Pesto senza aglio

/5

PRESENTAZIONE

Il pesto alla genovese è uno dei condimenti estivi più amati, nato per condire la pasta ma perfetto anche per insaporire delle bruschette o come stuzzicante farcitura di soffici trecce di pane. La sua preparazione tradizionale prevede rigorosamente il pestello e il mortaio e i suoi semplici e genuini ingredienti sono imprescindibili. Ma per questa ricetta ci siamo concessi uno strappo alle regole e abbiamo realizzato un pesto senza aglio, facile e subito pronto. Un salsa cremosa che prende forma nel mixer dopo pochi giri di lame. Approfittate della stagione estiva per profumare la vostra tavola con questo condimento colorato e aromatico, perfetto per una gustosa pasta fredda!

INGREDIENTI
Ingredienti per un vasetto da 300 g
Basilico 60 g
Pinoli 40 g
Pecorino da grattugiare 20 g
Olio extravergine d'oliva 180 g
Sale fino q.b.
Parmigiano Reggiano DOP da grattugiare 20 g
Preparazione

Come preparare il Pesto senza aglio

Per realizzare il pesto senza aglio per prima cosa lavate e asciugate bene le foglie di basilico (potete anche solo pulirle con un panno asciutto per evitare che si sciupino o si ossidino), quindi trasferitele in un bicchiere alto e aggiungete i pinoli 1, il Parmigiano e il Pecorino grattugiati 2. Versate anche l’olio di oliva 3 e un pizzico di sale.

Frullate il composto con il mixer a immersione 4 fino a quando non otterrete una salsa omogenea e fluida 5. Il pesto senza aglio è già pronto per essere utilizzato nelle vostre preparazioni 6.

Conservazione

Conservate il pesto appena preparato in frigorifero, in un contenitore ermetico, per 2-3 giorni, avendo cura di ricoprire la salsa con uno strato di olio. E' possibile congelare il pesto in piccoli vasetti per poi scongelarlo in frigorifero oppure a temperatura ambiente.

Consiglio

Per dare un tocco creativo al pesto provate ad aggiungere pomodori secchi, olive taggiasche oppure mezza zucchina!

RICETTE CORRELATE
COMMENTO1
  • Luisa Labo’
    domenica 09 agosto 2020
    buongiorno io faccio spesso il pesto, usando il mortaio. basilico, qualche grano di sale grosso, pinoli, pecorino grana e tanto olio. purtroppo mi esce sempre troppo scuro, non un bel verde chiaro. qualcuno mi sa dire a cosa è dovuto? grazie
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 10 agosto 2020
    @Luisa Labo’: Ciao, come le tratti le foglie di basilico? Perchè il fatto che anneriscano potrebbe essere dato sia dal fatto di lavare le foglie che dall'eccessivo surriscaldamento mentre si lavorano.