Ragù di seitan

PRESENTAZIONE

Dal francese ragoût, da ragoûter, cioè "risvegliare l'appetito", il ragù è davvero una delle preparazioni più succulente della nostra tradizione culinaria. Il buon soffritto di odori, la lunga e dolce cottura che riempie la casa di profumi di altri tempi; le lasagne, le tagliatelle della domenica… sono sensazioni che fanno subito casa. Ma se vi dicessimo che si può preparare un buon ragù anche senza carne? Non fate quella faccia: non stiamo parlando di un insipido surrogato del piatto dei vostri ricordi, ma di una ricetta robusta e saporita. Una valida e gustosissima alternativa vegetariana ad uno dei classici più amati di sempre, che non teme il confronto con l’originale! Preparato con del buon seitan, ingrediente derivato dal grano, noto a tutti gli amanti della cucina light e vegetariana o vegana, il nostro ragù racchiude tutti gli aromi del ragù classico, come carota, cipolla, sedano e pomodoro, declinati però con inaspettata leggerezza. Provatelo nelle vostre ricette di casa: siamo certi che farete felicissimi i vostri amici vegetariani, e anche gli onnivori vi chiederanno il bis!

Leggi anche: Lasagne al ragù di seitan

INGREDIENTI
515
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per 1,5 kg di ragù di seitan
Seitan fresco biologico 1 kg
Carote 50 g
Sedano 60 g
Cipolle rosse 60 g
Olio extravergine d'oliva 20 g
Passata di pomodoro 400 g
Vino bianco secco 150 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Concentrato di pomodoro 10 g
Preparazione

Come preparare il Ragù di seitan

Per preparare il ragù di seitan, cominciate occupandovi del soffritto di odori, da preparare in modo classico. Mondate la cipolla, la carota e il sedano e tagliateli in grossi pezzi 1. Ponete tutto nel mixer 2 e azionate le lame fino ad ottenere un trito molto fine 3.

Scaldate l’olio in un tegame capiente, e aggiungete il trito di odori 4. Lasciate rosolare a fuoco basso per almeno 15 minuti, fino a che il soffritto non risulterà asciutto. Nel frattempo, dedicatevi al seitan. Inseritelo poco per volta in un tritacarne 5 per ottenere un macinato 6. Se non avete a disposizione un tritacarne, potete tritare il seitan al coltello.

Aggiungete il seitan tritato al soffritto 7 e fatelo rosolare qualche minuto, girando spesso con un cucchiaio di legno. Sfumate quindi con il vino bianco 8, e lasciatelo evaporare. Appena il ragù tornerà asciutto 9

unite la passata di pomodoro 10, sciacquando la ciotola con un po’ di acqua in modo da raccogliere tutta la passata e rendere un po’ più umido il ragù 11. Amalgamate bene e unite anche il concentrato di pomodoro 12.

Proseguite la cottura, a fuoco dolce, per 40 minuti, girando spesso per non far attaccare il ragù 13. Verso fine cottura, Aggiungete sale e pepe 14 e amalgamate con cura. Il ragù di seitan è pronto per essere utilizzato nelle vostre fantasiose ricette!

Conservazione

Il ragù di seitan si conserva in frigorifero, chiuso in un contenitore ermetico, per un massimo di 3 giorni. Potete congelarlo negli appositi contenitori, se avete utilizzato solo ingredienti freschi e non decongelati.

Consiglio

Per fare un buon ragù, si sa, la qualità della materia prima è fondamentale: scegliete un buon seitan biologico, oppure, se ne avete il tempo, preparatelo in casa!

Curiosità

Ma che cos’è, alla fine, questo seitan? Si tratta di un alimento altamente proteico, importante nelle diete vegetariane e povere di proteine animali. Viene ricavato dal glutine del grano tenero o da altri cereali, e poi lessato a lungo in acqua insaporita con salsa di soia, alga kombu e altri aromi. L’aspetto e la consistenza finale del seitan, pur essendo variabili di prodotto in prodotto, ricordano molto quelli della carne; il sapore è invece più delicato, e per questo riesce a dare il suo meglio soprattutto nelle ricette in cui viene insaporito con altri ingredienti o attraverso marinature e lunghe cotture.

1 COMMENTO
Commenta o chiedici un consiglio
  • Elegiallozaf
    mercoledì 10 ottobre 2018
    diverso dal solito, saporito ed equilibrato! è venuto benissimo al primo tentativo.
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo