Ravioli ripieni di radicchio

/5

PRESENTAZIONE

Preparare la pasta fresca in casa è una vera soddisfazione: tanti i formati che si possono creare dopo aver miscelato insieme uova e farina. Oggi abbiamo optato per la pasta fresca ripiena, proponendovi di realizzare i ravioli ripieni di radicchio. La sottile sfoglia all'uovo accoglie un mix di radicchio e formaggio Brigante davvero saporito che si sposa perfettamente con un sughetto veloce al pomodoro e basilico. Il piatto perfetto per la domenica a pranzo o per una cena speciale, per cui potrete anche preparare in anticipo i ravioli e congelarli in modo da averli pronti da cuocere all'occorrenza. In alternativa al sugo di pomodoro potete gustare questi ravioli ripieni di radicchio anche con una fonduta di formaggio, saltati in padella con burro e salvia... tante varianti per un primo piatto sempre prelibato.

INGREDIENTI

Per la pasta fresca
Farina 00 220 g
Uova (circa 2 medie) 115 g
Per il ripieno
Radicchio 220 g
Brigante 200 g
Porri 1
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Per il sugo
Passata di pomodoro 300 g
Basilico 4 foglie
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Scalogno 1
Preparazione

Come preparare i Ravioli ripieni di radicchio

Per realizzare i ravioli ripieni di radicchio, iniziate dalla pasta fresca: su un piano di lavoro o in una ciotola versate la farina, create un buco al centro e versate le uova. Mescolate inizialmente con la forchetta 1, poi impastate 2 fino a renderlo omogeneo ed elastico. Avvolgete con pellicola 3 e lasciate riposare a temperatura ambiente per una mezz'oretta.

Nel frattempo preparate il sugo per il condimento: mondate e tritate lo scalogno 4. Tuffatelo in padella con un filo d'olio e mescolate spesso mentre fate soffriggere per qualche istante 5. Versate la passata di pomodoro 6, aggiungendo anche un po' d'acqua.

Salate, pepate e lasciate cuocere a fuoco dolce 7 con coperchio per circa 30 minuti. Una volta pronto, spegnete il fuoco e aggiungete qualche foglia di basilico 8. Passate al ripieno dei ravioli: lavate e mondate il radicchio (potete rimuovere le parti più coriacee della costolatura e ottenerne 150 g totali), poi tritalelo finemente 9.

Eliminate le estremità del porro, rimuovete il primo e il secondo strato quindi tagliatelo a rondelle sottili 10. In un tegame fate scaldare leggermente un filo d'olio, poi versate il porro 11 e soffriggete qualche minuto mescolando spesso. A questo punto unite il radicchio 12 e mescolate ancora.

Salate e pepate a piacere 13 e lasciate appassire qualche minuto 14. Poi trasferite tutto in una ciotola per far intiepidire 15.

Nel frattempo grattugiate il formaggio Brigante con una grattugia a fori larghi 16 e unitelo al radicchio oramai intiepidito 17. Riprendete la pasta fresca e dividete il panetto in due 18.

Con il mattarello tirate le due porzioni di impasto per ottenere una sfoglia rettangolare dello spessore di circa 1 mm (se usate la macchina tirapasta, penultimo livello). Stendete una delle due sfoglie sul piano di lavoro e farcite con mucchietti di ripieno al radicchio e formaggio, cercando di distanziarli di 2-3 cm l'uno con l'altro 20. Spennellate con acqua le parti di pasta fresca dove non c'è il ripieno 21, in modo da far aderire l'altra sfoglia.

Adagiate la seconda sfoglia a coprire 22 e pressate bene tra un mucchietto di ripieno e l'altro per far aderire e uscire l'aria 23. Con una rondella tagliapasta ricavate i ravioli 24.

Stendeteli man a mano su un canovaccio pulito e asciutto 25. Portate a bollore un tegame capiente colmo d'acqua e quando bolle salate, quindi lessate i ravioli per 2-3 minuti 26. Potete cuocerne un po' alla volta. Poi scolateli 27

e versateli nel sugo 28. Mescolate delicatamente 29 e servite i ravioli ripieni di radicchio ben caldi 30.

Conservazione

Potete congelare i ravioli crudi per circa 1 mese in freezer.

I ravioli cotti vanno consumati al momento oppure si possono conservare in frigo in un contenitore ermetico per 1 giorno.

 

Consiglio

Potete condire i ravioli ripieni di radicchio con burro e salvia oppure con una fonduta al formaggio. 

Potete utilizzare per il ripieno un altro formaggio come uno di pecora poco stagionato.