Pinolata

PRESENTAZIONE

La pinolata è un goloso dolce a base di un morbido impasto arricchito con i pinoli. Questo dolce appartiene alla tradizione toscana, in particolare a quella senese e della zona del Chianti, ma ha ormai conquistato tante tavole italiane! Ne esistono diverse versioni: noi vi proponiamo la variante più "rustica", ovvero ripiena con una crema vellutata, racchiusa tra due strati di impasto dalla consistenza morbida e delicata, a cui si aggiungono i pinoli "a pioggia" poco prima di infornare.
Potrete anche decidere di profumare la crema al limone o alla vaniglia da aggiungere durante la preparazione per rendere ancora più invitante questo dolce. Per ottenere una crema più consistente e corposa si possono aggiungere anche uvetta e pinoli al ripieno. Con o senza queste aggiunte, la pinolata vi sorprenderà per la sua semplicità e delicatezza; un dolce soffice che potrete gustare a fine pasto, servendolo ad esempio con un ottimo vin santo che ne esalta il sapore!

Leggi anche: Torta con crema al limone

INGREDIENTI

Ingredienti per l'impasto (per una tortiera da 28 cm di diametro)
Farina 00 250 g
Zucchero 100 g
Burro 100 g
Uova 1
Tuorli 1
Lievito in polvere per dolci 8 g
Per la crema
Latte intero 500 ml
Zucchero 100 g
Farina 00 50 g
Tuorli 4
Per guarnire
Pinoli 40 g
Latte intero 10 g
Uova 1
Preparazione

Come preparare la Pinolata

Per preparare la pinolata, iniziate dalla crema: in un tegame capiente versate il latte 1 e scaldatelo a fuoco dolce. Intanto in una ciotolina, versate i tuorli, aggiungete lo zucchero semolato 2 e sbatteteli con una frusta 3.

Quindi aggiungete la farina setacciandola con un colino 4 e mescolate nuovamente con la frusta per amalgamare gli ingredienti 5. A questo punto, quando il latte sarà caldo, spegnete il fuoco e versatelo a filo sul composto di uova, zucchero e farina aiutandovi con un mestolino 6. Aggiungetene poco alla volta, continuando a mescolare con la frusta perchè non si creino grumi.

Filtrate la crema ottenuta e versatela nel tegame in cui avevate scaldato il latte 7; cuocete la crema a fuoco dolce mescolando continuamente con una frusta 8 fino a portare a leggera ebollizione. La crema sarà pronta quando sarà diventata più compatta tanto da velare un cucchiaio di legno. Quindi spegnete il fuoco e trasferite la crema ottenuta in un contenitore capiente 9. Coprite con pellicola trasparente a contatto e lasciate da parte a temperatura ambiente per farla raffreddare.

Mentre la crema si raffredda, passate a preparare l'impasto. Nella ciotola di una planetaria mettete il burro a pezzetti a temperatura ambiente, versate lo zucchero semolato 10 e iniziate a montare 11; con le fruste sempre in funzione aggiungete il tuorlo 12.

Quando il tuorlo si sarà amalgamato, versate l'uovo intero 13 e continuate a montare con le fruste; aggiungete quindi la farina e il lievito, precedentemente setacciati insieme, un po' alla volta aiutandovi con un cucchiaio 14. Lavorate il composto fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido 15.

Tiratelo fuori dalla planetaria, lavorate l'impasto con le mani e formate un panetto da rivestire con pellicola trasparente 16. Riponetelo in frigorifero per circa 1 ora, finchè non sarà diventato ben freddo. Passato il tempo necessario, foderate una tortiera di 28 cm di diametro con carta da forno 17 (per questo procedimento potete consultare la Scuola di cucina: come foderare una tortiera con carta da forno). Quindi tirate fuori il panetto dal frigorifero e dividetelo a metà: stendete con il mattarello la prima metà per creare la base della torta 18 e ottenere un disco della stessa dimensione della tortiera e spesso circa mezzo cm.

Aiutandovi con il mattarello, srotolate sulla tortiera il disco di pasta 19 e con le mani fate aderire perfettamente l'impasto al fondo 20 e ai bordi. Quindi riprendete la crema che si sarà raffreddata e versatela nello stampo aiutandovi con una spatola per stenderla in maniera uniforme su tutta la superficie 21.

Ora potete stendere anche l'altra metà di impasto 22 per creare il disco di copertura dello stesso diametro e spessore del precedente. Con l'aiuto del mattarello, adagiatela delicatamente sulla crema 23 e fate aderire i bordi alla base 24 per chiudere la torta.

In una ciotolina sbattete l'uovo con il latte fresco, quindi spennellate la superficie della torta aiutandovi con un pennello 25. Dopodiché versate a pioggia i pinoli 26 in modo da decorare la superficie. Quindi cuocete la pinolata in forno statico preriscaldato a 180° per circa 40 minuti (se forno ventilato cuocete a 160° per 30-35 minuti). Quando la torta sarà diventata leggermente dorata in superficie, tiratela fuori dal forno 27 e fatela freddare a temperatura ambiente. Poi sformate la pinolata e se volete potete cospargerla di zucchero a velo prima di servire!

Conservazione

Potete conservare la pinolata in un luogo fresco o in frigorifero per 2-3 giorni.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Morbida e dolce, la pinolata sorprende per la sua semplicità. Se per voi, però, fosse davvero troppo semplice, personalizzate il ripieno! Potete aromatizzare la crema, per esempio con una scorza di limone o una bacca di vaniglia incisa aggiunte al latte da scaldare, oppure arricchirla con uvetta e pinoli.

62 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • alessia
    mercoledì 13 gennaio 2016
    non è la pinolata bensì la torta della nonna, oppure se sbaglio ditemi la differenza tra torta della nonna e questo dolce. la pinolata non ha una base di pasta frolla, é un impasto unico denso coi pinoli. 
  • Mila
    domenica 15 febbraio 2015
    ottima! la faccio spesso ed è un successo. A me xò l impasto basta x uno stampo da 24.
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo