Risotto con pasta di salame e Bonarda

PRESENTAZIONE

Profumi e sapori lombardi in questa ricetta! Il risotto con pasta di salame e Bonarda è fatto con ingredienti tipici dell'Oltrepò pavese: il vino rosso Bonarda, dal colore e gusto intenso, e la pasta di salame fresca, alla base dei buonissimi salumi della zona.
La pasta di salame è un macinato di carne di maiale arricchita con grani di pepe interi; se non la trovate potete sempre sostituirla con della salsiccia fresca tipica della vostra regione.
Preparare il risotto con pasta di salame e Bonarda è facile e veloce: un soffritto di cipolla, riso tostato per qualche minuto, pasta di salame ben rosolata e cottura con il Bonarda e brodo di carne!
In venti minuti avrete preparato un piatto gustoso e saporito, da gustare in compagnia con un bel bicchiere di vino!

Leggi anche: Coppette di pasta fillo con patate e briciole di salame

INGREDIENTI
Riso Carnaroli 320 g
Pasta di salame 300 g
Bonarda Oltrepò pavese DOC 180 ml
Cipolle rosse 80 g
Grana Padano DOP da grattugiare 40 g
Burro 20 g
Brodo di carne 1 l
Olio extravergine d'oliva 2 cucchiai
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Prezzemolo da tritare (facoltativo) q.b.
Preparazione

Come preparare il Risotto con pasta di salame e Bonarda

Per preparare il risotto con pasta di salame e Bonarda, tagliate finemente una cipolla rossa e fatela soffriggere, in una pentola capiente, con un paio di cucchiai d’olio extravergine d’oliva 1. Aggiungete un mestolo di brodo di carne e fate stufare per circa 5 minuti, fino a quando risulterà morbida 2. A questo punto unite la pasta di salame 3,

sgranatela con l’aiuto di un mestolo 4 e cuocetela fino a che non risulterà dorata. Fate quindi tostare il riso per circa 5 minuti a fuoco vivo 5, sfumate con il Bonarda e subito dopo abbassate l’intensità della fiamma 6.

Continuate a cuocere il riso, aggiungendo un mestolo di brodo alla volta 7, non prima che il precedente sia stato assorbito dal riso, mescolando continuamente. Terminata la cottura del riso, togliete la pentola dal fuoco e mantecate con burro, grana grattugiato e prezzemolo fresco 8. Ecco pronto il vostro risotto con pasta di salame e Bonarda 9: sentirete che buono!

Conservazione

Potete conservare il risotto in frigorifero in un contenitore ermeticamente chiuso per un paio di giorni.
Si sconsiglia la congelazione.

Curiosità

Il Bonarda è un vino prodotto da un vitigno di uva nera, diffuso sia in Piemonte, dove si produce la Bonarda piemontese, che in Lombardia. Il nome Bonarda sembra derivare da i due termini longobardi Bono e Hard, cioè forte e coraggioso.
Il Bonarda prodotto nell'Oltrepò pavese viene fatto in realtà con uva croatina: croatina deriva dal termine dialettale "croatta", cioè cravatta e indicava che il vino prodotto con quest'uva era bevuto nei giorni di festa, proprio quando si indossava la cravatta.

Consiglio

La pasta di salame, vera delizia, è indigena dell'Oltrepò pavese e, ahimè, quasi introvabile fuori dalla Lombardia. Nell'attesa che i produttori si organizzino per esportare questa prelibatezza worldwide, se vivete in altre regioni vi consiglio di sostituirla con una delle salsicce tipiche della vostra zona: scoprirete un nuovo modo per declinare un sapore locale!

18 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Made66
    venerdì 02 novembre 2018
    Mio padre l ha sempre fatto usando solo burro, sia per tostare il riso che per mantecarlo.
  • ottimo
    sabato 05 novembre 2016
    sono tornato da lavoro e nel pomeriggio grazie a giallo zafferano ho letto la ricetta essendo delle colline d'oltrepo l'avevo sempre assaggiato cucinato da altri stasera l'ho fatto io per provare ed é venuto buonissimo grazie a tutti per l'idea in una sera piovosa di novembre
    Redazione Giallozafferano
    domenica 06 novembre 2016
    @ottimo : Ciao, era talmente buono che come Nome per lasciare il commento hai inserito Ottimo! smiley siamo molto contenti!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo