Scarcelle pugliesi

/5
Scarcelle pugliesi
29
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 55 min
  • Dosi per: 4 pezzi
  • Costo: basso
  • Nota: + 30 minuti di riposo dell'impasto

Presentazione

In Puglia non è Pasqua senza le scarcelle, uno dei dolci più classici di questo periodo. Come la maggior parte delle ricette tradizionali dei dolci di Pasqua anche questa prevede l'utilizzo di ingredienti poveri e semplici come uova, farina, latte e olio che danno vita ad una pasta frolla speciale, spesso aromatizzata con la scorza del limone! La forma varia da paese a paese: deliziosi coniglietti, graziosi cestini o colombe stilizzate sono le più comuni, anche se la più originale rimane quella a "ciambella". La glassa di albume e zucchero che le ricopre è facoltativa, c'è chi non la preferisce e chi invece ricopre interamente le scarcelle, per poi decorarle con codette, perline colorate di zucchero e con le immancabili uova sode, segno di rinascita e simbolo pasquale. Per accontentare anche i più piccoli spesso l'uovo sodo viene sostituito con delle piccole uova di cioccolato o con delle uova bollite decorate insieme alle proprie mamme! Fateci sapere quali forme e decorazioni sceglierete per le vostre scarcelle pugliesi che renderanno speciali i vostri menu di Pasqua!

Ingredienti per l'impasto di 4 scarcelle

Zucchero 150 g
Farina 00 500 g
Uova (circa 1) 60 g
Olio extravergine d'oliva 100 g
Latte intero 100 g
Lievito in polvere per dolci 8 g
Scorza di limone 1

per la glassa

Albumi 50 g
Succo di limone 5 g
Zucchero a velo 200 g

per decorare

Codette colorate q.b.
Uova 4
Preparazione

Come preparare le Scarcelle pugliesi

Scarcelle pugliesi

Per preparare le scarcelle pugliesi iniziate dall'impasto: versate la farina su una spianatoia (1), aggiungete il lievito in polvere per dolci (2) e lo zucchero semolato (3).

Scarcelle pugliesi

Aromatizzate la scorza grattugiata del limone (4) (tenendo il limone da parte perchè dopo vi servirà per la glassa), unite l'uovo leggermente sbattuto (5) e iniziando ad impastare con le mani versate prima l'olio a filo (6)

Scarcelle pugliesi

e poi il latte (7). Una volta ottenuto un composto omogeneo ed elastico (8) dategli una forma sferica (9), quindi coprite con uno strofinaccio da cucina e lasciate riposare per 30 minuti a temperatura ambiente.

Scarcelle pugliesi

Nel frattempo occupatevi delle uova sode: ponete le uova in un tegame, coprite con acqua fresca e lasciatele cuocere per 9 minuti a partire dal bollore (10), poi raffreddatele sotto acqua corrente e tenetele da parte senza sgusciarle. Una volta che l'impasto delle scarcelle pugliesi avrà riposato aiutandovi con un tarocco dividetelo (11) in 12 porzioni da circa 75 g l'una. A questo punto utilizzando i polpastrelli (12) date a ciascun pezzo la forma di un filone

Scarcelle pugliesi

lungo circa 30 cm (13). Una volta ricavati 3 filoni uniteli pizzicando una delle estremità (14) e iniziate ad intrecciare le parti (15).

Scarcelle pugliesi

Una volta ottenuta una treccia unica (16) unite le due estremità dando alle scarcelle pugliesi una forma circolare, tipo ciambella (17). Proseguite allo stesso modo per i pezzi restanti fino a realizzare 4 scarcelle. Posizionatele su una leccarda da forno (18)

Scarcelle pugliesi

e sistemate l'uovo al centro (19). Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 50-55 minuti (potete provare in forno ventilato a160° 40-45 minuti circa) (20), se la frolla dovesse scurirsi troppo coprite con un foglio di carta argentata. Una volta cotte trasferite le scarcelle su una gratella e lasciatele raffreddare (21).

