Strozzapreti al sugo di polpo

PRESENTAZIONE

Gli strozzapreti al sugo di polpo rappresentano un primo piatto di pesce molto saporito, adatto anche ad essere consumato come piatto unico, oppure come portata principale di un pranzo o una cena a base di pesce. Procuratevi un polpo freschissimo e utilizzatelo per realizzare un sugo al profumo di mare come questo che vi proponiamo. La morbidezza del polpo si sposa alla perfezione con la passata di pomodoro aromatizzata con il timo che si amalgamerà alla pasta fresca per rilasciare dei sapori unici. Gli strozzapreti al sugo di polpo sono una ricetta tutta Mediterranea che si ispira al classico polpo in umido, poiché proprio in questo mare il polpo viene pescato e consumato moltissimo.

Leggi anche: Pasta con polpo e pomodoro

INGREDIENTI

423
CALORIE PER PORZIONE
Strozzapreti 250 g
Sedano 40 g
Carote 40 g
Cipolle 40 g
Aglio 1 spicchio
Pomodorini ciliegino 200 g
Passata di pomodoro 300 g
Olio extravergine d'oliva 30 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Prezzemolo q.b.
per il polpo
Polpo 700 g
Alloro 2 foglie
Bacche di ginepro 4
Aglio 1 spicchio
Pepe rosa in grani 5 g
Sale fino q.b.
Preparazione

Come preparare gli Strozzapreti al sugo di polpo

Per preparare gli strozzapreti al ragù di polpo iniziate dalla preparazione del pesce, pulendolo (per un maggiore dettaglio potete consultare la nostra scuola di cucina: Come pulire il polpo) e mettendo a scaldare un tegame con abbondante acqua salata. Individuate il becco del polpo e con un coltellino dalla lama affilata effettuate un’incisione intorno in modo tale da poterlo staccare scavando internamente 1. Proseguite asportando gli occhi del pesce, incidendone la sacca 2. Quindi sciacquate bene il polpo sotto abbondante acqua fresca, avendo cura di strofinare con le mani tutta la pelle dell’animale, tentacoli compresi, per togliere la parte vischiosa 3.

A questo punto l’acqua nel tegame sarà a bollore: mantenendo il polpo per la testa fate toccare ai tentacoli del pesce l’acqua bollente. Ripetete l’operazione per 4-5 volte 4: in questo modo i tentacoli si arricceranno e renderete l’estetica del piatto visibilmente più piacevole. Poi immergete completamente il polpo; aggiungete all’acqua l'alloro, le bacche di ginepro, lo spicchio d’aglio leggermente schiacciato ed il pepe rosa 6 e coprite con coperchio. Lasciate cuocere a fuoco minimo per 35-40 minuti. Potete però verificare a cottura quasi ultimata la consistenza e la cottura del polpo utilizzando uno stecchino o i rebbi di una forchetta. Quando sarà cotto scolatelo aiutandovi con una schiumarola.

Trasferitelo su un colino per scolare l’acqua in eccesso e farlo intiepidire 7. Adagiatelo su un tagliere e tagliatelo a metà per agevolare la preparazione 8. Tagliate la parte finale dei tentacoli per mantenere la forma arricciata che avete ottenuto e la restante parte tagliatela a pezzetti delle stesse dimensioni 9. Tenete il polpo così ottenuto da parte.

Proseguite con la preparazione degli altri ingredienti del ragù di polpo. Lavate bene i pomodorini e tagliateli i quattro spicchi 10 che terrete da parte. Effettuate poi un trito finissimo di sedano, carote e cipolla, mondate l’aglio e dividetelo a metà 11. In un padella dal fondo antiaderente e dai bordi alti fate rosolare l’aglio con l’olio 12. Quando sarà dorato, eliminatelo.

Effettuate ora il soffritto, facendo rosolare anche sedano, carote e cipolla 13. Mescolate gli ingredienti per evitare che attacchino al fondo. Unite anche i tocchetti di polpo 14 e fate rosolare anch’essi per 2-3 minuti a fuoco moderato. Abbiate cura di continuare a mescolarli per evitare che attacchino al fondo della padella. Poi unite i pomodorini 15.

Aggiungete anche la passata di pomodoro 16 e lasciate cuocere così a fuoco molto dolce per 10-15 minuti. Nel frattempo lessate la pasta in un tegame con abbondante acqua salata 17. Trascorso il tempo necessario anche il ragù di polpo sarà pronto 18. Regolate di sale e pepe.

Scolate direttamente la pasta al dente nella padella con il condimento 19, amalgamando bene gli ingredienti per fare assorbire dalla pasta il sugo 20. Quindi impiattate i vostri strozzapreti al sugo di polpo 21, decorando se vi piace con le parti arricciate dei tentacoli e del prezzemolo fresco!

Conservazione

Gli strozzapreti al sugo di polpo sono eccezionali consumati ancora caldi. Se avanzano, potete conservarli in frigorifero in un contenitore chiuso ermeticamente al massimo 1 giorno.

Sconsigliamo di congelare.

Consiglio

Il segreto per una riuscita perfetta di questo primo piatto? Nella cottura del polpo! Attenzione a non cuocerlo troppo perché potrebbe diventare gommoso. Verificatene sempre la cottura con uno stecchino o con i rebbi di una forchetta così servirete un polpo a regola d’arte!

Una nota piccantina? Aggiungete anche il peperoncino per degli strozzapreti con una marcia in più!

41 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • ilaraflor
    domenica 09 dicembre 2018
    ho sempre pensato che il polipo cuocesse nel sugo in modo da renderlo più saporito, è sbagliato?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 09 dicembre 2018
    @ilaraflor: Ciao, se preferisci cuocerlo direttamente nel sugo puoi prendere spunto dalla ricetta delle nostre fettuccine al sugo di polpo e porcini!
  • winstonblu
    martedì 09 ottobre 2018
    lo devo ancora fare questo piatto mi sembra interessante vi faro' sapere buon appetito
3 FATTE DA VOI
ACarmela
Con aggiunta di olive nere, invitante...
cinzia_79
Ottimo primo
Olga Gapeeva
Pasta integrale non ha rovinato il gusto per niente!! consiglio! Top👍👍👍
RICETTE CORRELATE