Tagliatelle con pomodorini confit, chiodini e pesto

PRESENTAZIONE

Le tagliatelle rappresentano uno dei formati di pasta più tipici della tradizione gastronomica italiana, nello specifico della cucina bolognese. Tanti possono essere gli ingredienti che vanno ad arricchire questo piatto, esaltandone la bontà: dalle più classiche, e forse più conosciute, tagliatelle al ragù a delicati condimenti a base di pesce e persino all'arancia! Nella nostra ricetta vi presentiamo una variante che racchiude i buoni sapori della natura e delle stagioni: le tagliatelle con pomodorini confit, chiodini e pesto. Questo ricco mix di ingredienti unisce una nota speziata, data dai pomodorini, al gusto unico dei chiodini, funghi tipici del periodo autunnale. Questo condimento si sposa perfettamente con delle buone tagliatelle all'uovo fatte in casa: proprio quello che ci vuole per creare un primo piatto da leccarsi i baffi!

Leggi anche: Tagliatelle con melanzane, pesto e pomodorini

INGREDIENTI

Tagliatelle all'uovo 250 g
Ingredienti per i pomodorini confit
Pomodorini ciliegino 350 g
Aglio 1 spicchio
Timo 4 rametti
Olio extravergine d'oliva 20 g
Origano (secco) 1 pizzico
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Zucchero 15 g
per il pesto
Sale grosso 1 pizzico
Olio extravergine d'oliva 100 g
Basilico 50 g
Pecorino (da grattugiare) 15 g
Parmigiano Reggiano DOP (da grattugiare) 70 g
Pinoli 15 g
per il condimento
Funghi chiodini 150 g
Aglio 1 spicchio
Prezzemolo q.b.
Vino bianco 50 g
Sale fino q.b.
per decorare
Pinoli q.b.
Basilico q.b.
Preparazione

Come preparare le Tagliatelle con pomodorini confit, chiodini e pesto

Per preparare le tagliatelle con pomodorini confit, chiodini e pesto iniziate dai pomodorini confit: lavateli sotto abbondante acqua corrente e poi asciugateli con un canovaccio o carta da cucina; poneteli su un tagliere e divideteli tutti a metà 1. Distribuiteli su una leccarda ricoperta di carta da forno con la parte del taglio rivolta verso l’alto. A questo punto preparate il trito di timo e aglio 2 e versatelo sui pomodorini insieme all’origano 3.

Salate e pepate a piacere, dopodichè aggiungete lo zucchero, distribuendolo in maniera omogenea 4. Versate un filo d’olio 5 e cuocete in forno statico preriscaldato a 140° per circa 2 ore, fino a quando l’acqua di vegetazione dei pomodorini non sarà evaporata e questi non risulteranno leggermente abbrustoliti ma non secchi 6.

Intanto dedicatevi al pesto: pulite le foglie di basilico con un panno morbido, poi mettetele in un mixer insieme al formaggio grattugiato e al pizzico di sale. Aggiungete i pinoli 7 e l’olio d’oliva, quindi azionate il mixer fino ad ottenere una crema densa 8. Trasferite il pesto che avete ottenuto in una bacinella e tenete da parte.Procedete dunque alla preparazione del condimento. Iniziate dalla pulizia dei funghi: con un coltellino affilato dalla lama liscia togliete la parte terrosa sul gambo, raschiandolo con delicatezza fino ad eliminare qualsiasi traccia di terra 9; con un pennello eliminate delicatamente gli eventuali residui.

 Intanto ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua, che vi servirà per la bollitura dei chiodini. Quando l’acqua avrà sfiorato il bollore, fateli sbollentare per 15 minuti 10, eliminando la schiuma che si forma in superficie durante la cottura. Trascorso il tempo necessario, spegnete e scolate bene i funghi 11.Ponete sul fuoco una pentola antiaderente con l’olio e lo spicchio d’aglio 12.

Quando l’aglio avrà preso colore, eliminatelo e fate saltare i chiodini a fuoco vivace per 10 minuti, sfumando con il vino bianco 13. Aggiungete il prezzemolo tritato 14, regolando di sale a vostro piacimento. Poco prima del termine della cottura unite i pomodorini confit e il pesto che avete preparato 15. A questo punto, spegnete e mescolate bene con una spatola in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata. Quando l’acqua avrà sfiorato il bollore, fate cuocere le tagliatelle per 5 minuti o il tempo indicato sulla confezione 16 e poi scolate la pasta. Amalgamate le tagliatelle con il condimento 17, facendo saltare il tutto per 1-2 minuti al massimo. Infine impiattate e servite le vostre tagliatelle con pomodorini confit, chiodini e pesto, decorando con i pinoli e qualche fogliolina di basilico a piacere 18.

Conservazione

Si consiglia di consumare le tagliatelle con pomodorini confit, chiodini e pesto ben calde al momento. Potete congelare le tagliatelle da crude e cuocerle direttamente da crude. Il condimento si può conservare in frigorifero coperto con pellicola trasparente per 1-2 giorni al massimo. Si può congelare solo se avete utilizzato ingredienti freschi, in un contenitore chiuso ermeticamente.

Consiglio

La preparazione dei pomodorini confit è piuttosto lunga ma vale sicuramente la pena: darà quel tocco di sapore in più per completare al meglio questo piatto! In alternativa, se preferite un gusto più classico, potete semplicemente far saltare i pomodorini in padella. Se non riuscite a trovare i chiodini, potete optare per un un altro tipo di fungo come ad esempio gli champignon, reperibili tutto l'anno.

Per un consumo sicuro dei funghi

Per una corretta scelta, trattamento e conservazione dei funghi rimandiamo alle linee guida del Ministero della salute.

9 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Sasà
    sabato 15 ottobre 2016
    Attenzione! Nelle immagini a corredo della ricetta erroneamnete sono rappresentati dei funghi detti Pioppini ( Agrocybe Aegerita ) la differenza sostanziale è che i chiodini necessitano della prebollitura e poi asciugatura su fuoco in teglia antiaderente. Per i Pioppini cio non è necessario vanno direttemente in padella e con breve cottura per non mortificare il profumo che li caratterizza. Saluti affettuosi. Salvatore da Salerno.
  • LaFla
    sabato 29 agosto 2015
    Ciao, ma posso usare i chiodini sott'olio al posto di quelli freschi?? Se si come?? grazie smiley
    Sonia Peronaci
    lunedì 31 agosto 2015
    @LaFla: Ciao, ti consiglio di utilizzare quelli freschi che hanno un sapore molto più intenso, utilizzando quelli sott'olio rischierai che il gusto sia meno deciso. Ad ogni modo potrai seguire la ricetta omettendo il passaggio in cui vengono bolliti smiley un saluto!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo