Pesto di rucola

/5

PRESENTAZIONE

Ricetta Podcast
Durata 2:08 - Passaggi 4
Ascolta

Il pesto è una crema versatile che si presta a moltissime varianti a seconda dei vostri gusti: il pesto di zucchine per un sapore molto delicato, o al contrario quello di menta per un gusto più intenso, o addirittura quello di fagiolini. Quello che vi proponiamo oggi è il pesto di rucola, un condimento molto delicato ma saporito, veloce da preparare e ideale per condire la pasta nella stagione estiva, data la sua freschezza. Con questa crema dal gusto unico potrete realizzare ripieni sfiziosi come il rotolo di frittata farcito, ma non solo. Potrete realizzare ottimi primi usando un tipo di pasta che abbracci la sua cremosa consistenza, come i tonnarelli, ma anche carne e pesce, per dare un tocco raffinato e particolare a ogni vostra portata. Basteranno davvero pochi passaggi per realizzare questo delizioso condimento!

Provate queste gustose ricette col pesto di rucola:

INGREDIENTI
Ingredienti per 400 g di pesto circa
Rucola 100 g
Olio extravergine d'oliva 150 g
Pinoli 50 g
Grana Padano DOP da grattugiare 50 g
Pecorino 50 g
Aglio 1 spicchio
Sale fino q.b.
Preparazione

Come preparare il Pesto di rucola

Per preparare il pesto di rucola, lavate molto bene la rucola, asciugatela e mettetela nella tazza di un mixer 1: aggiungete anche i pinoli 2, il Grana Padano DOP 3

E il Pecorino 4; unite lo spicchio di aglio intero sbucciato 5 e il sale 6.

Aggiungete a questo punto una piccola parte dell’olio d'oliva 7. Cominciate a frullare a bassa velocità il tutto e, mano a mano, aggiungete il restante olio d'oliva a filo 8, fino ad ottenere una crema ben amalgamata e fluida 9. Se non userete immediatamente il pesto di rucola, potrete conservarlo in frigorifero per qualche giorno ponendolo in un contenitore con il tappo, coperto con un filo d'olio d'oliva. Al momento di mischiarlo con la pasta, potrete ammorbidirlo mescolandolo con qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Conservazione

Il pesto di rucola si conserva per 2-3 giorni in frigorifero, in un barattolo chiuso ermeticamente e ben coperto da uno strato di olio. In alternativa si può congelare in vasetti di piccole dimensioni, per poi scongelarlo in frigorifero oppure a temperatura ambiente.

Consiglio

Se volete, potete usare la rucola selvatica per avere un sapore ancora più forte.

CUCINARE HA UN SAPORE MERAVIGLIOSO

Se una forma di formaggio ci racconta di un aroma fragrante, di un sapore delicato, del piacere di sperimentare in cucina, allora sì, è Grana Padano DOP. Un formaggio gustoso e genuino per scoprire accostamenti insoliti e piatti originali. Grana Padano rende ogni tuo piatto speciale, perché cucinare ha un sapore meraviglioso, scopri le ricette che puoi realizzare.

ASCOLTA
STAMPA
/5
COMMENTI156
  • valepaol
    mercoledì 20 febbraio 2019
    anch'io ho provato la ricetta ma e'venuto amarissimo, come si può togliere l'amaro per farlo risultare più gradevole?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 20 febbraio 2019
    @valepaol: Ciao, la caratteristica della rucola è proprio il suo retrogusto amarognolo ma il pesto è ottimo per realizzare sfiziosi primi piatti come la pasta al pesto di rucola e limone con pomodorini confit! In alternativa puoi scegliere fra le tante altre varietà di pesto fatto in casa smiley
  • Debora
    giovedì 08 settembre 2016
    Ottimo!!!! Da provare subito. Quanto dura il pesto nella dispensa? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 09 settembre 2016
    @Debora: Ciao Debora, ti consigliamo di conservare il tuo pesto di rucola in frigorifero per 2-3 giorni al massimo, ben coperto con uno strato di olio e chiuso in un contenitore ermetico. In alternativa puoi anche congelarlo subito dopo averlo preparato: usa dei vasetti piccoli, in modo da averlo già porzionato! Un saluto! smiley
  • fabiana
    mercoledì 25 maggio 2016
    Qualcuno conosce il segreto perchè il basilico o la rucola utilizzati non si scuriscano ? quali passi per farli rimanere verde brillante? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 25 maggio 2016
    @fabiana: Ciao Fabiana. Il segreto è non far ossidare le foglie. In particolare il basilico non andrebbe lavato se possibile ma solo pulito con un panno... oppure andrebbero messe a bagno in acqua fredda quindi scolate e fatte asciugare senza tamponarle. Poi bisogna far andare le lame non per troppo tempo ma a più riprese, facendo il pesto nel mixer. Possibilmente freddando gli strumenti che si andranno ad utilizzare.
  • Rosalba
    mercoledì 20 gennaio 2016
    ciao Sonia, non ho i pinoli in casa, ma le noci, posso utilizzarle? Eventualmente c'è qualche altra frutta secca che potrebbe andare bene ?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 20 gennaio 2016
    @Rosalba: Ciao Rosalba non ci sono problemi, utilizzare pure la frutta secca che più preferisci smiley un saluto!

Pesto di rucola
4