Tagliatelle ripiene al cotechino

PRESENTAZIONE

In occasione delle feste natalizie cosa c'è di più bello e soddisfacente che mettere le mani in pasta per creare qualcosa di unico e dal sapore irresistibile? In questa ricetta si parte da un classico: le tagliatelle, uno dei formati di pasta all'uovo più amati spesso tradizionalmente condito con il ragù bolognese. Esiste infatti anche la ricetta della pasta all'uovo depositata alla camera di commercio, quella emiliana registrata nel 1972. Questo è lo spunto per creare con farina, uova e sale un primo piatto davvero originale: le tagliatelle ripiene al cotechino e presentare così un altro ingrediente delle feste in maniera sfiziosa. La sfoglia all'uovo viene farcita con un ripieno di polpa di cotechino arricchita con ricotta e Parmigiano Reggiano, che la trasformano in una morbida crema. Una volta create le tagliatelle, basterà lessarle brevemente in acqua bollente salata e ripassarle in padella con burro ed erbe aromatiche oppure condirle come più si preferisce! Per "allenare" la preparazione delle tagliatelle ripiene al cotechino per il vostro pranzo di Natale, potete intanto provare la ricetta delle tagliatelle ripiene. E se vi dovesse avanzare del cotechino, utilizzatelo per farcire un sontuoso timballo di polenta, perfetto per coronare il periodo delle feste!

Leggi anche: Tagliatelle ripiene

INGREDIENTI

Ingredienti per la pasta all'uovo
Farina 00 400 g
Uova (almeno 70 gr l'uno) 4
per spennellare
Uova 1
Per il ripieno
Cotechino Modena precotto 1 kg
Ricotta vaccina 250 g
Sedano 1 costa
Carote media 1
Cipolle media 1
Vino bianco secco 50 g
Parmigiano Reggiano DOP da grattugiare 50 g
Pepe nero q.b.
Rosmarino q.b.
Timo q.b.
Salvia q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Per condire
Burro 40 g
Parmigiano Reggiano DOP da grattugiare q.b.
Rosmarino q.b.
Salvia q.b.
Erba cipollina q.b.
Timo q.b.
Origano q.b.
Preparazione

Come preparare le Tagliatelle ripiene al cotechino

Per preparare le tagliatelle ripiene al cotechino, potete iniziare dall'impasto della pasta all'uovo: su una spianatoia ponete la farina setacciata, create la classica fontana e al centro versate le uova. Quindi iniziate a lavorare gli ingredienti mescolando con una forchetta 1, allargando sempre di più per prendere la farina. Poi iniziate a lavorare con le mani  almeno per 10 minuti maneggiando e sbattendo l'impasto sulla spianatoia fino a quando non otterrete un composto morbido e omogeneo 2. Formate un panetto e rivestitelo con pellicola trasparente 3, poi fate riposare a temperatura ambiente per circa 30 minuti.

Intanto proseguite con la preparazione del ripieno: prendete un cotechino precotto e fatelo lessare in una pentola con acqua bollente 4 secondo le istruzioni riportate sulla confezione (ci vorranno circa 15 minuti). Passato il tempo necessario, scolatelo e ponetelo in una ciotolina per eliminare l'involucro esterno 5, facendo attenzione a non scottarvi con il liquido presente nella confezione. Eliminate la pelle del cotechino 6,

poi tritatelo finemente al coltello 7. Quindi, preparate le verdure per il soffritto: tritate finemente la cipolla, il sedano e la carota precedentemente lavati e mondati. Se preferite potete aggiungere un trito di erbe aromatiche. Ponete le verdure del soffritto in una padella capiente con un filo d'olio 8 e fatele appassire per circa 5-10 minuti. Dopodichè versate anche la polpa di cotechino 9, mescolate e fate cuocere il cotechino a fuoco vivace per 5 minuti, quindi sfumate con il vino bianco. Salate e pepate a piacere. Poi spegnete il fuoco.

Ponete il ragù di cotechino così ottenuto in un mixer e aggiungete la ricotta 10 e il parmigiano reggiano 11. Riducete il composto ad una crema omogenea e tenetela da parte 12.

A questo punto, riprendete il panetto di pasta all'uovo e ponetelo sulla spianatoia leggermente infarinata. Stendetelo con il mattarello, dividetelo e ricavatene delle sfoglie di numero pari, il più possibile sottili. Poi servitevi di una macchinetta per la pasta per renderle ancora più sottili e lunghe circa 30 cm 14. Spennellate con 1 uovo sbattuto le sfoglie aiutandovi con un pennellino da cucina 15.

Quindi riprendete il ripieno al cotechino, riempite una sac-à-poche con una spatola 16 e stendete il ripieno su metà delle sfoglie di pasta creando delle strisce distanziate tra di loro di circa 1 cm 17. Poi chiudete le sfoglie con il ripieno ponendo un'altra sfoglia di pasta sopra 18.

E' importante che le tagliatelle vengano chiuse senza lasciare aria all'interno, quindi è importante fare pressione con le mani ai lati del ripieno 19 per sigillare e far fuoriuscire tutta l'aria. Prendete il tagliapasta dentato e rifinite i bordi per ricavate le tagliatelle 20 che potete riporre su un vassoio rivestito con un panno da cucina infarinato 21.

Mettete sul fuoco un tegame capiente e ampio; riempitelo d'acqua, salate a piacere e portatelo a bollore. Quando l'acqua bolle, versate le tagliatelle nel tegame 22 e fatele lessare per circa 5 minuti. Poi scolatele con l'aiuto di una schiumarola 23 e ripassatele in una padella dove avrete sciolto il burro 24.

Mantecatele con l'aggiuta di erbe aromatiche tritate 25 e parmigiano reggiano grattugiato a piacere 26. Quindi servite le vostre tagliatelle ripiene al cotechino ben calde 27!

Conservazione

Potete conservare le tagliatelle ripiene al cotechino chiuse in un contenitore ermetico e poste in frigorifero, per 1-2 giorni al massimo. E' possibile congelare le tagliatelle da crude. Per la congelazione potete procedere riponendo il vassoio con le tagliatelle ben distanziate in congelatore per farle indurire un paio d’ore. Quando saranno ben indurite, mettetele in sacchetti gelo  e riponetele nuovamente in congelatore. Quando le dovrete utilizzare lessatele direttamente da congelate in acqua bollente e procedete come da ricetta.

Consiglio

Se preferite, potete preparare un sugo al pomodoro per condire le vostre tagliatelle ripiene al cotechino.

19 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • c.sara
    martedì 02 gennaio 2018
    Ho preparato questa ricetta cambiando il formato della pasta...Ho fatto dei cappellacci. Molto buoni, ma, per me, si sente molto il gusto della cipolla, che copre un po' quello del cotechino. Grazie cmq delle buone idee che date con le vostre ricette.
  • Valeria
    giovedì 02 novembre 2017
    ma il ripieno, senza ricotta e parmigiano, lo posso usare come sugo sulle tagliatelle classiche? Grazie mille
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 02 novembre 2017
    @Valeria: ciao Valeria! Certamente! 
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo