Risotto alla zucca

/5

PRESENTAZIONE

Risotto alla zucca
Ricetta Podcast
Durata 2:57 - Passaggi 7
Ascolta

Il risotto alla zucca è una vera e propria istituzione della cucina italiana: un primo piatto a base di zucca che racchiude tutto il calore delle cotture lente, dei sapori genuini, del buon profumo che sa di casa. Una pietanza di origini contadine, come molti tra i migliori piatti della nostra tradizione: solo intuizione, pratica e fantasia hanno saputo trasformare la zucca e il riso in un piatto oggi celebrato dai gastronomi e amato dagli intenditori. Cosa c’è di così speciale in un risotto alla zucca, cosa lo rende irresistibile? La sua semplicità, ci verrebbe da rispondere; una semplicità che racchiude saggezza, cura, gesti immutabili, necessari, privi di frivolezze pompose: la tostatura del riso, che ne impermeabilizza i chicchi e regala loro una straordinaria tenuta di cottura. La cottura seguita passo passo, un mestolo di brodo per volta, perché un riso lesso è diverso da un risotto. La mantecatura, quel momento in cui l’amido trasforma i rimasugli di brodo in una cremina che poi il burro rende lucida e fondente. Tanti piccoli gesti d’altri tempi, che rendono questo piatto una delizia capace di conquistare tanto i palati più raffinati quanto gli amanti dei sapori semplici e genuini. Un piatto perfetto per tutte le occasioni, dalla cena per due alla festa di Halloween, ottimo da arricchire anche con speck, gorgonzola o salsiccia. Seguite il nostro passo-passo: anche per voi il risotto alla zucca non avrà più segreti!

Preparazione

Come preparare il Risotto alla zucca

Per cucinare il risotto alla zucca, cominciate preparando un brodo vegetale leggero, che utilizzerete per portare il riso a cottura. Tagliate le verdure, mettetele in una casseruola capiente, coprite con acqua e regolate di sale 1. Coprite con un coperchio, portate a ebollizione e fate cuocere per circa 1 ora. Filtrate il brodo (2-3) e tenetelo in caldo.

Passate quindi alla zucca: pulitela, tagliatela a fettine 4 e da esse ricavate dei piccoli dadini 5. Tritate finemente la cipolla 6

e ponetela in un tegame largo in cui avrete fatto scaldare l’olio 7. Lasciate soffriggere la cipolla a fuoco dolcissimo per circa 10 minuti, fino a quando non risulterà così tenera da sciogliersi 8. A quel punto aggiungete la zucca 9 e rosolatela per alcuni minuti, mescolando per non farla attaccare.

Cominciate poi ad aggiungere un mestolo di brodo 10, e aggiungetene altro, poco a poco fino a portare a cottura la zucca (circa 20 minuti): dovrà risultare ben tenera e cremosa 11. A parte, scaldate una larga padella e buttatevi il riso per farlo tostare 12. Utilizziamo il metodo a secco perché la tostatura del riso, indispensabile perché poi i chicchi tengano la cottura, non può avvenire in un ambiente umido come quello creatosi nel tegame con la zucca.

 Tostate quindi il riso a fuoco alto fino a renderlo opalescente, girandolo spesso per non farlo scottare. Ci vorranno 2-3 minuti. Sfumate quindi con il vino bianco 13 e mescolate immediatamente per non far attaccare. Appena il vino sarà completamente evaporato versate il riso nel tegame con la zucca 14. Mescolate bene per amalgamare i sapori ed impedire al riso di attaccarsi 15.

Appena il risotto comincia ad asciugarsi, aggiungete un mestolo di brodo ben caldo 16, e proseguite via via aggiungendo il successivo solo quando il precedente sarà stato assorbito, fino al raggiungimento del giusto grado di cottura. Ci vorranno 15-20 minuti a seconda del riso utilizzato. Verso fine cottura regolate di pepe e di sale 17. Infine, a fuoco spento, mantecate con il burro 18

e il parmigiano grattugiato 19. Amalgamate con cura 20, quindi aggiungete un ultimo mestolo raso di brodo se preferite un risotto più cremoso (“all’onda”). Lasciate rapprendere un minuto prima di impiattare e gustare 21!

Conservazione

Conservate il risotto alla zucca, chiuso in un contenitore ermetico e posto in frigorifero, per 1-2 giorni al massimo.

Consiglio

Se volete rendere più speziato il vostro risotto, aggiungete un tocco di zenzero o cannella!
E per un risultato extra cremoso, provate a sostituire il Parmigiano con del taleggio!

Con Curtiriso il risotto è sempre un successo.

Curtiriso, il grande classico italiano, è il tuo alleato in cucina dal 1875 ed è perfetto per ogni tua ricetta. Prova anche i nostri sfiziosi snack! Scopri di più!

ASCOLTA
STAMPA
/5
COMMENTI445
  • ireneee.22
    sabato 03 ottobre 2020
    cosa posso usare al posto del vino bianco?
    Redazione Giallozafferano
    sabato 03 ottobre 2020
    @ireneee.22: ciao! se preferisci puoi ometterlo.
  • laura.ribeiro1990
    martedì 08 ottobre 2019
    Dopo si puo congelare ?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 09 ottobre 2019
    @laura.ribeiro1990:Ciao, sconsigliamo di congelare il risotto dopo la cottura, se ti avanza puoi conservarlo in frigo e realizzare poi un gustoso sformato da gratinare in forno con prosciutto e formaggio filante.
  • ziailly
    lunedì 11 febbraio 2019
    posso usare la zucca surgelata? in che quantità? grazie
    Redazione Giallozafferano
    martedì 12 febbraio 2019
    @ziailly: Ciao, ti consigliamo di utilizzare indicativamente la stessa dose anche se non avendo provato non possiamo essere più precisi. Inoltre considera che la zucca congelata potrebbe rilasciare acqua in cottura.
  • maris88
    venerdì 19 ottobre 2018
    Ciao! 600 grammi di zucca già pulita?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 19 ottobre 2018
    @maris88: Ciao, il peso si riferisce alla zucca intera, da pulire.