Ragù d'anatra

/5

PRESENTAZIONE

Il ragù è inequivocabilmente il sapore della domenica e delle feste. Ne esistono versioni diverse in ogni parte d'Italia e oggi vi invitiamo ad assaggiare il ragù d'anatra. Un condimento molto semplice da preparare e decisamente saporito, particolarmente diffuso in Veneto dove insieme a quello d'asino (o ragù di musso) condisce i famosi bigoli. Il ragù d'anatra, che si realizza in bianco o rosso, è ottimo anche con le tagliatelle. Non ci sarà più una domenica uguale all'altra:una volta ragù alla napoletana, un'altra ragù di maiale, un'altra di cinghiale! Scoprite tutti i ragù più succulenti e date ai vostri pranzi ogni volta un gusto diverso!

Preparazione

Come preparare il Ragù d'anatra

Per preparare il ragù d'anatra iniziamo dal brodo vegetale: tenetelo in caldo. Passate poi al trito delle verdure. Eliminate i filamenti dal sedano con il pelapatate, o una lama liscia, 1 e poi sminuzzate 2. Proseguite pulendo e tagliando carote 3 

e cipolla 4. Infine tritate la polpa d'anatra al coltelloa dadini non troppo piccoli 5. Spostatevi ai fornelli. In una casseruola con un po' d'olio fate appassire il trito di verdure per un paio di minuti 6.  

Unite le bacche di ginepro schiacciate con il dorso di un coltello 7 e aggiungete la carne d'anatra e scottatela un paio di minuti ancora 8 mescolando di tanto in tanto 9.

Aggiungete l’alloro 10, il concentrato di pomodoro e sfumate con il vino 12.

Quando la parte alcolica sarà evaporata bagnate con il brodo vegetale caldo 13. Aggiustate di sale e pepe, coprite con il coperchio e fate cuocere a fuoco dolce per circa 70 minuti: ricordate ogni tanto di mescolare e aggiungere altro brodo al bisogno 14. Una volta pronto il ragù d'anatra non vi resta che consumarlo 15!

Conservazione

Potete conservare il ragù d'anatra in frigorifero per 2-3 giorni. Al bisogno potrete anche congelarlo se avete utilizzato ingredienti freschi.

Consiglio

Variate un pochino il gusto del ragù d'anatra per esempio aggiungendo della scorza di limone grattugiata a fine cottura oppure del timo! Potete omettere il concentrato se preferite oppure sostituirlo con dei pomodori pelati o della passata di pomodoro fino a renderlo un ragù "in rosso"!