Ravioli di carne giapponesi (Gyoza)

PRESENTAZIONE

Ravioli di carne giapponesi (Gyoza)

Se pensando al Giappone le prime cose che vi vengono in mente sono, nell’ordine, il campo da calcio di Holly e Benji, le pallonate in faccia a Mila Azuki e i concorrenti del programma "Mai Dire Banzai", è decisamente giunto il tempo di cambiare tipo di approccio. Il primo passo da fare? Cimentarvi nella preparazione di questi deliziosi ravioli di carne, che in Giappone prendono il nome di Gyoza! Sì, lo sappiamo: li avete visti mille volte far capolino dai banto (le ordinatissime schiscette nipponiche) nei cartoni animati della vostra adolescenza, ma noi abbiamo tutta l’intenzione di smarcare il vostro ricordo dal mondo a fumetti, e farvi immergere in un Sol Levante diverso: quello zen della calma, dell'abilità, della pazienza. Avvicinarsi alla cucina giapponese, infatti, non significa solo esplorare nuovi sapori, delicatamente profumati di salsa di soia, aglio e aceto di riso, ma è un po’ come intraprendere un percorso di conoscenza di sé. Almeno per qualche minuto, realizzando con la pressione delle dita un ricamo per chiudere i vostri fagottini, pregustando la sensazione di mordere la crosticina croccante dei vostri Gyoza e sprofondare nella morbidezza del ripieno di carne, vi sentirete pervadere da una serenità dorata. Proprio come quella del Maestro Shifu!

Leggi anche: Cheesecake giapponese

INGREDIENTI

Ingredienti per la sfoglia (per 16 Gyoza)
Acqua (calda) 90 g
Farina 00 200 g
Sale 1 pizzico
Per il ripieno
Maiale macinato 400 g
Cipollotto fresco 60 g
Cicoria 50 g
Aglio 1 spicchio
Salsa di soia 20 g
Tuorli 1
Per la cottura
Olio di semi 10 g
Acqua 20 g
Per la salsa
Salsa di soia 20 g
Zenzero fresco (polpa grattugiata) 1 cucchiaino
Tabasco 4 gocce
Preparazione

Come preparare i Ravioli di carne giapponesi (Gyoza)

Per preparare i vostri ravioli di carne giapponesi, cominciate occupandovi del ripieno. Pulite il cipollotto, privandolo delle estremità e delle foglie più esterne 1 e tagliatelo grossolanamente. Tagliate allo stesso modo, in grossi pezzi, la cicoria 2, quindi ponete nel mixer la carne tritata insieme con il cipollotto tagliato 3,

la cicoria 4, la salsa di soia 5, l’aglio (schiacciato con lo spremiaglio oppure tritato finemente con il coltello) 6

e aggiungete anche un tuorlo d’uovo 7 per garantire la tenuta del ripieno. Frullate accuratamente, poi trasferite il composto ottenuto in una pirofila 8, coprite con della pellicola per alimenti e tenete da parte. Passate adesso alla preparazione dell’impasto per la sfoglia. Ponete nel mixer la farina e il sale 9.

Versate quindi l’acqua calda a filo 10, azionate le lame e, appena l’impasto si amalgama e comincia ad incordarsi 11, liberatelo dalle lame e trasferitelo sul piano da lavoro. Date ancora una veloce impastata 12

Per formare una palla 13. Mettetela in una ciotola, copritela con della pellicola 14 e lasciate riposare per almeno mezzora. Trascorso il tempo di riposo, estraete l’impasto e trasferitelo sul piano da lavoro leggermente infarinato. Formate un filoncino 15

Quindi, aiutandovi con un tarocco, dividete il filoncino in 16 tocchetti 16 e lavorateli per formare altrettante palline 17. Tenendo nel frattempo le altre palline coperte da pellicola, per non farle seccare, prendete il mattarello e stendete una ad una ciascuna pallina in una sfoglia di 2-3 mm di spessore 18

Poi, per dare ai vostri ravioli una forma regolare, coppate ciascuna sfoglia con un coppapasta di 9 cm di diametro 19 e eliminate i lembi esterni di sfoglia in eccesso 20. Prendete ora il ripieno preparato precedentemente, raccoglietene una piccola porzione con un cucchiaino e deponetela al centro della sfoglia, tenendola sul palmo della mano 21.

Facendo quindi pressione con la punta delle dita, chiudete i ravioli a mezzaluna 22, pizzicando la sfoglia lungo la linea di chiusura per sigillare il ripieno all’interno 23 e conferire al raviolo il suo tipico aspetto di fagottino 24. Procedete allo stesso modo con tutti i ravioli.

Quando tutti i Gyoza saranno pronti, scaldate il wok e versatevi l’olio di semi 25. Ponetevi i ravioli 26 e lasciateli dorare per qualche secondo senza girarli, in modo che formino, sul lato tostato, la loro tipica e deliziosa crosticina 27.

A questo punto sfumate con l’acqua 28 e coprite immediatamente con il coperchio 29. Impiegheranno 2 minuti per raggiungere il giusto grado di cottura. Nel frattempo dedicatevi alla salsa: in una ciotolina ponete la salsa di soia, e grattugiatevi lo zenzero, dopo averlo provato della scorza esterna 30.

Aggiungete anche il tabasco 31 e mescolate bene 32. Servite i vostri Gyoza ben caldi, accompagnati dalla salsa 33!

Conservazione

I gyoza, una volta cotti, si possono conservare in frigo per 1 giorno al massimo. Possono essere congelati da crudi se avete utilizzato tutti ingredienti freschi e non decongelati.

Ti suggeriamo

RICETTE CORRELATE
COMMENTI (57)
Lascia un commento o chiedici un consiglio
  • Carmencecca
    lunedì 11 marzo 2019
    Ciao, una curiosità, ma al posto del maiale si può usare il pollo?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 11 marzo 2019
    @Carmencecca: ciao! nessun problema! 
  • Mammao
    martedì 22 gennaio 2019
    posso tirare la pasta la mattina, metterla in frigo e prepararli alla sera?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 24 gennaio 2019
    @Mammao: Ciao, non abbiamo provato a tenere l'impasto più del tempo indicato quindi non sappiamo consigliarti in questo senso. Se preferisci puoi fare un tentativo!
FATTE DA VOI (17)
giovyscara
Buonissimi!!
AlessandrinaR
Dopo averli rosolati 3 minuti con l'olio di semi, li ho sfumati con acqua e salsa di soia.. Buonissimi anche se consiglio meno macinato e più verdure
Mammao
golosissimi...
linda9
Buonissimi
lucrub
buoni buoni
Novolok
Buonissimi! Sono venuti identici a quelli che si mangiano al ristorante giapponese!