Tajarin con sugo di carne e fegatini

PRESENTAZIONE

I tajarin sono un primo piatto tipicamente piemontese. Dopo aver preparato un impasto con farina 00 e uova, dopo un giusto riposo, si tira la pasta, la si arrotola su se tessa e si taglia a mano, come da tradizione, ottenendo i tajarin.

Il sugo che li accompagna, di solito è fatto soltanto con fegatini di pollo; questa è una variante un po’ più delicata, per chi non ama il sapore pungente del solo fegato ma non vuole rinunciare ad un piatto della tradizione.

Leggi anche: Risotto ai fegatini

INGREDIENTI

per la pasta all'uovo
Uova 3
Farina 00 300 g
Olio extravergine d'oliva 1 cucchiaino
per il ragout
Carne bovina trita 400 g
Fegatini di pollo 250 g
Pomodori perini 600 g
Rosmarino 1 rametto
Cipolle 1
Burro 1 cucchiaino
Brodo di carne 200 ml
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare i Tajarin con sugo di carne e fegatini

Formate una fontana con la farina; rompete al centro le uova ed aggiungete l’olio 1. Impastate fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica 2, che avvolgerete in un film trasparente e lascerete riposare in frigo per mezz’ora. Tagliate la cipolla finemente 3.

Pulite e tagliate i fegatini a piccoli pezzi 4. Pelate, eliminate i semi e tagliate a pezzettini i pomodori 5.  Per facilitare la pulizia dei pomodori è bene farli sbollentare in acqua per qualche minuto; la pelle si staccherà più facilmente. In una padella capiente fate sciogliere il burro, aggiungete la cipolla ed il rosmarino 6 e  soffriggete fino a quando la cipolla non sarà trasparente.

Incorporate i fegatini e rosolateli 7, poi  aggiungete la carne 8 e fate cuocere il tutto per qualche minuto, poi aggiungete  il brodo. Incorporate i pomodori pelati e tagliati 9; mescolate bene, salate, pepate, coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma dolce per 40 minuti.

Tirate la pasta, realizzando delle lunghe strisce che avvolgerete su se stesse 10 e, con l’aiuto di un coltello 11, tagliatele dello spessore di 2 mm, ricavando i tajarin 12. Cuocete i tajarin in abbondante acqua salata per non più di 4 minuti. Serviteli caldi accompagnati dal ragout di carne e fegatini.

Consiglio

Cospargete la pasta di farina su entrambi i lati prima di piegarla su se stessa per evitare che si attacchi. Se preferite, è possibile fare i tajarin con l’apposita macchinetta tirasfoglia, corredata dello speciale accessorio per tagliarle la pasta. Una volta tagliati, lasciate riposare i tajarin in un vassoio con della farina e, se possibile, fateli seccare al sole.

Ti suggeriamo

RICETTE CORRELATE
COMMENTI (6)
Lascia un commento o chiedici un consiglio
  • @fede
    mercoledì 04 marzo 2015
    salve a tutti, sono un neofita della cucina ma molto attratto dalla stessa,chiedo scusa in anticipo,ma mi chiedo come debbano essere puliti/spurgati i fegatini per molti sarà scontato grazie in anticipo
    Sonia Peronaci
    giovedì 09 aprile 2015
    @fede: Devi semplicemente lavare e pulire i fegatini eliminando la vescichetta, del fiele senza romperla, direttamente dentro a una bacinella d'acqua, e poi scolarli smiley
  • Emilio
    mercoledì 14 gennaio 2015
    i VERI tajarin non sono quelli descritto qui. Un kilo di farina possibilmente di grano duro rimacinata e 30 rossi d'uovo (si esattamente 30 rossi)
    Sonia Peronaci
    giovedì 15 gennaio 2015
    @Emilio:Ciao Emilio! Noi proponiamo una nostra versione delle ricette smiley
FATTE DA VOI (1)
paolacasalis
Tajarin burro e salvia: semplice, con gusto!