Tagliatelle integrali con scarola e fonduta di taleggio

PRESENTAZIONE

Tagliatelle integrali con scarola e fonduta di taleggio

La pasta fresca è una delle specialità della cucina italiana, amata in tutto il mondo per la sua versatilità che permette di creare abbinamenti di gusti e sapori per ogni palato.
Le tagliatelle integrali con scarola e fonduta di taleggio sono un esempio.
Un primo piatto molto particolare realizzato con la farina integrale e condito con un sughetto invitante preparato con scarola saltata con uvetta e un’avvolgente fonduta di taleggio il cui sapore deciso darà carattere al piatto.
Per gli amanti delle tagliatelle questa versione sarà un’alternativa sfiziosa e saporita, iniziate quindi a preparare la pasta all’uovo!

Leggi anche: Sfilati con fonduta al pepe nero

INGREDIENTI

Per le tagliatelle integrali
Farina integrale 300 g
Uova medie 3
per la scarola
Scarola (indivia) 500 g
Uvetta 20 g
Aglio 1 spicchio
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
per la fonduta di taleggio
Latte intero 300 ml
Taleggio 200 g
Burro 30 g
Farina 00 30 g
Noce moscata q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
per guarnire
Mandorle in scaglie 20 g
Preparazione

Come preparare le Tagliatelle integrali con scarola e fonduta di taleggio

Per realizzare le tagliatelle integrali con scarola e fonduta di taleggio iniziate dalla pasta fresca: versate la farina integrale in una ciotola capiente, fate una conca al centro per creare la classica a fontana e rompetevi, una alla volta, le uova 1 che avrete tenuto a temperatura ambiente. Impastate con le mani (2-3)

fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo, avvolgetelo con la pellicola trasparente 4 e ponetelo in un luogo fresco e privo di correnti d’aria per 30 minuti (non in frigorifero). Occupatevi del condimento, sciacquate l'uvetta e mettetela a bagno 10 minuti in acqua fredda per reidratarla 5, lavate sotto l’acqua corrente la scarola 6

poi tagliatela a strisce 7. In una padella fate rosolare lo spicchio d’aglio con un filo di olio 8, unite la scarola 9,

coprite con coperchio 10 e fate appassire la verdura per qualche minuto 11. Poi aggiungete l’uva passa scolata 12.

Intanto fate scaldare un’altra padella sul fuoco e tostate le mandorle a lamelle 13 e tenetele da parte. Trascorso il tempo di riposo, riprendete la pasta fresca, dividete in pezzi il panetto 14 e stendete ciascun panetto in una sfoglia sottile con l’apposita macchinetta manuale o elettrica 15.

Passate la sfoglia tra i rulli più larghi fino a quelli più sottili, poi passatela nel rullo dentellare per creare le tradizionali tagliatelle 16. Sparpagliate le tagliatelle creando dei nidi e poneteli su un vassoio infarinato per non farle attaccare 17. Preparate la fonduta al taleggio: tagliate a pezzi il taleggio 18

scaldate il latte in un pentolino 19 e in un altro sciogliete il burro a fuoco dolce, salate 20 pepate, versate a pioggia la farina 21

e mescolate con una frusta per ottenere un roux dorato 22. Incorporate il latte caldo a filo 23, fate addensare il composto a fuoco dolce mescolando sempre con la frusta, aromatizzate con la noce moscata, salate pepate e poi unite i pezzetti di taleggio 24,

mescolate per far sciogliere il formaggio e ottenere una sorta di besciamella 25. Eliminate lo spicchio d’aglio dalla scarola e conditela con la fonduta di taleggio 26. Intanto portate a bollore abbondante acqua salata per la cottura delle tagliatelle, cuocete le tagliatelle per pochissimi minuti 27

poi scolateli nella padella con la scarola e la fonduta 28  e tenete da parte un pò di acqua di cottura da aggiungere alla pasta se dovesse risultare un pò asciutta. Guarnite con le mandorle a lamelle tostate 29, mescolate per insaporire la pasta e portate subito in tavola le tagliatelle integrali con scarola e fonduta di taleggio per gustarle ben calde 30!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito le tagliatelle. In alternativa potete preparare l'impasto il giorno prima e conservarlo in frigorifero avendo cura al momento di impastare di aggiungere un albume o dell'acqua per mantenere più morbido l'impasto in modo da evitare che si asciughi. Potete congelare i nidi di tagliatelle oppure metterli sottovuoto.

Consiglio

In alternativa al taleggio potete usare la fontina o un formaggio dal sapore più morbido come un asiago giovane. Se non gradite la scarola usate le bietole o erbette che hanno un sapore più dolce, se invece amate i sapori decisi provate la variante con le cime di rapa.

19 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • JaMa
    domenica 19 novembre 2017
    Tutto bene ma non si aggiunge farina alla sfoglia in nessun caso, ne sul canovaccio o tagliere ne prima di passarla nei rulli. Il motivo è che questa farina nuova rimane in superficie assorbita dal'umidità dell'impasto e crea una pellicola sottile e scivolosa. Ne deriva che la capacità di assorbimento dei condimenti risulterà molto ridotto
  • Catia
    mercoledì 17 maggio 2017
    Ciao, al posto del taleggio quale formaggio posso usare ?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 17 maggio 2017
    @Catia:Ciao puoi usare la fontina in alternativa.
2 FATTE DA VOI
Spenky
Ottimo!
koki1712
ho usato le tagliatelle integrali già pronte.....
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo