Risotto alla birra con culatello e robiola

/5

PRESENTAZIONE

Si dice che una volta la birra fosse il nettare degli Dei, come mai? Una bevanda alcolica, ma non troppo, con sapori, sentori, profumi e persino consistenze differenti. Una vera poesia per il palato, bisogna solo saper trovare quella preferita dal nostro. E se pensate che la birra possa essere soltanto bevuta e non usata in cucina allora stiamo per stupirvi. La ricetta di oggi infatti è il risotto alla birra con culatello e robiola, un vero tripudio di gusto e consistenza. Formaggio e insaccato stanno bene ma hanno bisogno di una piccola parte acida che sgrassa la bocca e prepara il palato al boccone successivo. Ed ecco che corre in soccorso proprio la birra. In particolare la Weiss, o anche Blanche, che con le sue note fruttate, agrumate e fresche hanno la capacità di ristabilire il palato. Il risotto alla birra con culatello e robiola, ve lo dicevamo, sarà una vera sorpresa. E ora che avete imparato a utilizzare la birra in cucina sarete sicuramente pronti per marinare il tofu o per sorseggiare addirittura uno spritz rivisitato!

Preparazione

Come preparare il Risotto alla birra con culatello e robiola

Per preparare il risotto alla birra con culatello e robiola cominciate mettendo subito in caldo il brodo vegetale. Continuate spellando la cipolla, tritatela al coltello e fatela stufare in una casseruola con il burro: abbiate cura di lasciarla sudare a fiamma bassa così non brucerà. Se necessario, potrete aggiungere qualche cucchiaio di brodo caldo. Appena sarà trasparente, toglietela dalla casseruola e tenetela da parte. Al suo posto versate il riso e fatelo tostare per 30 secondi. Sfumate con la birra e appena sarà evaporata, aggiungete la cipolla e poco brodo alla volta, mescolando, finché avrete portato il riso a cottura aggiustando di sale a piacere. Intanto dedicatevi al culatello. Tagliatelo a listarelle sottili e quando il riso sarà al dente, toglietelo dal fuoco e aggiungete la robiola, il parmigiano e un cucchiaio di brodo. Coprite con il coperchio e fate riposare per un paio di minuti. Mescolate bene e poi versate nei piatti aggiungendo qualche listarella di culatello e l’erba cipollina tagliuzzata. Ecco pronto il vostro risotto alla birra con culatello e robiola: buon appetito!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito il risotto alla birra con culatello e robiola, eventualmente potrete conservarlo in frigo per un paio di giorni.

Consiglio

Un tocco gourmet per il vostro risotto alla birra con culatello e robiola? Provate ad aggiungere qualche cubetto di pera fresca!