Piconi marchigiani

/5

PRESENTAZIONE

Nelle Marche la Pasqua si festeggia con i piconi, deliziosi ravioli rustici realizzati con pasta fresca all’uovo, farciti con un morbido ripieno a base di formaggio e cotti in forno. Questa ricetta è una specialità dell’ascolano dove si utilizza il Barzotto, un pecorino semi-stagionato, né troppo duro né troppo morbido, che con il suo gusto deciso caratterizza queste prelibatezze. Da gustare come antipasto o come ghiotto spuntino, i piconi prendono il nome dalla loro forma che prevede un taglio (piccata) in superficie che consente al ripieno di fuoriuscire in cottura, rendendoli così ancora più invitanti. Paese che vai, ricetta che trovi... pertanto non sorprendetevi delle varie declinazioni di questa ricetta popolare che potrete incontrare esplorando le ricchezze culinarie marchigiane!

INGREDIENTI

Ingredienti per la pasta (30 pezzi)
Farina 00 400 g
Uova (circa 4 medie) 220 g
Olio extravergine d'oliva 30 g
per il ripieno
Pecorino da grattugiare 300 g
Parmigiano Reggiano DOP da grattugiare 300 g
Uova (circa 3 medie) 165 g
Scorza di limone 1
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
per spennellare
Tuorli 1
Latte intero 20 g
Preparazione

Come preparare i Piconi marchigiani

Per realizzare i piconi marchigiani in una ciotola versate la farina, le uova 1 e l’olio 2. Impastate bene con le mani 3 sino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Trasferitelo su una spianatoia 4, formate un panetto e ricopritelo con pellicola alimentare 5. Lasciate riposare per 30 minuti a temperatura ambiente. Nel frattempo occupatevi del ripieno: in una ciotola versate le uova e la scorza del limone 6.

Aggiungete anche il Parmigiano 7 e il pecorino grattugiati 8, mescolate per amalgamare e infine salate e pepate 9.

Riprendete la pasta e stendetela con il mattarello a circa 2 mm di spessore 10. Tagliate delle strisce della larghezza di circa 10 cm 11. Adagiate a distanza di circa 5 cm un cucchiaio di ripieno (circa 20 g) appallottolato con le mani 12.

Ripiegate la sfoglia su se stessa per coprire il ripieno 13, poi con un tagliapasta dentellato tagliate dei “ravioli” di circa 8 cm di lunghezza e 5 di larghezza 14. Con queste dosi otterrete circa 30 ravioli. Adagiate i piconi su una teglia rivestita con carta forno 15.

Spennellate la superficie con il composto di uova e latte 16 e con un paio di forbici incidete la superficie realizzando una “x” 17. Cuocete in forno statico a 180° per circa 25 minuti. A cottura ultimata sfornate i piconi marchigiani e lasciateli intiepidire prima di gustarli 18.

Conservazione

Conservate i piconi marchigiani per un paio di giorni in un contenitore ermetico. Potete congelarli dopo la cottura.

Consiglio

Alcune varianti vedono i piconi a forma di mezzaluna e prevedono anche del prezzemolo nel ripieno.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI7
  • agathos
    martedì 05 maggio 2020
    Le dosi per il ripieno sono risultate oltremodo eccessive: per non sprecare gli ingredienti (peraltro cari...) ho dovuto nuovamente impastare 100 g di farina e fare un maxiraviolone...
  • nutell@
    venerdì 10 aprile 2020
    consiglio qsta ricetta facile,veloce e saporita😘