante la stagione fredda.

Leggi anche: Peperoni in agrodolce

INGREDIENTI
121
CALORIE PER PORZIONE
ingredienti per un vasetto da 750 ml
Peperoni gialli 750 g
Peperoni rossi 750 g
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Menta qualche foglia
Aglio 4 spicchi
Preparazione

Come preparare i Peperoni sott'olio

Per realizzare i peperoni sott’olio lavate e asciugate i peperoni, poneteli su una leccarda ricoperta di carta da forno e infornateli a 250° per 30 minuti, rigirandoli di tanto in tanto 1: quando la buccia si sarà colorita su tutti i lati, i peperoni saranno pronti. Estraete allora i peperoni dal forno e metteteli in un sacchetto trasparente per alimenti, ben chiuso 2, per 15 - 20 min: questo procedimento, creando umidità all’interno del sacchetto, faciliterà la spellatura dei peperoni. Togliete la pelle dai peperoni 3 e

privateli dei semi e dei filamenti interni 4; infine tagliate i peperoni a listarelle larghe più o meno 1,5 cm 5. Una volta che i peperoni saranno tagliati, procedete ora alla sanificazione dei barattoli e dei tappi, come indicato nelle linee guida del Ministero della Salute riportate in fondo alla ricetta 6.

Dopo aver asciugato i barattoli asciugandoli con un canovaccio pulito che non lasci pelucchi 7, potete iniziare a invasare i peperoni: mettete sul fondo qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva, uno spicchio di aglio tagliato a metà e qualche foglia di menta e un pizzico di sale 8, poi adagiatevi un primo strato di peperoni. Formate un secondo strato di olio, aglio e menta 9,

aggiungete i peperoni restanti e terminate con foglie di menta, aglio e l'olio di oliva necessario a ricoprire interamente i peperoni 10, avendo però cura di lasciare 1 centimetro di spazio dal bordo del barattolo. Prima di chiudere il vasetto sarebbe opportuno inserire l'apposito pressello di plastica, come quello che vedete in foto 11, utile a tenere i peperoni pressati e costantemente immersi nell’olio (se non disponete di un pressello, potete comunque ometterlo).

Chiudete il vasetto 12 e procedete alla ribollitura dei vasi, ovvero la pastorizzazione, seguendo le indicazioni riportate nelle linee guida del Ministero della Salute citate in fondo alla ricetta. 

Al momento di consumare i peperoni sott'olio, potete fare la prova del sottovuoto tirando l'apposita linguetta: se tirandola produce un rumore secco vuol dire che il contenuto si è conservato con il sottovuoto corretto. Al contrario, se tirando la linguetta la guarnizione risulta "molle", significa che non si è creato il sottovuoto correttamente ed è meglio non mangiarne il contenuto. I vostri peperoni sott'olio sono pronti per essere gustati!

Conservazione

I peperoni sott'olio si conservano per due mesi, a patto che il sottovuoto sia avvenuto correttamente e i barattoli siano conservati in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce e calore. Si consiglia di attendere almeno 1 settimana prima di consumare i peperoni. Una volta aperto ogni barattolo si consiglia di conservarlo in frigorifero e consumarlo entro 3-4 giorni al massimo, avendo cura di aggiungere olio extravergine d'oliva per mantenere i peperoni sempre coperti.

Consiglio

Se lo desiderate, potete aromatizzare i vostri peperoni sott’olio aggiungendo qualche cappero (o altri ingredienti aromatici da voi preferiti). Per preparare i peperoni sott'olio è necessario che questi ortaggi siano freschi, sodi, carnosi e senza alcuna macchia o difetto esterno, al fine di garantire l'ottima riuscita di questa conserva.

Per una corretta preparazione delle conserve alimentari

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa è necessario rispettare le linee guida indicate dal Ministero della Salute, riportate qui: Linee guida per la corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico. Si tratta di un elenco di regole di igiene della cucina, della persona e degli strumenti utilizzati, così come indicazioni su una corretta sanificazione dei barattoli, trattamento degli ingredienti, pastorizzazione e conservazione. Prima di preparare una conserva (marmellate, confetture, composte, chutney, sottoli, sottaceti, frutta sciroppata, gelatine di frutta, marinature, pesto) è bene leggere attentamente le indicazioni riportate nel link in modo da non incorrere in rischi per la salute.

81 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • stevemarchi
    giovedì 20 settembre 2018
    Curiosità, come mai vengono esclusi quelli verdi?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 20 settembre 2018
    @stevemarchi:Ciao, puoi utilizzare anche quelli verdi se preferisci, la scelta è solo una questione di gusto, il peperone verde ha un sapore leggermente più pungente.
  • angela38
    mercoledì 05 settembre 2018
    ciao, oggi ho fatto i peperoni stto olio. Avete tanta pazienza con tutti! abbiatene anche con me. Perche con la ricetta che date non indicate quanti vasetti oppure la misura degli stessi? Ho riempito un vasetto di 70 cl aspetto 3 settimane ad assaggiare il mio capolavoro, poi per non mangiare peperoni tutti i giorni, li metto nel frigo 7/8 giorni poi? li butto via? La prossima volta usero vasetti da 50 cl . La mi mamma diceva sbagliare si impara.
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 06 settembre 2018
    @angela38:Ciao, con le dosi di questa ricetta si riempie un vasetto da 750 ml. Per quanto riguarda la conservazione dopo l'apertura, troverai tutte le indicazioni nel box "conservazione" che trovi alla fine della preparazione smiley
4 FATTE DA VOI
sweetyfede88
peperoni arrostiti sott’olio
Barros
detto e fatti
pinogreca
Pronti!
Giulia Palmieri
Buonissimi🍴
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo