Pizza con pomodorini gialli, acciughe e capperi

/5

PRESENTAZIONE

Pronti a sfornare una deliziosa pizza con pomodorini gialli, acciughe e capperi? Oggi mettiamo le mani in pasta per creare una pizza davvero originale! L'impasto è quello classico, che lievita in poco tempo, per permettere a tutti di soddisfare le proprie voglie in giornata. Per la cottura abbiamo utilizzato la pietra refrattaria, che scaldandosi in forno permetterà alla pizza di svilupparsi al meglio e di ottenere un cornicione gonfio e ben alveolato. Ma se non avete la pietra refrattaria non preoccupatevi, basterà sostituirla con la classica teglia da forno e otterrete comunque un buon risultato! Ma parliamo del condimento: pomodorini gialli, mozzarella, acciughe e una manciata di capperi renderanno questa pizza davvero strepitosa. Vi abbiamo incuriosito? Realizzate la vostra prima pizza gourmet e fateci sapere cosa ne pensate!

INGREDIENTI

Ingredienti per 4 pizze
Farina Manitoba 200 g
Farina 00 300 g
Lievito di birra fresco 5 g
Acqua 300 g
Olio extravergine d'oliva 35 g
Sale fino 10 g
per il condimento
Mozzarella 520 g
Acciughe sott'olio già scolate 80 g
Capperi 60 g
Pomodorini gialli a pacchetelle 300 g
Preparazione

Come preparare la Pizza con pomodorini gialli, acciughe e capperi

Per preparare la pizza con pomodorini gialli, acciughe e capperi iniziate dall’impasto. Versate in una ciotola le farine 1 e il lievito sbriciolato 2. Aggiungete l’acqua un pò alla volta 3

mentre impastate con le mani 4. Quando avrete aggiunto tutta l’acqua e l'impasto inizierà a prender forma 5, versate l’olio a filo 6

continuando sempre ad impastare 7. Quando inizierà ad assorbirsi aggiungete il sale 8 e continuate ad impastare fino a che l’impasto non risulterà liscio ed omogeneo, poi trasferitelo sul piano da lavoro e lavoratelo ancora qualche minuto 9

A questo punto copritelo con la ciotola pulita e lasciatelo sul banco per una decina di minuti 10. Passato questo tempo date un giro di pieghe. Immaginate che la sfera sia divisa in 4 parti, prendete l’estremità di ognuna, tiratela delicatamente 11 e ripiegatela verso il centro 12

Ripetete questa operazione per tuttie e 4 le estremità 13, ribaltate poi l'impasto 14 e dategli una forma sferica 15.

Trasferite l’impasto cosi formato in una ciotola oliata, coprite con la pellicola 16 e lasciate lievitare fino al raddoppio dell’impasto, ci vorranno circa 2 ore a temperatura ambiente 17. Trascorso il tempo di lievitazione l’impasto sarà bello gonfio, quindi trasferitelo sul piano da lavoro leggermente infarinato 18 

e dividetelo in 4 porzioni da circa 200 gr l’una 19. Come fatto prima portate i lembi di pasta verso il centro 20 e date una forma sferica a ciascuna pallina 21

Man mano trasferitele su un vassoio unto, poi coprite con pellicola 22 e lasciate lievitare per 30 minuti 23. Nel frattempo posizionate la pietra refrattaria nella parte alta del forno e scaldatelo a 250° in modalità ventilata. Sfilacciate la mozzarella con le mani 24 e conservatela in frigo. 

Quando le palline saranno pronte, prendete la prima, trasferitela su un piano infarinato 25 e schiacciatela partendo dal centro, con i polpastrelli 26. Allargatela delicatamente in modo da lasciare la parte esterna più spessa 27, così che in cottura si formi il cornicione. 

Passate l’impasto su una pala, avendo cura di non rovinarlo 28. Sistemate i pomodorini nella parte centrale 29 e condite con olio 30

e sale. Infornate e lasciate cuocere per una decina di minuti. Sfornate la pizza con la pala e trasferitela su un tagliere 32, conditela con la mozzarella sfilacciata 33

i capperi 34 e le acciughe scolate dall'olio 35. Procedete in questo modo per tutte le altre pizze e gustatele 36.

Conservazione

Consigliamo di consumare la pizza al momento. In alternativa, una volta cotta è possibile conservarla in frigorifero per 1-2 giorni al massimo. 

Consiglio

Al posto del lievito di birra fresco potete utilizzare 2 g di lievito di birra secco. 

Al posto della farina potete utilizzare la semola per stendere le pizze. Questa non si assorbirà e permetterà una resa migliore in cottura.