Reginette al pesto di asparagi bianchi

PRESENTAZIONE

Le reginette al pesto di asparagi bianchi sono un primo piatto delicato, ideale per una cena informale o per un'occasione particolarmente elegante e raffinata.
Per preparare questo piatto semplice ma d'effetto, si inizia dalla pulizia degli asparagi bianchi, una qualità particolarmente delicata e fragrante. Il colore bianco è dato dal tipo di coltivazione che prevede l'assenza di luce, bloccando in questo modo la fotosintesi.
Con l'aggiunta di parmigiano, pecorino e pinoli riuscirete a creare un pesto cremoso e dal gusto insolito che stupirà il palato. Non vi resta che iniziare a preparare le vostre gustose e saporite reginette al pesto di asparagi bianchi!

Leggi anche: Risotto alla crema di asparagi bianchi

INGREDIENTI
538
CALORIE PER PORZIONE
Reginette 350 g
Asparagi bianchi 300 g
Parmigiano reggiano grattugiato 80 g
Pecorino grattugiato 20 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Pinoli 20 g
Olio extravergine d'oliva q.b.
Preparazione

Come preparare le Reginette al pesto di asparagi bianchi

Per preparare le reginette al pesto di asparagi bianchi, iniziate lavando accuratamente gli asparagi sotto acqua corrente 1. Quindi pelate il gambo con un pelapatate per eliminare la parte più esterna e filamentosa 2; poi tagliate la parte finale dei gambi, quella più dura, pareggiandoli 3. Per queste operazioni potete anche consultare la scheda della Scuola di cucina: come pulire gli asparagi.

Ora legate gli asparagi con spago da cucina 4. In una asparagera o in una pentola stretta dal bordo alto, versate dell'acqua per 3/4, salate e aggiungete gli asparagi 5 per lessarli. Poneteli in verticale lasciando le punte appena fuori dall’acqua (si cuoceranno con il vapore) 6. Fate cuocere per circa 20 minuti.

Passato il tempo necessario, scolateli 7 e lasciateli intiepidire in una terrina 8. Poi trasferite gli asparagi su un tagliere e riduceteli a tocchetti, tenendo da parte le punte 9.

Ora che avete pronte le parti degli asparagi 10 ponete in un mixer i gambi a pezzetti 11 e aggiungete il pecorino e il parmigiano grattugiati e mescolati insieme 12.

Aggiungete anche i pinoli, il pepe e il sale 13. Quindi frullate il tutto per ottenere una crema omogenea, poi fermate il mixer e aggiungete l'olio 14; fate andare ancora le lame per qualche minuto per creare una crema densa e omogenea. Trasferite la crema ottenuta in una larga padella e tenete da parte per la mantecatura finale. Intanto in una pentola capiente aggiungete l'acqua, salate a piacere e portate a bollore. Quindi versate le reginette 15.

Lessatele per il tempo indicato sulla confezione e scolatele ancora al dente 16 nella padella dove avevate precedentemente versato il pesto di asparagi 17, accendete il fuoco a fiamma moderata e mantecate per qualche secondo la pasta 18.

Aggiustate con il pepe a piacere 19, versate le punte di asparagi che avevate messo da parte 20 e servite le vostre deliziose reginette al pesto di asparagi bianchi ben calde 21!

Conservazione

Le reginette al pesto di asparagi bianchi sono ottime se consumate appena fatte.
Potete conservarle in frigorifero, in un contenitore ermeticamente chiuso o ben coperte con pellicola trasparente per 1 giorno al massimo.
Potete conservare il pesto di asparagi bianchi ben chiuso in un contenitore ermetico per 2-3 giorni.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Potete realizzare il pesto di asparagi anche con normali asparagi verdi, meno croccanti e dal gusto più deciso, oppure variare il formato di pasta a vostro piacere. Potete aggiungere ai pinoli anche le mandorle pelate o a lamelle!

14 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Cristina
    domenica 01 maggio 2016
    Posso usare le mandorle al posto dei pinoli?
  • Barbara
    mercoledì 20 aprile 2016
    Ho aggiunto due ingredienti all'impasto: un pizzico di aglio in polvere e uno di cumino sempre in polvere. Da leccarsi i baffi. Non si direbbe, ma gli asparagi si legano molto bene all'aglio, io li cucinò a pezzi in aglio olio e peperoncino e vengono buonissimi. Io amo molto anche le spezie, e quindi le aggiungo un po ovunque... poi comunque è questione di gusti.
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo