Stinco alla birra

/5

PRESENTAZIONE

Lo stinco di maiale per molti è il re dei secondi piatti al forno, quelli conviviali, buoni e che mettono d'accordo tutti, come la versione di oggi: stinco alla birra! Grazie ai preziosi consigli contenuti nella ricetta otterrete la perfetta consistenza per lo stinco alla birra: la lunga e delicata cottura servirà a gustare una carne tenerissima al cuore e leggermente abbrustolita all'esterno. Il fondo di cottura avrà ha il sentore aromatico e delicato della birra birra, con un tocco da chef che vi sorprenderà! Contorno classico? Nessun dubbio: patate al forno!
Insomma avrete capito che lo stinco alla birra è davvero una ricetta che ci ha stregati, scommettiamo che succederà anche a voi!

Se volete avere un'idea di quante altre prelibatezze potrete preparare con lo stinco di maiale, abbiamo quello che fa al caso vostro:

Preparazione

Come preparare lo Stinco alla birra

Per preparare lo stinco alla birra iniziate pulendo le cipolle 1, affettatele non troppo sottili 2 e versatele in un tegame largo e dai bordi alti con un fondo d'olio 3.

Rosolate a fuoco medio basso profumando con rosmarino e alloro 4. Nel frattempo salate 5 e pepate gli stinchi di maiale 6.

Versate poco olio in una padella d'acciaio 7 e fate sigillare gli stinchi a fiamma medio alta prima da un lato 8 e poi dall'altro 9: ricordate che per rigirare la carne è sempre bene usare delle pinze o dei cucchiai di legno. 

Aggiustate di sale le cipolle 10 e a questo punto trasferite gli stinchi sigillati 11. Nella padella dove avete scottato la carne, rimuovete il grasso in eccesso e deglassate il fondo con la birra 12.

Raschiate bene il fondo con un cucchiaio di legno 13 e fate bollire il tutto per circa 5 minuti così da addensarsi un po' 14. Trasferite il liquido nel tegame con gli stinchi 15

Versate anche il brodo di carne caldo 16 e coprite con il coperchio 17 lasciando cuocere a fiamma bassa per circa 3 ore e mezza 18: il tempo può variare a seconda della grandezza degli stinchi. 

Terminato il tempo di cottura mettete la carne in un recipiente e coprite con la pellicola per non farla seccare 19. Togliete alloro e rosmarino dal fondo di cottura 20 e frullate la salsa con l’aiuto di un minipimer 21.

Mentre fate questa operazione versate anche il burro freddo a pezzetti, così non si separerà dalla salsa, 22 e lasciatelo incorporare. Aggiustate eventualmente di sale 23 e ricongiungete con la carne. Ecco come si fa lo stinco alla birra, gustatelo caldo 24.

Conservazione

Potete conservare in frigorifero lo stinco alla birra fino a 3 giorni, abbiate cura di tenere ben coperta la carne per non farla annerire.

Consiglio

Per cucinare lo stinco alla birra abbiamo usato una chiara che è quella più gradevole al palato, ma potete sbizzarrirvi usando, per esempio, una stout che donerà una nota tostata e affumicata oppure una i.p.a che invece regalerà una spiccata acidità.