Seppie in zimino

/5

PRESENTAZIONE

La cucina regionale vanta dei capisaldi della tradizione marinara: cacciucco, seppie con piselli o in nero. Fra le ricette di seppie meno conosciute ma gustose ci sono le seppie in zimino, un secondo di pesce in umido molto diffuso sia in Liguria che in Toscana. L’origine del termine zimino ha varie interpretazioni e un’origine incerta, ma viene utilizzato anche per altre pietanze che hanno come ingrediente principale ceci, baccalà o moscardini, per esempio. Tipiche di questa preparazione sono l’aggiunta di verdure a foglia, bietole in questo caso, e una cottura a fuoco dolce che vi restituirà un risultato finale dalla consistenza densa e corposa. Accompagnate le seppie in zimino con qualche fetta tostata di pane casereccio e un bicchiere di vino bianco per un pranzo rustico, nutriente e genuino!

Preparazione

Come preparare le Seppie in zimino

Per realizzare le seppie in zimino, per prima cosa mondate e tritate finemente la cipolla 1, il sedano 2 e la carota 3.

Pulite le erbette rimuovendo la parte dei gambi più coriacea, poi tagliate le foglie in 3-4 parti a seconda della loro grandezza 4; ve ne occorreranno circa 420 g. Sciacquate le seppioline già pulite sotto l’acqua corrente 5. In un’ampia casseruola versate un giro d’olio insieme a carote, sedano, cipolla e uno spicchio d’aglio sbucciato 6, poi fate stufare a fuoco medio per circa 7-8 minuti.

Trascorso questo tempo rimuovete l’aglio dal soffritto 7 e aggiungete le erbette 8. Fate appassire le erbette per 2-3 minuti rimestando di tanto in tanto, poi unite le seppioline intere 9.

Sfumate con il vino bianco 10 e lasciate evaporare completamente, poi versate la passata di pomodoro 11, salate e pepate 12.

Coprite con il coperchio e cuocete a fuoco dolce per circa 20 minuti 13; il tempo di cottura può variare a seconda della dimensione delle seppie. Una volta cotte, aromatizzate con delle foglioline di maggiorana fresca 14. Mescolate bene e servite le vostre seppie in zimino con delle fette di pane tostato 15!

Conservazione

Le seppie in zimino si possono conservare in frigorifero per 1-2 giorni. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Al posto delle seppioline potete utilizzare delle seppie più grandi e tagliarle a striscioline di circa 2 cm di larghezza.

Potete sostituire le erbette con spinaci o bietole.

Invece della passata di pomodoro potete utilizzare i pelati.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI2
  • Lao222
    venerdì 09 aprile 2021
    BRAVI come sempre, un ottimo piatto sfizioso e ben bilanciato. ho usato i totanetti perche erano finite le seppie ma ottimo ugualmente! grazie
  • Maddiesfate
    venerdì 02 aprile 2021
    Cosa si intende esattamente per erbette?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 02 aprile 2021
    @Maddiesfate:Ciao, si intendono le biete smiley