Scarcelle pugliesi

A questo punto iniziate a preparare la glassa: versate gli albumi in una ciotola e iniziando a montarli con uno sbattitore versate il succo di limone (22). Una volta ottenuto un composto spumoso iniziate ad aggiungere lo zucchero a velo poco alla volta (24) in modo da ottenere una consistenza molto cremosa (24).

Scarcelle pugliesi

Ricoprite le scarcelle con la glassa appena preparata (25) e decoratele con le codette colorate (26). Lasciate asciugare la glassa e servite le vostre scarcelle pugliesi (27).

per realizzare altre forme...

Scarcelle pugliesi

Se preferite realizzare altre forme, dopo che avrete lasciato riposare l'impasto delle scarcelle (1), aiutandovi con un mattarello stendetelo su un piano leggermente infarinato fino ad ottenere uno spessore di circa 0,8 cm (2), poi posizionate le sagome dei soggetti pasquali che avrete scelto (3)

Scarcelle pugliesi

e aiutandovi con un coltellino intagliate la pasta frolla seguendo il contorno (4). Trasferite delicatamente le vostre forme su una leccarda foderata di carta forno (5) e posizionate nella parte più grande l'uovo bollito (6).

Scarcelle pugliesi

Create due losanghe e adagiatele su ogni uovo incrociandole (7). Potete decorare con delle codette colorate (in alternativa una volta cotte potete procedere come per le ciambelline, ovvero lasciar raffreddare e poi ricoprire con la glassa, poi decorare come preferite!), Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per circa 20-25 minuti; una volta pronte sfornatele (9) e lasciate raffreddare su una gratella.

Conservazione

Le scarcelle pugliesi si possono conservare per 2-3 giorni sotto una campana di vetro.

L'impasto si può congelare per circa 1 mese avvolto in pellicola.

Consiglio

Potete dare alle scarcelle le forme che preferite, noi abbiamo scelto quelle più rappresentative pasquali e potete ricoprire con la glasse le forme per intero, decorando con le decorazioni alimentari che preferite!

Curiosità

Le scarcelle pugliesi, in qualsiasi forma si presentino sono caratterizzate dalla presenza di un uovo al centro spesso racchiuso da una croce di pasta frolla. Questa caratteristica è fortemente simbolica: rappresenterebbe il corpo di Cristo, che all'alba del giorno di Pasqua si liberò dal sepolcro risuscitando a vita eterna.

Leggi tutti i commenti ( 29 ) Le vostre versioni ( 6 )

Altre ricette

I commenti (29)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • GianluCuisine ha scritto: giovedì 05 aprile 2018

    Ciao! Si può usare la planetaria?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 05 aprile 2018

    @GianluCuisine: ciao! Nessun problema, utilizza la foglia! 

  • Francesca ha scritto: venerdì 14 aprile 2017

    stra buone ???? ???? ???? ???? ???? ???? ???? ???? le ho consigliate a tutti come un buon cibo per il risveglio

Leggi tutti i commenti ( 29 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

  • GianluCuisine
    #scarcedd ❤🐇
  • Terrycamy
    Le tradizioni di casa....
  • alicebonomi
    bene ma non benissimo

Ultime ricette

Dolci

La ciambella bicolore è un dolce soffice e profumato, perfetto per una merenda: l'aroma della vaniglia si incontra con il gusto intenso del cacao.

  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 25 min
  • Cottura: 50 min

Primi piatti

I ravioli alla valtellinese si ispirano ai pizzoccheri: la pasta è di grano saraceno, il ripieno è di patate e verza. Una bontà imbottita da scoprire!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 20 min

Torte salate

La quiche Lorraine è una torta salata di origine francese che ha tante varianti: nella nostra ricetta abbiamo utilizzato gli ingredienti classici!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 50 min
  • Cottura: 60 min

Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta fresca
Biscotti
Pizze e focacce
Piccola pasticceria
Dolci veloci
Torte
Contorni