Risotto al Barolo

PRESENTAZIONE

Se pensiamo al Piemonte, viene subito alla mente una terra dalla storica e ben definita cultura culinaria, con ingredienti pregiati e dal gusto deciso. Un segno distintivo della cucina piemontese? I vini, come il Barolo. Un calice di questo pregiato nettare delle Langhe è inebriante: il suo sapore asciutto e robusto è perfetto non solo da sorseggiare accompagnando succulenti piatti di carne ma anche per l’utilizzo in primi piatti, meglio se in preparazioni semplici che ne esaltino le naturali note aromatiche. Il risotto al Barolo che vi proponiamo oggi infatti ci ha colpito con la sua semplicità: ingredienti rigorosamente di qualità, daranno vita ad un piatto d'effetto che vi garantirà l’applauso dei vostri amici!

Leggi anche: Brasato al Barolo

INGREDIENTI
546
CALORIE PER PORZIONE
Riso Carnaroli 320 g
Barolo 200 g
Brodo di carne 1 l
Porri 40 g
Olio extravergine d'oliva 30 g
Burro 45 g
Alloro 1 foglia
Grana Padano DOP grattugiato 40 g
Sale fino q.b.
Preparazione

Come preparare il Risotto al Barolo

Per preparare il risotto al Barolo iniziate preparando il brodo di carne. Intanto mondate il cipollotto ed eliminatene i gambi 1: riducete ora la verdura in un trito molto fine 2. Fate sciogliere in un tegame dal fondo antiaderente 30 g di burro con l’olio a fuoco molto dolce 3.

Quando il burro sarà completamente fuso, fatevi rosolare il cipollotto 4 continuando a mescolare per farlo cuocere in maniera uniforme: ci vorranno circa 6 minuti perchè il cipollotto dovrà risultare quasi completamente “sciolto”. Quindi tostate il riso per circa 3-4 minuti 5, mescolando continuamente 6.

Versate il Barolo 7 e, quando sarà parzialmente evaporato, cominciate ad unire il brodo 8: continuate a mescolare per evitare che il riso si attacchi al fondo del tegame. Profumate il risotto aggiungendo una foglia di alloro lavata e asciugata 9.

Lasciate assorbire il brodo 10 e, ogni volta che il precedente mestolo di liquido è stato assorbito, aggiungetene un altro 11 fino a ottenere la cottura ottimale del riso. Ci vorranno circa 15-20 minuti. Aggiustate solo in ultimo di sale per regolarvi meglio sulla sapidità del risotto. Infine spegnete il fuoco e, aiutandovi con le pinze da cucina, eliminate la foglia di alloro 12.

Aggiungete 15 g di burro 13 e il formaggio 14 per la mantecatura. Mescolate con cura gli ingredienti in modo che si sciolgano e si amalgamino profumando la preparazione. Infine impiattate il vostro risotto al Barolo e deliziate i vostri commensali 15!

Conservazione

Il risotto al Barolo è un primo piatto profumato che andrebbe consumato appena pronto. Se dovesse avanzare potete conservarlo in frigorifero ben chiuso in contenitore ermetico per al massimo 2 giorni.

Sconsigliamo di congelare.

Consiglio

Il segreto per un risotto al Barolo perfetto? Il vino ovviamente! Sceglietelo con cura, molto aromatico e profumato. Aprite la bottiglia e degustatene alcuni sorsi: non dovrà mai sentirsi nemmeno un leggero sentore di tappo poiché in quel caso la cottura con il risotto ne esalterebbe il retrogusto.

Se volete dare un sapore ancora più intenso al vostro risotto potete sostituire il gusto più delicato del cipollotto a quello più deciso della cipolla.

13 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • b.vale5
    mercoledì 17 gennaio 2018
    Fatto!! davvero buonissimo
  • Simo11989923
    martedì 26 settembre 2017
    Il brodo fatto con il semplice dado può far sì che venga comunque un buon piatto?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 27 settembre 2017
    @Simo11989923:Ciao Simo, per avere una buona resa in termini di gusto ti consigliamo di prediligere il brodo di carne fatto in casa.
1 FATTA DA VOI
carloch
Risotto al barolo
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo