Polpo ubriaco

PRESENTAZIONE

Definire il polpo ubriaco un secondo piatto di pesce è un po’ limitativo, tante e tali sono le possibilità di utilizzarlo durante un pranzo o una cena. Oltre ad essere un ottimo secondo piatto infatti, il polpo ubriaco può essere gustato anche freddo, come in insalata, oppure per preparare delle originali bruschette.

Un'altra soluzione molto valida è quella di condire, grazie al fondo di cottura estremamente saporito, un buon piatto di spaghetti avendo magari l’accortezza di sminuzzare una parte del polpo in pezzettini più piccoli.

Leggi anche: Pasta con polpo e pomodoro

INGREDIENTI
328
CALORIE PER PORZIONE
Polpo da 1 kg
Aglio 3 spicchi
Vino rosso 1/2 litro
Alloro qualche foglia
Peperoncino fresco 1
Olio di oliva extravergine 6 cucchiai
Prezzemolo tritato 3 cucchiai
Sale q.b.
Preparazione

Come preparare il Polpo ubriaco

Pulite il polpo sotto acqua corrente, privandolo delle viscere, del dente centrale 1, degli occhi 2 e, per quanto possibile, la patina viscida che ricopre il polpo.

Tagliate ora il polpo in pezzi grandi al massimo come una noce 4, tagliarlo a pezzi più grossi avrebbe il solo risultato di allungare i tempi di cottura. In un tegame versate l’olio e mettete gli spicchi d’aglio interi a rosolare 5, unite le foglie di alloro, il peperoncino tagliato a pezzettini 6 avendo l’accortezza di eliminare in tutto o in parte i semi qualora non si gradisca una pietanza troppo piccante.

Unite ora il polpo a pezzi 7 e fatelo saltare qualche istante, dopodichè aggiungete il vino rosso 8, un po’ di prezzemolo tritato 9, riportate a ebollizione e abbassate la fiamma; coprite con un coperchio e cuocete per almeno 40/50 minuti in base alla durezza del polpo stesso. Se il sugo dovesse restringersi troppo, aggiungete qualche cucchiaio di acqua. Pochi istanti prima di togliere dal fuoco il polpo ubriaco aggiungete una generosa manciata di prezzemolo tritato, aggiustate di sale e lasciate intiepidire qualche minuto.

Consiglio

Se vi piace un fondo di cottura piuttosto denso, lasciate intiepidire il polpo ubriaco qualche minuto subito dopo la cottura: raffreddandosi, il fondo di cottura infatti tende a diventare più denso grazie alla gelatina contenuta nel polpo stesso.

Curiosità

Definire il polpo ubriaco un secondo piatto di pesce è un po’ limitativo, tante e tali sono le possibilità di utilizzarlo durante un pranzo o una cena. Oltre ad essere un ottimo secondo piatto infatti, il polpo ubriaco può essere gustato anche freddo, come in insalata, oppure per preparare delle originali bruschette.  Un'altra soluzione molto valida è quella di condire, grazie al fondo di cottura estremamente saporito, un buon piatto di spaghetti avendo magari l’accortezza di sminuzzare una parte del polpo in pezzettini più piccoli.

40 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Beatrice_G
    lunedì 13 gennaio 2020
    Ho fatto questa ricetta ieri e il polpo è venuto benissimo! Molto morbido e saporito (e non troppo salato). L’unica pecca è stata che il vino non si è completamente ristretto. Dove posso aver sbagliato? Ho tenuto la fiamma a fuoco moderato (4/9) per 50 minuti - una scelta perfetta per la carne del polpo che quindi ho un po’ di ansia a cambiare!
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 13 gennaio 2020
    @Beatrice_G:Ciao, puoi tenere la fiamma più alta finché non evapora il vino, poi abbassa la fiamma e copri con il coperchio.
  • fantasie88
    lunedì 03 giugno 2019
    è possibile cuocere il polpo in pentola pressione?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 03 giugno 2019
    @fantasie88: ciao! non avendo provato non possiamo darti indicazioni precise! Dovresti regolarti sui tempi di cottura! 
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo