Strozzapreti ai frutti di mare

PRESENTAZIONE

Quando si parla di frutti di mare ci vengono subito in mente piatti fumanti, ricchi dei migliori e saporiti tesori del mare: gamberi, calamari, vongole, cozze. Una tradizione marinara fondata sulla freschezza degli ingredienti e attenzione alla cottura perfetta... dai paccheri della cucina campana, al couscous che tradizionalmente viene preparato in Sicilia fino al risotto, specialmente durante le feste o le grandi occasioni. In questa ricetta vi presentiamo un altro abbinamento vincente: strozzapreti ai frutti di mare, 100% homemade. Fare la pasta in casa è una versa soddisfazione e tuffarla in questo sughetto saporito e profumato sarà una vera libidine. Perfetti per una cena tra amici o per il pranzo della domenica, gli strozzapreti ai frutti di mare sono un primo piatto che darà grandi soddisfazioni!

Leggi anche: Strozzapreti cacio, cozze e pepe

INGREDIENTI

Ingredienti per gli strozzapreti
Farina 00 400 g
Acqua 200 g
Sale fino 10 g
Per i frutti di mare
Cozze 1 kg
Vongole 500 g
Gamberoni 8 g
Vino bianco 50 g
Aglio 1 spicchio
Peperoncino secco 1
Olio extravergine d'oliva q.b.
Per il sugo
Pomodorini datterini 300 g
Olive nere sott'olio e scolate 40 g
Vino bianco 50 g
Olio extravergine d'oliva q.b.
Prezzemolo tritato q.b.
Preparazione

Come preparare gli Strozzapreti ai frutti di mare

Per preparare gli strozzapreti ai frutti di mare cominciate dalla pulizia delle vongole. Battetele su un tagliere, una ad una, per assicurarvi che siano integre e non piene di sabbia. Se doveste trovare qualche vongola rotta buttatela 1. Poi immergetele in una ciotola piena d’acqua fresca 2 e aggiungete abbondante sale per ricreare l’acqua marina. Lasciatele spurgare per un paio d’ore; prima di usarle ricordate di assicurarvi che nessuna sia dischiusa, altrimenti andrà scartata, e poi sciacquate 3.

Nel frattempo occupatevi della pasta fresca. In una ciotola versate la farina, il sale 4 e impastate versando l’acqua un po’ alla volta mentre con l’altra mano lavorate 5.lavorate qualche minuto sul piano da lavoro fino ad ottenere una palla morbida e omogenea, avvolgete nella pellicola e lasciate riposare l’impasto a temperatura ambiente per almeno mezzora 6.

Mentre la pasta riposa passate alla pulizia delle cozze. Staccate con un coltellino a lama liscia, e di cui dovrete utilizzare il dorso, le incrostazione a forma vulcanica poste sui gusci 7, poi staccate il bisso, cioè la parte filamentosa 8 e infine grattate via le impurità con una paglietta; sciacquatele sotto un getto d’acqua fresca 9.

Infine pulite anche i gamberi. Staccate le zampette e la corazza sul dorso, lasciando integro il resto 10. Quindi incidete il dorso 11 e staccate l’intestino, quel filamento nero che vedrete 12.

Mettete sul fuoco una padella, scaldate un giro d’olio e uno spicchio d’aglio in camicia. Dopodiché tuffate cozze e vongole 13, bagnate subito con 50 g di vino 14 e chiudete con il coperchio 15.

Di tanto in tanto agitate la padella e lasciate che le bivalve si dischiudano completamente, ci vorranno circa 5 minuti 16. Una volta pronte scolatele, tenendo da parte il liquido di cottura 17 e poi iniziate a sgusciare quasi tutti i frutti di mare, tenendone qualcuno intero per la decorazione 18.

Mettete una casseruola sul fuoco, scaldate un goccio di olio, tuffate i datterini interi e aggiungete il peperoncino secco sbriciolato 19, poi pochissima acqua, circa un cucchiaio, 20. Coprite con il coperchio e lasciate cuocere a temperatura dolce per 15 minuti, agitando di tanto in tanto il tegame 21.

Quando i pomodorini si saranno sfaldati aggiungete i gamberi 22, alzate la fiamma e quando saranno colorati sfumateli con la restante parte di vino bianco 23. Non appena la parte alcolica sarà evaporata, abbassate la fiamma e aggiungete i frutti di mare sgusciati e bagnate con circa 200 g di liquido di cottura di cozze e vongole 24.

Unite anche le olive 25 e il prezzemolo tritato 26. Proseguite la cottura per altri 20 minuti circa, rimestando di tanto in tanto e lasciando che il sughetto si restringa un po’: aggiungete altro brodo di cozze e vongole se necessario 27.

Nel frattempo potrete tirare la pasta. Dividete in due il panetto riposato 28, quindi tirare la prima metà con il matterello fino ad ottenere una sfoglia spessa circa 1 mm 29. Dopodiché, con una rondella liscia, tagliate per ottenere delle strisce larghe circa 2,5 cm 30.

Attorcigliate i bigoli leggermente per ottenere gli strozzapreti 31. Man mano disponete la pasta su dei vassoi infarinati. Quando tutti saranno pronti, cuocete gli strozzapreti versandoli in una pentola con acqua bollente e salata 32. Non appena la pasta sarà cotta al dente scolatela direttamente nel condimento 33.

Quindi aggiungete ancora un goccio d’acqua di cottura di cozze e vongole 34, così potrete saltare la pasta. Infine, a fiamma spenta, unite un filo d’olio ancora e un po’ di prezzemolo tritato 35. Mescolate e impiattate i vostri strozzapreti ai frutti di mare 36.

Conservazione

Una volta pronti gli strozzapreti ai frutti di mare non è consigliabile conservarli.
Se gradite potete preparare con qualche ora di anticipo il condimento o al massimo conservarlo fino a un giorno in frigorifero. Tuttavia la pasta è consigliabile prepararla al momento.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Insieme ai gamberoni potete aggiungere degli scampi ai vostri strozzapreti ai frutti di mare o eventualmente utilzzare anche dei cannolicchi se vi piacciono.
Per una versione in bianco invece eliminate i pomodorini e colorate l'acqua di cottura delle vongole e delle cozze con po' di zafferano: donerà anche profumo e sapore!

RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo