PRESENTAZIONE

Ragù di cinghiale

Volete portare in tavola i sapori autentici della maremma Toscana? Allora il ragù di cinghiale fa proprio al caso vostro! Il ragù di cinghiale, spesso apprezzato insieme al ragù d'anatra, è una versione alternativa e molto saporita del classico ragù: invece del macinato di suino e bovino, si utilizza il cinghiale, molto amato per il suo gusto unico e robusto che unisce al sapore della carne suina quello più pungente della cacciagione. Ideale per preparare un primo piatto appetitoso, come le tipiche pappardelle, che si amalgamano al condimento esaltandone il gusto intenso, questo ragù conquisterà i palati più robusti con il suo restrogusto deliziosamente selvatico. Cosa aspettate? Mettetevi ai fornelli: oggi si cucina il ragù di cinghiale!

Venite a scoprire altre ricette prelibate della nostra tradizione:

INGREDIENTI

Ingredienti per circa 2 kg di ragù
Cinghiale 1,5 kg
Carote 3
Sedano 4 coste
Cipolle bianche 2
Aglio 3 spicchi
Rosmarino 1 rametto
Vino rosso 100 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Olio extravergine d'oliva 30 g
Concentrato di pomodoro 75 g
Timo q.b.
Salvia q.b.
Maggiorana q.b.
Cioccolato fondente 10 g
Bacche di ginepro q.b.
Brodo vegetale 1 l
per la marinatura
Vino rosso 600 g
Carote 1
Sedano 1 costa
Cipolle bianche 1
Pepe nero in grani q.b.
Alloro 4 foglie
Preparazione

Come preparare il Ragù di cinghiale

Per preparare il ragù di cinghiale tagliate a pezzetti irregolari sedano 1, carota 2 e cipolla 3.

Tagliate il cinghiale in tranci e metteteli in una ciotola 4, aggiungete le verdure, le foglie di alloro e coprite con il vino rosso 5. Lasciate riposare in questa marinatura per un minimo di 12 ore e un massimo di 24 ore 6. Questo servirà per ridurre il sapore e l’odore forte di selvaggina.

Trascorso questo tempo prendete la carne 7 e tagliatela a piccoli pezzetti regolari di 1 cm 8 da tenere da parte. Mondate le carote e tagliatele a brunoise 9.

Fate lo stesso con sedano 10 e cipolla 11. Trasferite le verdure in una pentola di acciaio con un filo d’olio e gli spicchi d'aglio 12.

 

Aggiungete le bacche di ginepro 13 e le erbe aromatiche avvolte con lo spago da cucina 14. Fate appassire bene tutte le verdure, ci vorranno circa 20 minuti. Dopodiché aggiungete il concentrato di pomodoro 15.

Sfumate con il vino rosso 16. Una volta che l’alcol sarà evaporato aggiungete la polpa di cinghiale precedentemente tagliata 17. Fate cuocere il tutto a fiamma medio/alta per qualche minuto e aggiungete il brodo vegetale caldo 18.

 

Cuocete con il coperchio socchiuso 19 a fiamma molto dolce fino a che il brodo non si sarà ristretto e la carne avrà una consistenza morbida, circa 1 ora e mezza. A questo punto aggiungete il cioccolato fondente grattugiato 20 e salate 21.

Aromatizzate a piacere con il pepe 22. Il ragù è pronto 23 per essere gustato con della pasta fresca all'uovo 24.

Conservazione

Il ragù di cinghiale può essere conservato in frigorifero per 2 o 3 giorni in contenitore ermeticamente chiuso. Potete anche congelarlo se avete utilizzato solo ingredienti freschi e non decongelati.

Consiglio

Per rendere questo ragù di cinghiale ancora più morbido potete prolungare i tempi di cottura oppure cuocerlo a fuoco più lento: otterrete un ragù strepitoso!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI7
  • Antonio_Wien
    lunedì 22 novembre 2021
    Ciao! Ho un pezzo di 650 gr. Suggerite di dimezzare tutte le quantità indicate? Anche quelle per la marinatura? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    martedì 23 novembre 2021
    @Antonio_Wien: ciao! si, meglio dimezzare tutto! Per la marinatura assicurati giusto che la carne sia ben coperta dal vino!
  • Verryna
    domenica 13 dicembre 2020
    mi potete spiegare il procedimento per la conservazione nel barattolo ?

Chiudi