PRESENTAZIONE

Volete portare in tavola i sapori autentici della maremma Toscana? Allora il ragù di cinghiale fa proprio al caso vostro! Il ragù di cinghiale è una versione alternativa e molto saporita del classico ragù: invece del macinato di suino e bovino, si utilizza il cinghiale, molto amato per il suo gusto unico e robusto che unisce al sapore della carne suina quello più pungente della cacciagione. Ideale per preparare le tipiche pappardelle, che si amalgamano al condimento esaltandone il gusto intenso, questo ragù conquisterà i palati più robusti con il suo restrogusto deliziosamente selvatico. Cosa aspettate? Mettetevi ai fornelli: oggi si cucina il ragù di cinghiale!

Leggi anche: Pappardelle al ragù di cinghiale

INGREDIENTI
248
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per circa 2 kg di ragù
Cinghiale macinato 1 kg
Passata di pomodoro 750 g
Carote 100 g
Sedano 80 g
Cipolle bianche 100 g
Aglio 1 spicchio
Alloro 4 foglie
Rosmarino 1 rametto
Vino rosso 100 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Olio extravergine d'oliva 30 g
Preparazione

Come preparare il Ragù di cinghiale

Per preparare il ragù di cinghiale mondate aglio e cipolla e lavate le verdure. Poi tritate finemente sedano e carota 1 e con essi anche la cipolla. Prendete una pentola dal fondo spesso, irroratela con un filo di olio e versatevi il sedano e la carota 2 ed infine la cipolla 3.

Con un mestolo di legno mescolate gli ingredienti, aggiungete l’aglio a pezzi grandi (così potrete toglierlo più facilmente a fine cottura) e lasciate stufare per circa 10 minuti a fuoco dolce 4. Aggiungete la carne 5 ed il trito di rosmarino 6.

Insaporite con le foglie di alloro 7 e mescolate il tutto con una spatola per consentire una cottura uniforme 8. Lasciate cuocere così per almeno 10 minuti a fuoco medio. Poi sfumate con il vino rosso 9.

Quando la parte alcolica del vino sarà evaporata aggiungete la passata di pomodoro 10. Mescolate bene gli ingredienti 11 ed aggiustate di sale e pepe 12.

Lasciate cuocere con coperchio per almeno 3 ore e mezza a fuoco molto basso 13. Trascorso questo tempo, togliete il coperchio e continuate a cuocere così per mezz’ora per consentire al ragù di cinghiale di asciugarsi 14. A questo punto il vostro ragù di cinghiale sarà pronto per essere utilizzato per le vostre preparazioni 15.

Conservazione

Il ragù di cinghiale può essere conservato in frigorifero per 2 o 3 giorni in contenitore ermeticamente chiuso.

Potete anche congelarlo se avete utilizzato solo ingredienti freschi e non decongelati.

Consiglio

Per rendere questo ragù di cinghiale ancora più morbido potete prolungare i tempi di cottura oppure cuocerlo a fuoco più lento: otterrete un ragù strepitoso!

4 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Garzi
    giovedì 24 novembre 2016
    Io non l'ho marinato ed essendo un cinghiale non allevato é venuto una bomba!!!!
  • Silvia
    martedì 29 marzo 2016
    Buonasera mi hanno portato della carne di cinghiale per ragù dalla Toscana ma ho saputo che va marinata appunto,qual'è il procedimento?
2 FATTE DA VOI
mamaenamorada
Tagliatelle al cacao amaro e ragu di cinghiale
Marisa0746
Pappardelle al ragù di cinghiale
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo