Risolatte allo zafferano

PRESENTAZIONE

Prendete un dolce rustico e semplice come il risolatte, una tipica merenda casalinga, aggiungete qualche ingrediente stuzzicante e insolito e otterrete il nostro risolatte allo zafferano. Grazie a un sapiente mix di spezie e aromi abbiamo dato vita a un dessert al cucchiaio dal gusto raffinato, perfetto per chiudere in dolcezza una cena in compagnia o più semplicemente per concedersi una coccola golosa. Qualche pistillo di zafferano donerà un acceso color oro insaporendo delicatamente il dolce, una manciata di semi di finocchio conferiranno invece una piacevole nota fresca e, per finire, una croccante guarnizione di mandorle tostate completerà queste delizie. Venite a scoprire nuovi orizzonti di sapori con il nostro risolatte allo zafferano!

Leggi anche: Risolatte

INGREDIENTI

Ingredienti per 6 bicchieri da 150 ml
Riso vialone nano 300 g
Latte di mandorle (latte di mandorle crude non dolcificato) 1,5 l
Zafferano in pistilli 0,3 g
Zucchero 85 g
Baccello di vaniglia ½
Semi di finocchio 1 cucchiaio
Sale fino q.b.
per guarnire
Mandorle in scaglie 20 g
Zafferano in pistilli q.b.
Preparazione

Come preparare il Risolatte allo zafferano

Per preparare il risolatte allo zafferano cominciate dall’infusione. Incidete il baccello di vaniglia e raschiate i semi 1. Quindi spostatevi ai fornelli e versate in una pentola il latte di mandorle 2. Poi unite i semi di finocchio 3,

la bacca 4 e i suoi semi 5 e lasciate scaldare insaporire il tutto per 10 minuti a fuoco basso, senza che raggiunga mai il bollore. A questo punto filtrate il liquido utilizzando un colino a maglie strette 6, in questo modo potrete scartare il finocchietto e la bacca di vaniglia.

Versate lo zucchero nel latte 7, aumentate la temperatura fino a sfiorare il bollore mentre mescolate con una spatola per far sciogliere lo zucchero 8. Aggiungete il riso 9

e cuocete per 25 minuti mescolando di tanto in tanto a fuoco medio 10, il composto non dovrà mai essere a bollore, altrimenti il liquido si asciugherà troppo in fretta. Trascorso il tempo indicato unite i pistilli di zafferano 11, conservandone qualcuno per la decorazione, e continuate a mescolare di tanto in tanto lasciando cuocere per altri 25 minuti. Complessivamente il risolatte cuocerà in circa 50 minuti: a fine cottura dovrà risultare morbido e cremoso, più o meno come un budino 12.

Nel frattempo versate in padella le lamelle di mandorle 13 e tostatele a fiamma viva 14, saltatele spesso per evitare che brucino. Dividete il composto in 6 bicchieri della capienza di 150 ml 15.

Quindi guarnite i bicchieri con le lamelle tostate 16 e qualche pistillo 17. Ecco pronti i vostri bicchierini di risolatte allo zafferano, non vi resta che gustarli 18!

Conservazione

Il risolatte allo zafferano si conserva per 2-3 giorni in frigorifero. Si sconsiglia la congelazione per preservarne la consistenza.

Consiglio

Assicuratevi di non utilizzare del latte di mandorla dolcificato, altrimenti il vostro risolatte allo zafferano potrebbe risultare stucchevole. In alternativa provate a ridurre sensibilmente la quantità di zucchero, potrete poi aggiungerlo al bisogno. Per dare un tocco di cremosità in più potrete aggiungere una noce di burro a fine cottura o, per una versione senza lattosio, della margarina.

3 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • fra
    venerdì 26 ottobre 2018
    potrebbe essere fatta una base nel bicchiere di biscotti e burro tipo cheesecake?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 26 ottobre 2018
    @fra: Ciao, risulterebbe magari un po' troppo pesante però se preferisci puoi provare.
  • Floriana
    martedì 23 ottobre 2018
    è possibile aggiungere il cacao al posto dello zafferano per renderlo più appetibile per i bimbi? in che dosi? grazie
    Redazione Giallozafferano
    martedì 23 ottobre 2018
    @Floriana: Ciao, ti consiglieremmo di realizzare il risolatte classico che trovi sul nostro sito: Risolatte!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo