Porridge

/5

PRESENTAZIONE

Porridge

Nutriente e completo, il porridge è la colazione anglosassone più conosciuta. Una base di “zuppa di avena” arricchita con frutta e miele, perfetta per iniziare la giornata con il giusto carico di energia e di dolcezza. Il porridge è un alimento semplicemente genuino ma molto versatile, personalizzarlo con gusto scegliendo frutta fresca e secca a piacere lo renderà gradevole anche ai palati più esigenti. Il porridge mele e nocciole e il porridge mirtilli e pistacchi sono solo due delle innumerevole varianti che si possono realizzare combinando gli ingredienti più stuzzicanti. Il porridge è la colazione perfetta per le mattine in cui volete concedervi un goloso risveglio senza fretta!

INGREDIENTI

Fiocchi di avena 140 g
Latte intero 220 g
Acqua 200 g
Sale fino q.b.
per guarnire
Miele millefiori q.b.
Fragole q.b.
Mandorle in scaglie q.b.
Preparazione

Come preparare il Porridge

Per realizzare il porridge per prima cosa versate l’avena in una ciotola, coprite con acqua 1 e lasciate in ammollo per un’oretta, anche se l’ideale sarebbe fare l’ammollo la sera prima. Una volta che l’avena sarà ben ammollata si presenterà con la tipica consistenza collosa 2. Versate l’avena nel pentolino 3

Aggiungete il latte 4, unite un pizzico di sale 5 e cuocete il composto per circa 4-5 minuti mescolando spesso con una spatola 6.

Quando l’avena risulterà morbida e avrà assorbito il latte 7 spegnete il fuoco e trasferite il porridge in una ciotola 8, insaporite con il miele 9

Adagiate sopra delle fettine di fragole fresche 10, guarnite con le mandorle a lamelle 11 e servite il vostro porridge tiepido 12.

Conservazione

Consumate al momento il porridge; si sconsiglia qualsiasi forma di conservazione.

Consiglio

Se volete personalizzare il porridge durante la cottura aggiungendo mele o pere a cubetti, zucchero di canna, cannella o uvetta, a voi la scelta! Per insaporire il porridge potete usare un altro miele come il miele di acacia o il miele d’arancio o in alternativa dello sciroppo d’acero. Se avete poco tempo potete evitare di ammollare l'avena e direttamente con la cottura, prolungandola di qualche minuto fino a ottenere la consistenza desiderata.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI37
  • melissarosace
    giovedì 23 aprile 2020
    come potrei incorporare un po’ di cacao amaro?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 24 aprile 2020
    @melissarosace: Ciao, si certo puoi aggiungere il cacao direttamente setacciandolo nel latte.
  • FraPicc
    martedì 01 ottobre 2019
    salve, quando si lascia per tutta la notte a riposare va messo in frigo? o sarebbe meglio lasciarlo fuori? e in caso vada lasciato fuori con la pellicola o un canovaccio a coprire o senza nulla? grazie in anticipo
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 02 ottobre 2019
    @FraPicc: Ciao, puoi lasciarla a temperatura ambiente e coprire la ciotola con un canovaccio... ricordati di non aggiungere troppa acqua altrimenti non verrà assorbita!