Stelle di pandoro con crema allo zabaione

/5

PRESENTAZIONE

Stelle di pandoro con crema allo zabaione

Immaginate la fine crosticina dorata di una fetta di pandoro appena tostata, che sprigiona le sue delicate note di burro. Immaginate di irrorarla con una crema molto speciale, che fa pensare subito al Natale, come lo zabaione. Cosa può rendere la semplicità ancora più perfetta? Forse un filo di salsa al cioccolato…? Abbiamo aggiunto anche quella, alle nostre stelle di pandoro con crema allo zabaione: e il risultato è una gioia per gli occhi e il palato! Per concludere un lauto menu di festa con un buon dolce natalizio o per regalarsi una merenda ricca di sapori e suggestioni, questo dolce semplicissimo da preparare è la risposta più golosa: provatela anche voi!

INGREDIENTI

Ingredienti per le stelle
Pandoro 3 fette
Per lo zabaione
Tuorli (di uova biologiche) 4
Zucchero 80 g
Marsala 50 g
Per la ganache al cioccolato
Panna fresca liquida 65 g
Cioccolato fondente 70 g
Preparazione

Come preparare le Stelle di pandoro con crema allo zabaione

Per preparare le stelle di pandoro con crema allo zabaione, iniziate a realizzare quest'ultimo. Ponete sul fuoco un tegame con dell'acqua e portatela a sfiorare il bollore. Versate in una bastardella (o in un tegame leggermente più piccolo di quello usato per far bollire l'acqua) i tuorli, unite lo zucchero 1 e sbatteteli leggermente con una frusta a mano. Aggiungete anche il marsala, versandolo a filo 2, sempre mescolando. Quando si sarà amalgamato, trasferite la bastardella nel tegame con l'acqua bollente. Continuate a sbattere per 10-15 minuti fino 3 fino a far addensare il composto, se prerite per comodità potete utilizzare uno sbattitore elettrico, altrimenti andrà bene una comune frusta.

Una volta ottenuto un composto chiaro e spumoso, spostate la bastardella all'interno di una ciotola più grande, colma di acqua e ghiaccio. In questo modo bloccherete la cottura ed eviterete di ottenere un risultato "strapazzato". Continuate a sbattere circa per 1 minuto 4, trasferite il vostro zabaione 5 all'interno di una ciotola 6 e conservatelo in frigorifero.

Una volta pronto lo zabaione, dedicatevi a realizzare la ganache al cioccolato. Tritate finemente il cioccolato fondente 7 e trasferitelo all'interno di una ciotola. Ponete a scaldare la panna 8 e una volta che avrà sfiorato il bollore versatela direttamente all'interno della ciotola con il cioccolato 9. Mescolate il tutto lentamente, senza incorporare troppa aria, fino a far sciogliere completamente il cioccolato.

A questo punto otterrete una ganache liscia e cremosa 10, lasciatela intiepidire e nel frattempo tagliate il pandoro in senso orizzontale 11, in modo da ottenere 3 fette 12 per un totale di circa 400 g di pandoro.

 Scaldate una padella piatta antiaderente e fate dorare le stelle di pandoro da entrambe i lati per pochi minuti 13. A questo punto siete pronti a comporre le vostre stelle di pandoro. Stendete un paio di cucchiai di zabaione su un piatto da portata e adagiate la prima fetta 14, quindi aggiungete ancora 2 cucchiai di zabaione 15 e coprite con un'altra fetta di pandoro.

Aggiungete ancora un pò di zabaione 16 e ultimate con l'ultima fetta di pandoro. Versate quindi lo zabaione rimasto e stendetelo sull'intera fetta, aiutandovi con un cucchiaio 17. Trasferite la ganache all'interno di un biberon da pasticceria o una sac a poche e utilizzatela per decorare la superficie del dolce. Le stelle di pandoro con crema allo zabaione sono pronte, non vi resta che servirle!

Conservazione

Si consiglia di preparare le stelle di pandoro al momento di servire e di preparare la crema al massimo 2 ore prima. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Potete farcire le stelle di pandoro anche con una crema al mascarpone e aggiungere dei frutti di bosco nel ripieno.

Curiosità

Una piccola curiosità sull'origine del nome del pandoro: pare che il famosissimo dolce di Verona debba il suo nome ad un delicato dolce a forma conica detto "pane de oro" ricoperto da sottilissimi fogli di oro zecchino, che veniva servito a fine pranzo sulle tavole patrizie della Repubblica Veneta.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI51
  • silviapintilie
    mercoledì 30 dicembre 2020
    ciao quando si cuoce la crema la bastardella deve toccare l acqua bollente?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 01 gennaio 2021
    @silviapintilie: Ciao, è una cottura a bagnomaria e sarebbe preferibile che nel caso dello zabaione fosse "a secco" ovvero che l'acqua calda sotto non toccasse durante la cottura la base della bastardella, in questo modo la temperatura resterà bassa.
  • ileniabranca
    giovedì 24 dicembre 2020
    Ciao! Posso preparare oggi questo dolce, congelarlo in una tortiera ermetica, e mangiarlo domani?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 24 dicembre 2020
    @ileniabranca: Ciao, non ti consigliamo di congelarlo. Puoi preparare la crema prima e assemblarlo prima di servirlo!