Risotto allo Champagne e scampi

PRESENTAZIONE

Tra i primi piatti pregiati che non possono mancare nel menu delle feste i risotti hanno un posto d'onore!Dal tradizionale risotto ai frutti di mare al più stravagante risotto alla liquirizia, la lista è lunga e gustosa!Il risotto allo champagne e scampi è una di queste ricette,  particolarmente raffinata e ricca, che non si prepara tutti i giorni e per questo adatta alle grandi occasioni, come i pranzi o i cenoni delle feste natalizie. Per l'accostamento molto delicato, ma allo stesso tempo saporito, fra il frizzante champagne e gli scampi, questo risotto è entrato, col passare del tempo, a far parte di quelle ricette puramente tipiche del periodo che va da Natale a Capodanno. Il risotto allo champagne e scampi è un' idea originale e allo stesso tempo semplice  da realizzare, che vi farà fare un figurone in tavola!

Leggi anche: Risotto allo Champagne

INGREDIENTI

Ingredienti per il risotto
Riso Carnaroli 320 g
Scalogno 1
Sale fino q.b.
Burro 80 g
Prezzemolo 1 ciuffo
Champagne 750 ml
per gli scampi
Scampi 12
Aglio 2 spicchi
Pepe nero q.b.
Olio extravergine d'oliva 2 cucchiai
per il brodo di scampi
Brandy 40 ml
Olio extravergine d'oliva circa 3 cucchiai
Sale fino q.b.
Scalogno 1
Scampi (scarti) q.b.
Acqua 250 ml
Preparazione

Come preparare il Risotto allo Champagne e scampi

Per preparare il risotto allo Champagne e scampi iniziate dalla pulizia di questi ultimi: staccate la testa degli scampi 1 ed eliminate il filo nero dell'intestino 2. Praticate due tagli laterali nella corazza posta sul ventre dei crostacei ed estraetene la polpa 3. Mettete da parte la polpa degli scampi e tritate grossolanamente le carcasse che vi serviranno per preparare il brodo con cui irrorare il riso durante la cottura.

Per preparare il brodo di crostacei, prendete un tegame, aggiungete 2 cucchiai di olio e lo scalogno tritato finemente 4 quindi aggiungete le carcasse e fatele rosolare 5.  Sfumate con il brandy 6 (o cognac in alternativa) e fatelo fiammeggiare.

Allungate il brodo di crostacei con 250 ml di acqua calda 7 e lasciate cuocere per 10 minuti a fuoco basso 8, coprendo con un coperchio. Aggiustate di sale quindi, una volta pronto, filtrate il brodo e tenetelo da parte 9.

Nel frattempo, tagliate la polpa degli scampi a pezzetti 10 e fateli soffriggere in una padella contenente 2 cucchiai di olio e l'aglio schiacciato 11. Fate cuocere per 2 minuti, poi pepate, spegnete il fuoco e tenete al caldo 12.

A questo punto procedete con il risotto: in un tegame capiente mettete 50 gr di burro a fondere e aggiungete lo scalogno tritato 13, lasciatelo appassire e poi unite il riso 14. Fate tostare per qualche minuto e aggiungete poco alla volta lo Champagne (a temperatura ambiente) , fino a terminare la bottiglia 15.

Continuate la cottura del riso, aggiungendo il brodo di crostacei filtrato poco alla volta, fino all’esaurimento e all’avvenuta cottura del riso (16-17). Quando il riso sarà al dente, aggiungete la polpa degli scampi 18 e amalgamate.

Spegnete il fuoco e poi aggiungete il burro rimasto (30 g) insieme ad una generosa manciata di prezzemolo tritato (19-20), quindi mantecate 21. Impiattate il risotto allo champagne e scampi cospargendolo con un po’ di pepe e ancora del prezzemolo tritato. Volendo guarnite il risotto allo champagne con un scampo intero che avrete fatto dorare nel burro per qualche minuto e poi salato e pepato.

Conservazione

Potete conservare il risotto allo Champagne e scampi in un contenitore ermeticamente chiuso in frigorifero per un paio di giorni.

Curiosità

Una piccola curiosità sullo champagne: inizialmente, il noto vino francese, era disponibile solo in versione dolce e, per questo motivo veniva servito lontano dai pasti o come accompagnamento ai dessert, mentre al giorno d’oggi, con la scoperta del Brut, lo champagne viene bevuto anche come accompagnamento ad una buona cena.

Consiglio

Barbatrucco che salva gusto e finanze: lo champagne rende questo risotto speciale ma, dato il costo, potete sostituirlo senza troppi rimpianti con un prosecco o un vino bianco (non dolce, mi raccomando), con i quali potrete accompagnare il piatto, come vuole la tradizione.

78 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • pietro...
    martedì 09 aprile 2019
    Invece del prosecco (uno spumante troppo fruttato) usate un metodo classico, in Italia ne abbiamo tanti, dai Franciacorta agli Slta Langa, ai trentini, costa un po’ di più ma sostituisce degnamente uno Champagne!
  • nicola
    venerdì 04 gennaio 2019
    l ho provato sostituendo lo champagne con un buon prosecco. Quasi non commestibile. Si sentiva troppo l aspro del vino. Tuttavia lo riproverò diminuendo decisamente le dosi indicate relative al prosecco in cottura.
    Redazione Giallozafferano
    sabato 05 gennaio 2019
    @nicola: Ciao, ci dispiace che il risultato non sia stato di tuo gradimento... probabilmente è dipeso dalla qualità del vino. La prossima volta puoi puoi prendere spunto dalla nostra ricetta del risotto allo champagne dove utilizziamo una dose minore di vino smiley
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo