Pizza con lievito madre

/5

PRESENTAZIONE

La pizza è uno dei piatti a cui noi italiani proprio non riusciamo a rinunciare. In tanti ci avete chiesto come preparare la pizza fatta in casa con lievito madre ed eccola qui! Preparare la pizza a casa non è un gioco da ragazzi, ma con un po' di pratica e seguendo i nostri passaggi otterrete un risultato come in pizzeria! Il lievito madre restituisce un impasto della pizza più fragrante, saporito e digeribile. Vi mostriamo come preparare la pizza con lievito madre con il più classico dei condimenti al pomodoro, mozzarella e basilico per un'ottima pizza margherita, ma voi potrete arricchire questa base con tanti ingredienti: prosciutto, salame, olive, mozzarella di bufala e tutto quello che più amate! 

INGREDIENTI

Ingredienti per l'impasto
Farina Manitoba 450 g
Acqua 300 g
Lievito madre (rinfrescato il giorno prima) 100 g
Sale fino 10 g
per condire
Passata di pomodoro 400 g
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino 5 g
Mozzarella (fiordilatte) 400 g
Basilico q.b.
Origano q.b.
Preparazione

Come preparare la Pizza con lievito madre

Per preparare la pizza con lievito madre come prima cosa realizzate l'impasto. In una ciotola della planetaria dotata di gancio versate la farina, l'acqua a temperatura ambiente 1 e il lievito madre, anch'esso a temperatura ambiente 2. Lavorate con il gancio a velocità bassa sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Aggiungete quindi il sale all’impasto 3 

e lavorate ancora per circa 5 min 4. Trasferite l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato 5 e pirlatelo velocemente, in modo da ottenere una forma sferica 6

Trasferite l’impasto in una ciotola 7 e coprite con pellicola 8. Lasciate lievitare per 5 ore a circa 25° lontano da correnti d’aria. Trascorse le 5 ore di lievitazione riprendete l’impasto lievitato 9 

trasferitelo su un piano e aiutandovi con un tarocco dividetelo in 4 parti uguali 10. Lavorate delicatamente con le mani e pirlate bene ciascuna porzione, in modo da ottenere una sfera ben tesa e soda 11. Adagiate su un vassoio, ben infarinato distanziando bene le palline. Spolverizzate con altra farina 12 e coprite il vassoio con pellicola. Lasciate lievitare (puntare) le palline di impasto per 1 ora a circa 25 °, poi trasferitele in frigorifero per 12 ore. A questo punto estraete il vassoio dal frigo e lasciate a temperatura ambiente per un'ora. 

Nel frattempo occupatevi della farcitura: tagliate la mozzarella a cubetti grandi 1 cm 13 e riponete in frigorifero. Versate la passata di pomodoro in una ciotola: aggiungete il sale, un filo d'olio 14, un po' di origano secco 15 e mescolate.

Prendete quindi uno dei panetti e trasferitelo su un piano ben infarinato 16. Schiacciate il panetto con le dita al centro, poi delicatamente, fatelo ruotare con le mani sul piano in modo da formare il bordo. Stendetelo in modo che nella parte centrale risulti più sottile rispetto al bordo 17.  Trasferite su una placca rivestita con carta forno 18, o ben infarinata,

Utilizzando un cucchiaio spargete un po' di passata su tutta la superficie, lasciando il bordo pulito 19. Aggiungete un filo d'olio 20 e i cubetti di mozzarella 21

Cuocete in forno statico preriscaldato a 250° per 10 min, nel ripiano alto. Sfornate la pizza 22, aggiungete una fogliolina di basilico 23 e servitela subito 24!

Conservazione

Una volta cotta consigliamo di consumare la pizza al momento. In alternativa si può conservare in frigorifero per un giorno. 

Se preferite potete precuocere le basi utilizzando solo la passata di pomodoro. Una volta fredde potrete congelarle e aggiungere la mozzarella solo quando andrete a terminare la cottura. 

Consiglio

Se le palline di pizza dovessero ritirarsi mentre le stendete, lasciatele riposare qualche minuto prima di proseguire. 

RICETTE CORRELATE
COMMENTI3
  • canegatto1974
    martedì 27 ottobre 2020
    potete spiegarmi quali vantaggi ha mettere in frigo l'impasto nella 2^ lievitazione? il freddo non fa morire la lievitazione?
    Redazione Giallozafferano
    martedì 27 ottobre 2020
    @canegatto1974: ciao, il freddo non ammazza i lieviti, ne rallenta semplicemente il processo di nutrimento e quindi di maturazione dell'impasto. Fare questo garantisce una migliore digeribilità 
  • Virginia0118
    martedì 27 ottobre 2020
    Salve! in questa ricetta come si può usare il lievito madre disidratato? In che quantità? E si aggiunge alla farina come il lievito di birra o ci sono altri procedimenti? Grazie!
    Redazione Giallozafferano
    martedì 27 ottobre 2020
    @Virginia0118: ciao, per il lievito madre disidratato ti consigliamo di seguire le indicazioni riportate sulla confezione e adattare poi alla ricetta