Pesto di finocchietto e zenzero

PRESENTAZIONE

Il finocchietto è un'erba aromatica che richiama il profumo dell'anice e si sposa benissimo con diverse preparazioni. Sicuramente con il pesce, come insegnano i nostri amici siciliani che ci hanno tramandato la pasta con le sarde, oppure con delle morbide polpettine al salmone. Poi abbiamo scoperto che anche in versione pesto era perfetto! Così abbiamo deciso di approfondire questo aspetto e ci siamo messi all'opera cucinando il pesto di finocchietto e zenzero. Un sapore fresco, vagamente pungente tanto quando adorabile, sono gli elementi che vi conquisteranno fin da subito. Vedrete che bontà per il pranzo di oggi quando in tavola porterete un buon piatto di pasta condito con questo delizioso condimento. L'unico vero problema sarà scegliere il formato di pasta che più si addice! Bavette, trofie o pennette rigate? Non appena avete risolto l'enigma fateci sapere quale tipo di pasta avete scelto per utilizzare il pesto di finocchietto e zenzero!

Leggi anche: Pasta con pesto di finocchietto

Preparazione

Come preparare il Pesto di finocchietto e zenzero

Per preparare il pesto di finocchietto e zenzero cominciate dalla pulizia del finocchietto. Se doveste notare delle foglie marce o ingiallite eliminatele, se invece notate del terreno basterà toglierlo con una pezza inumidita. Quindi staccate le foglioline dai rametti e raccoglietele in una ciotola 1. Poi passate allo zenzero, pelatelo con un coltellino liscio 2 e sminuzzatelo grossolanamente, vi faciliterà il lavoro al mortaio 3.

Se non avete un mortaio molto grande dividete la preparazione e fate in due tempi. Andate a versare l’aglio sbucciato e privato dell’anima, il sale grosso 4 e lo zenzero 5. Cominciate a triturare il tutto utilizzando il pestello 6.

Man mano unite i pinoli, meglio se un po’ alla volta, 7 quindi continuate aggiungendo le foglie di finocchietto 8 e poi il succo di limone 9.

Completate con il Parmigiano grattugiato 10 e l’olio 11. Rimestate ancora qualche istante fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Ecco pronto il vostro pesto di finocchietto e zenzero, non vi resta che consumarlo 12.

Conservazione

Conservate il pesto di finocchietto appena preparato in frigorifero, in un contenitore ermetico, per 2-3 giorni, avendo cura di ricoprire la salsa con uno strato di olio. E' possibile congelare il pesto in piccoli vasetti per poi scongelarlo in frigorifero oppure a temperatura ambiente.

Consiglio

Noi abbiamo utilizzato il mortaio per realizzare il pesto di finocchietto e zenzero ma se volete potete anche farlo nel frullatore: ricordate però di azionare le lame a scatti ripetuti, così non si riscalderanno le lame e non si scuriranno le foglie. Ricordate che il sapore di questo pesto è particolarmente piccantino, riducete la quantità di limone magari sostituendo con dell’acqua fredda o dell’olio ed eliminate l’aglio se non è di vostro gradimento. Infine potete ridurre anche le quantità di zenzero se per voi è troppo forte.

3 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • ValentinaV82
    martedì 18 giugno 2019
    Salve, indicate senza lattosio ma il parmigiano ne contiene. alternative?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 19 giugno 2019
    @ValentinaV82: Ciao, il Parmigiano è privo di lattosio come specificato anche dallo stesso Consorzio.
  • chiccafini
    lunedì 17 giugno 2019
    ciao, ma un pezzetto di zenzero equivale circa a...?? 20gr?? grazie mille
    Redazione Giallozafferano
    martedì 18 giugno 2019
    @chiccafini:Ciao, la dose è circa 10 g smiley
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo