Risotto ai carciofi

PRESENTAZIONE

Il risotto ai carciofi è un primo piatto molto delicato e allo stesso tempo semplice da preparare.
Il tipico sapore amarognolo dei carciofi viene qui esaltato con l’aggiunta di pochi ingredienti semplici ma che rendono questa portata avvolgente e molto gustosa.
I cuori di carciofo, saltati pochi minuti in padella, vengono aggiunti al risotto a metà cottura, per preservarne la morbidezza e l'integrità, in modo da poterli gustare piacevolmente ad ogni assaggio!
Esistono numerose varianti di risotto, un primo piatto sempre ben accolto in tavola, soprattutto nella stagione autunnale o invernale, che da grandi soddisfazioni sia a chi lo prepara che ai commensali!
Questa raffinata versione del risotto con i carciofi è adatta anche in un’occasione speciale, magari accompagnato da un buon vino bianco fermo: il successo è garantito e i vostri ospiti chiederanno volentieri il bis!

INGREDIENTI

599
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per il risotto
Riso Carnaroli 320 g
Brodo vegetale 1 l
Grana Padano DOP da grattugiare 50 g
Olio extravergine d'oliva 20 g
Scalogno 1
Vino bianco fermo 200 g
Timo 1 rametto
Burro 30 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Per i carciofi
Carciofi (circa 4 teste) 400 g
Olio extravergine d'oliva 30 g
Aglio 1 spicchio
Scalogno 1
Timo 3 rametti
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare il Risotto ai carciofi

Per preparare il risotto ai carciofi, iniziate a fare il brodo vegetale.
Pulite e tagliate ora i carciofi ma prima di toccarli proteggete le mani con dei guanti in lattice o strofinando sulla pelle del limone per evitare che diventino nere.
Togliete le foglie esterne più spesse 1 fino ad arrivare a quelle tenere, poi , con un coltello, recidete le sommità più dure e privateli anche del gambo 2. Pelate ora i gambi eliminando la parte esterna più filamentosa, quindi tagliateli a cubetti 3 e teneteli separati dal resto in una bacinella riempita con acqua e limone per non farli annerire.

Tagliate ora i cuori di carciofo a metà, privateli della barbetta interna e riduceteli in quarti 4. Immergete anche questi in una bacinella riempita con acqua e succo di limone 5. Mondate e tritate finemente gli scalogni 6, separatamente: uno vi servirà per la cottura dei carciofi e uno per il soffritto del risotto.

In una padella antiaderente irrorata di olio extravergine di oliva fate soffriggere lo spicchio d’aglio senza privarlo della pelle 7 e, a rosolatura completata, rimuovetelo 8. Aggiungete all’olio caldo il trito di uno scalogno e lasciatelo soffriggere qualche secondo 9.

A questo punto irrorate le cipolle con un mestolo di brodo vegetale 10 e aggiungete i quarti di carciofo 11, che farete cuocere a fuoco dolce per 10-15 minuti. Se notate che si asciugano troppo, aggiungete poco brodo. Una volta cotti, aggiustate di sale e pepe 12,

tritate il timo e aggiungete anche questo 13. Tenete da parte i cuori di carciofo cotti.
Iniziate ora il risotto. In un tegame irrorato di olio extravergine di oliva fate soffriggere il rimanente trito di scalogno 14 e quando sarà imbiondito aggiungete il riso 15.

Mescolatelo un paio di minuti per farlo tostare bene e a questo punto sfumatelo con il vino bianco 16. Aggiungete i gambi di carciofo a cubetti 17 e iniziate ora ad aggiungere il brodo vegetale poco alla volta mantecando costantemente 18: il riso impiegherà in tutto circa 15 minuti e usate solo la quantità di brodo necessaria.

A metà cottura, quindi dopo una decina di minuti circa, aggiungete i carciofi cotti in precedenza 19 e proseguite la cottura aggiungendo poco brodo alla volta e mescolando 20. Quando il riso è cotto spegnete il fuoco. Mantecate il risotto con il burro e il Grana Padano grattugiato 21,

quindi aggiustate di pepe e sale 22 e ultimate con il timo spezzettato grossolanamente 23. Potete impiattare il vostro risotto ai carciofi 24: servitelo subito!

Conservazione

Potete conservare il risotto in frigorifero per 2-3 giorni: fatelo raffreddare e chiudetelo in un contenitore ermetico o coperto con pellicola trasparente.
Se avete usato solo ingredienti freschi non decongelati potete congelare il risotto raffreddato, sempre in un contenitore ermetico.

Consiglio

Per ottenere un risotto ai carciofi più ricco potete aggiungere dei cubetti di pancetta e, volendo, conferire una nota piccante sminuzzando un peperoncino fresco.

CUCINARE HA UN SAPORE MERAVIGLIOSO

Se una forma di formaggio ci racconta di un aroma fragrante, di un sapore delicato, del piacere di sperimentare in cucina, allora sì, è Grana Padano DOP. Un formaggio gustoso e genuino per scoprire accostamenti insoliti e piatti originali. Grana Padano rende ogni tuo piatto speciale, perché cucinare ha un sapore meraviglioso, scopri le ricette che puoi realizzare

78 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Find50
    lunedì 25 marzo 2019
    mantecandolo
  • Find50
    lunedì 25 marzo 2019
    lo faccio spesso mantenendolo con ricotta mustia sia fresca che da grattugia. provatelo
22 FATTE DA VOI
Merypi94
risotto ai carciofi
Tosca Maria
slurp 😋
valefabri
Risotto con carciofi
LetiziaI
Cremoso e con un ottimo sapore
roxy01
Risotto ai carciofi con aggiunta di gamberi🤤
Mirjana 78
Buonissimo!! 😍