Rose di Carnevale

PRESENTAZIONE

A Carnevale si sa, ogni fritto è concesso! Non si vede l’ora che arrivino quei giorni speciali tra carri maestosi, costumi ma soprattutto tante leccornie dedicate alla festa più scherzosa e golosa dell’anno. Insieme a mascherine e travestimenti, i dolci fritti sono parte integrante della tradizione. Noi abbiamo provato tutte queste delizie: chiacchiere, cassatelle, castagnole, zeppole, ravioli, tortelli, bugie e per allungare ancora di più la nostra ghiotta lista vi proponiamo un’altra ricetta invitante: le rose di Carnevale. Questi simpatici bocconcini fritti, con un semplice assemblamento della sfoglia e la complicità della frittura, assumeranno l’accattivante forma a bocciolo di rosa, così potrete donare un fiore fragrante da gustare che sarà senza dubbio lo scherzo più dolce del Carnevale!

Leggi anche: Tortelli di Carnevale

INGREDIENTI

Ingredienti per 8 rose
Farina 00 240 g
Zucchero 20 g
Uova (circa 2 medie) 120 g
Burro morbido 20 g
Vino bianco 12 g
Olio di semi di arachide q.b.
Zucchero a velo q.b.
Ciliegie candite 8
per la crema
Latte intero 200 g
Uova (1 medio) 60 g
Zucchero 40 g
Amido di mais (maizena) 12 g
Scorza di limone 1
Preparazione

Come preparare le Rose di Carnevale

Per realizzare le rose di Carnevale iniziate dall’impasto: in una ciotola versate la farina, lo zucchero 1 e il burro ammorbidito 2 e sbriciolate il tutto con le mani. Aggiungete le due uova 3 e impastate amalgamando il tutto.

Aggiungete anche il vino bianco 4, continuate a impastare, spostate l’impasto sul piano da lavoro 5 e lavoratelo fin quando non otterrete un impasto liscio e ben amalgamato 6.

Ponete l’impasto in una ciotola, coprite con pellicola trasparente 7 e fatelo riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente. Intanto preparate la crema pasticcera: in una ciotola versate l’uovo, lo zucchero 8 e l'amido di mais 9,

con una frusta manuale amalgamate gli ingredienti 10, poi aromatizzate il composto con la scorza grattugiata di un limone non trattato 11. Ponete il latte a scaldare in un pentolino 12

e quando sarà caldo, versate il latte nella ciotola con il composto appena preparato 13, mescolate il tutto e riportate la crema sul fuoco 14. Continuate a mescolare la crema con una spatola finché non si sarà addensata per bene e trasferitela in una terrina 15,

coprendola con pellicola a contatto 16. Prima dell’utilizzo la crema dovrà risultare molto fredda. Una volta fredda trasferitela in una sacca da pasticcere munita di bocchetta rigata e riponetela in frigo fino a poco prima di farcire le rose. Recuperate l’impasto, infarinate leggermente il piano di lavoro e iniziate a stendere l’impasto con un mattarello 17. Stendete l’impasto, ottenendo una sfoglia di 1 millimetro e mezzo di spessore 18 (si raccomanda di rispettare lo spessore indicato per ottenere un buon risultato).

Coppate la sfoglia ottenuta con tre coppa pasta a forma di fiore rispettivamente di 10 cm, 8,5 cm e 5 cm di diametro 19, ottenendo così 24 fiori 20: 8 fiori da 10 centimetri, 8 da 8,5 centimetri e 8 da 5 centimetri. Iniziate a scaldare l’olio di semi, che dovrà raggiungere una temperatura pari a 140° da misurare con un termometro da cucina. Aiutandovi con un pennellino e pochissima acqua, spennellate la parte centrale del fiore più grande 21,

incollate sopra il fiore della misura media in modo che i petali non coincidano ma siano alternati 22, spennellate di nuovo la parte centrale e incollate il fiore più piccolo, anche in questo caso non fate coincide i petali così da creare un motivo alternato 23. Otterrete così 8 rose composte dai tre fiori di dimensioni diverse. Una volta raggiunta la giusta temperatura, friggete le vostre rose una alla volta, immergendole nell’olio 24

e bloccandone il centro con il manico di un cucchiaio da minestra 25; in questo modo la rosa rimarrà perfettamente in forma. Basterà circa 1 minuto e mezzo a rosa per far sì che risulti dorata al punto giusto, a questo punto scolatela con la schiumarola 26 e adagiatela su un vassoio rivestito con carta assorbente. Fate intiepidire le vostre rose, cospargetele poi con pochissimo zucchero a velo 27,

farcitene il centro con la crema pasticcera 28 e posizionate su ogni rosa una ciliegina candita 29. Servite subito le vostre rose di Carnevale!

Conservazione

Conservate le rose non farcite in un sacchetto di carta o coperte con carta stagnola. Se farcite, conservatele in frigo e consumatele entro 2 giorni. E’ comunque preferibile consumarle al momento, poiché la cialda tenderebbe a perdere la sua caratteristica friabilità.

Consiglio

Una volta realizzati tutti i fiori, non potendo nuovamente impastare l’impasto ottenuto che per creare altre rose risulterebbe grinzoso, potrete comunque riutilizzarlo realizzando dei “mal tagliati” dolci da friggere e servire come deliziose cialdine da tuffare nel cioccolato fuso.

6 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • lupo26
    mercoledì 14 marzo 2018
    saranno sicuramente buonissimi. .
  • Vita
    venerdì 23 febbraio 2018
    @Redazione Giallozafferano: Grazie proverò e vi farò sapere.. Grazie
3 FATTE DA VOI
Anto-andrea
....Rose di carnevale...🎉🎊🎈con sopra amarene 😋
Candida75
Non avendo.tutti gli stampini giusti mi sono adattata
mari8698
😍
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo