Tagliatelle all'anatra

PRESENTAZIONE

La pasta all'uovo e un buon sugo di carne cucinato ad arte richiamano alla mente i pranzi della domenica. La stagione fredda poi invoglia a deliziarsi con preparazioni prelibate per assaporare il gusto di piatti robusti. Oggi prepariamo insieme a voi le tagliatelle all'anatra! Il gusto persistente e intenso dell'anatra, cotta in bianco senza polpa di pomodoro, viene avvolto dalle tagliatelle larghe che grazie alla loro porosità ne trattengono tutto il sapore deciso. La cottura a fuoco basso renderà l'anatra morbida e saporita, una squisitezza da condividere a tavola: siamo certi sarà un’estasi per il palato!

Leggi anche: Anatra all'arancia

Preparazione

Come preparare le Tagliatelle all'anatra

Per preparare le tagliatelle al ragù di anatra iniziate preparando il brodo vegetale e poi dedicatevi alle verdure. Sbucciate l’aglio e tenetelo da parte. Mondate la cipolla e tritatela finemente, così come il sedano. Spuntate le carote e pelatele: tritate anch’esse finemente. Gli ingredienti per il soffritto sono ora pronti 1. Scaldate un filo di olio su una padella antiaderente dal fondo largo e bordi alti e fatevi rosolare uno spicchio di aglio 2. Quando sarà dorato eliminatelo 3.

Fate rosolare a fuoco dolce la cipolla con le carote 4 e il sedano 5, mescolando di tanto in tanto per non far attaccare. Nel frattempo prendete il petto d’anatra: togliete il grasso con un coltello dalla lama affilata 6.

Poi tagliate il petto d'anatra in fettine sottili 7, quindi a cubetti di circa 1 cm 8: versateli nel tegame con il soffritto 9.

Fate rosolare 2-3 minuti la carne, mescolando bene per favorire una cottura uniforme 10. Sfumate con il vino rosso 11 e lasciatelo evaporare. Poi allungate con il brodo vegetale per insaporire e favorire l’ottimale cottura della carne 12.

Aggiustate di sale 13 e pepe. Dopodiché chiudete con il coperchio 14 e lasciate cuocere a fiamma molto bassa per almeno 1 ora, aggiungendo un mestolo di brodo quando il precedente è quasi del tutto assorbito. Mentre il condimento cuoce, lessate la pasta in un tegame con abbondante acqua salata 15.

Quando sarà al dente, scolatela direttamente nel tegame con il condimento 16 che nel frattempo sarà pronto, amalgamandola bene al sugo 17. Quindi impiattate le vostre tagliatelle all’anatra e gustate ancora calde 18!

Conservazione

E’ preferibile consumare le tagliatelle all’anatra ancora calde. Se avanzano potete conservarle in frigorifero per al massimo 2 giorni ben chiuse in un contenitore ermetico.

Potete congelare solo il sugo d’anatra, se avete utilizzato ingredienti freschi e non decongelati.

Consiglio

Volete dare un gusto più intenso questo condimento d’anatra? Provate a sfumare della passata di pomodoro mentre i tocchetti di carne cuociono! Potete anche aromatizzare con delle erbe aromatiche di vostro gusto: noi vi suggeriamo timo e maggiorana!

Curiosità

L’anatra ha carni molto grasse per cui in genere è preferibile eliminare le parti grasse visibili prima di procedere alla sua preparazione, come abbiamo fatto, per queste gustose tagliatelle. Se invece l'anatra viene arrostita al forno, è sufficiente raccogliere il suo grasso in un recipiente dopo circa 20 minuti di cottura.

1 COMMENTO
Commenta o chiedici un consiglio
  • sara
    mercoledì 25 gennaio 2017
    È possibile cucinare il ragù il venerdì sera per il pranzo della domenica?
1 FATTA DA VOI
Supercuoca4
pappardelle con aggiunta di pomodoro fresco. Buono buono
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo

{if !$smarty.const.IS_LIVE} {if}