Pignolata glassata

/5
Pignolata glassata
21
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio
  • Nota: più 2 ore di riposo in frigorifero

Presentazione

Il vero trait d’union tra le nostre regioni sono le ricette della tradizione che negli anni hanno visto sviluppare in ciascuna zona varianti gustose che ne hanno definito la tipicità. E’ questo il caso della Pignolata che si prepara in Calabria con il miele e in Sicilia ricoperta da due squisite glasse. La Pignolata glassata è una montagna di gnocchetti dolci fritti avvolta per metà da una glassa al cioccolato fondente e per la restante metà da una glassa aromatizzata limone. Un dolce black and white che punta tutto sui contrasti di colore e di sapore e bisogna ammettere che vince la sfida al palato! Dolce tipico del Carnevale, la Pignolata glassata si ritrova anche sulle tavole natalizie, perché ogni festa è buona per rispolverare questa irresistibile delizia!

Ingredienti

Uova (2 intere + 1 tuorlo) 125 g
Farina 00 300 g
Burro 30 g
Zucchero 20 g
Grappa 20 g
Scorza di limone 1
Sale fino 1 pizzico

per la glassa al limone

Albumi (circa 1) 37 g
Succo di limone 15 g
Zucchero a velo 200 g

per la glassa al cioccolato

Cioccolato fondente 200 g
Burro 10 g
Preparazione

Come preparare la Pignolata glassata

Pignolata glassata

Per realizzare la Pignolata glassata versate la farina setacciata in una ciotola (1), poi unite il burro morbido a pezzetti (2) , il sale (3)

Pignolata glassata

lo zucchero semolato (4), poi profumate con la scorza grattugiata di un limone non trattato (5) e con la grappa (6).

Pignolata glassata

Infine unite le due uova intere e il tuorlo (7), tenendo da parte l'albume restante che servirà per realizzare la glassa. Iniziate ad impastare a mano energicamente (8) per amalgamare gli ingredienti poi versate l'impasto su una spianatoia infarinata (9)

Pignolata glassata

proseguite ad impastare fino ad ottenere un impasto compatto al quale dare la forma di un panetto (10). Avvolgetelo con la pellicola per alimenti (12) e lasciate in frigorifero a rassodare per almeno 2 ore. Trascorso il tempo di riposo, riprendete l’impasto e con un tarocco dividetelo in pezzetti larghi 1 cm (12).

Pignolata glassata

Arrotolate ciascun pezzetto per ottenere dei filoncini (13), da questi ritagliate dei piccoli gnocchetti da 1 cm (14-15).

Pignolata glassata

Ora potete procedere con la cottura, scaldate in un tegame l’olio di semi fino al raggiungimento di 170° gradi circa, questa è la temperatura ideale per ottenere una perfetta frittura, è consigliabile munirsi di termometro per alimenti per poter monitorare con precisione la temperatura. Con una schiumarola, immergete nell’olio pochi gnocchetti alla volta (16), per evitare di abbassare la temperatura dell’olio. Friggete per circa 3-4 minuti poi scolate i bocconcini (17) e adagiateli su un vassoio rivestito di carta assorbente per asciugare l’olio in eccesso (18).

Pignolata glassata

Ora occupatevi delle glasse, per realizzare la glassa al limone versate l'albume in una ciotola, con una frusta iniziate a montarlo aggiungendo poco alla volta lo zucchero a velo (19) finchè non si sarà amalgamato tutto e poi versate a filo il succo di limone filtrato (20). Proseguite montando il composto fino a quando non sarà denso (21).

Pignolata glassata

Versate la glassa al limone su metà della pignolata (22) e mescolate per amalgamarla (23). Ora preparate quella al cioccolato: versate il cioccolato fondente tritato in un pentolino a bagnomaria, aggiungete il burro (24) e scaldate a fuoco moderato, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno,

Pignolata glassata

finché il cioccolato non si sarà completamente sciolto (25). A questo punto versate il cioccolato fuso sulla restante metà della pignolata, mescolate  (26) e trasferite il dolce su un piatto di portata o un’alzatina alternando le due glasse (27). La Pignolata glassata è pronta per essere gustata.

Conservazione

La pignolata glassata si conserva per 2-3 giorni fuori dal frigorifero, sotto una campana di vetro.E'sconsigliata la congelazione.

Consiglio

Per rendere ancora più carnevalesco il dolce, guarnite la Pignolata glassata con codette colorate!

Leggi tutti i commenti ( 21 ) Le vostre versioni ( 2 )

Altre ricette

I commenti (21)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • azzarelli rita ha scritto: sabato 16 febbraio 2019

    Confermo originale messinese.. nn si tornava a casa senza la pignolata...io sono dalla provincia di RG

  • Carmela Chirico ha scritto: sabato 16 febbraio 2019

    Questo dolce e’tipicamente Messinese e Reggino,le due città si influenzano a vicende come piatti e dialetti ,da Reggina posso assicurarvi che è un dolce buonissimo,e che viene fatta nei periodi di festa natalizie e carnevalesche,fin da tempi immemori come pure la pignola al miele molto simile agli struffoli!

Leggi tutti i commenti ( 21 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

  • azzarelli rita
    buonissima la mia pignolata😋
  • barbara2002
    😛

Ultime ricette

Dolci

Le chiacchiere sono croccanti e delicate sfoglie tipiche a Carnevale, fatte tirando un semplice impasto friggendolo e decorandolo con zucchero a velo.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 20 min

Dolci

I muffin all'acqua sono dei golosi dolcetti, variante mignon della torta all'acqua, simbolo di leggerezza, semplicità e genuinità!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 40 min

Primi piatti

I ravioli alla crema di formaggio e uova sono un primo piatto godurioso. Scoprirete un ripieno cremoso che si abbina benissimo al guanciale!

  • Difficoltà: elevata
  • Preparazione: 90 min
  • Cottura: 20 min

Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta fresca
Biscotti
Pizze e focacce
Piccola pasticceria
Dolci veloci
Torte
Contorni