Smacafam

PRESENTAZIONE

Una torta salata rustica e sostanziosa che appartiene alla tradizione trentina. D'altronde il nome stesso significa "schiaccia fame" e noi dopo averla provata possiamo garantirvi che lo smacafam è perfetto per placare l'appetito! Questa sorta di focaccia morbida viene realizzata solitamente durante il periodo di Carnevale ed è impreziosita dai cubetti di salsiccia luganega, fettine di cipolla e gustosa pancetta, sostituita a volte con il lardo. Lo smacafam sarà buonissimo appena sfornato, ancora caldo, ma sarà ancora più buono il giorno dopo, proprio come dice il detto: "per ancòi e per doman"! Quindi non abbiate fretta... e conservatene una fetta! 

Leggi anche: Bocconcini di zucchine e salsiccia

INGREDIENTI
Ingredienti per una teglia da 30x20 cm
Luganega 200 g
Pancetta trentina 120 g
Farina 00 300 g
Farina di grano saraceno 50 g
Latte intero 500 g
Uova 2
Burro 20 g
Cipolle bianche 1
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare lo Smacafam

Per preparare lo smacafam come prima cosa mondate la cipolla e tagliatela a fettine sottili 1. Prendete ora la salsiccia e tagliatela a tocchetti, grandi un paio di cm 2. Prendete poi la pancetta e tagliatela a cubetti piccoli 3

Versate un filo d'olio in un tegame, unite la cipolla e lasciatela rosolare. Aggiungete poi un cucchiaio d'acqua 4 e cuocete fino a che l'acqua non sarà evaporata e la cipolla risulterà morbida. Unite poi la salsiccia 5 e la pancetta 6

Mescolate 7 e lasciate cuocere per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto 8. Nel frattempo sciogliete il burro a fuoco basssimo. Quindi preparate la pastella: in una ciotola capiente versate le uova 9

e il latte. Sbattete con una frusta 11, poi unite il burro fuso 12 

e insaporite con sale e pepe 13. Continuando a sbattere con la frusta incorporate anche la farina 00 14 e quella di grano saraceno 15

Non appena avrete ottenuto una pastella liscia e priva di grumi 16, aggiungete il composto di salsiccia e pancetta, ormai tiepido 17 e mescolate 18

Imburrate una teglia 30x20 e versate il composto all'interno (20-21). Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per circa 50 minuti. 

A questo punto sfornate lo smacafam 22, lasciatelo intiepidire prima di tagliarlo a cubetti 23 e servirlo 24

Conservazione

Lo smacafam si può conservare in frigorifero per 2-3 giorni al massimo. Potete congelarlo da cotto e già porzionato.

Consiglio

Trattandosi di un piatto tradizionale trentino le varianti sono davvero minime, ma per una variante dolce potete decidere di farcire il vostro smacafam con mele a tocchetti, uvetta passa ammollata e strizzata, zucchero e cannella.

Ti suggeriamo

RICETTE CORRELATE
COMMENTI (10)
Lascia un commento o chiedici un consiglio
  • Elecerreia
    giovedì 07 marzo 2019
    Ho provato la versione con prosciutto e piselli,molto buona! Ho solo un dubbio sulla consistenza: è giusto che rimanga leggermente umida all’interno o doveva cuocere di più?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 11 marzo 2019
    @Elecerreia: Ciao, si è normale che rimanga compatta ma un pochino umida! smiley
  • Fedetorta
    domenica 03 marzo 2019
    Per la versione dolce, quanti uvetta, mele e zucchero metto?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 04 marzo 2019
    @Fedetorta: Ciao, non avendo testato questa variante non sappiamo darti le dosi precise ma ti consigliamo di provoare regolando le quantità a occhio smiley
FATTE DA VOI (2)
elisabetta!
buonissima
Elecerreia
Fatta con prosciutto e piselli!! Buonissima!