Tartellette al cacao e amarene

PRESENTAZIONE

Immaginate di addentare una crostatina la cui frolla e morbida, delicata e dal sapore intenso con note di frutta secca tostata che valorizzano il cacao. Poi una crema di yogurt e panna, spumosa e voluttuosa. E per completare il tutto la nota acida data dalle amarene sciroppate. E' la perfezione in fatto di equilibrio e piacere, sono le nostre golosissime tartellette al cacao e amarene. L'ispirazione per questo dolce? Semplicemente ci siamo ispirati alla bontà della torta foresta nera che ha la capacità di stregare chiunque... nessuno escluso! Preparate queste golose tartellette per conquistare i vostri ospiti in occasioni speciali come le feste o i compleanni e perché no persino sulle tavole dei buffet... potreste persino proporre un'alternativa vegana realizzando anche dei deliziosi cubotti al cacao e amarene! Preparate insieme a noi le tartellette al cacao e amarene e fateci sapere se vi sono piaciute.

Leggi anche: Torta al cacao, ricotta e amarene

INGREDIENTI

Ingredienti per 6 pezzi
Cacao amaro in polvere 15 g
Farina 00 140 g
Farina di nocciole 50 g
Zucchero a velo 65 g
Burro 90 g
Albumi 30 g
Estratto di vaniglia 1 cucchiaino
Sale fino 1 pizzico
Per la crema
Panna fresca liquida 150 g
Yogurt greco 150 g
Zucchero 20 g
Per guarnire
Amarene sciroppate 36
Menta 6 foglie
Preparazione

Come preparare le Tartellette al cacao e amarene

Per preparare le tartellette al cacao e amarene cominciate versando farina, zucchero a velo 1 e farina di nocciole 2 nel bicchiere di un mixer. Setacciate il cacao 3,

aggiungete il sale 4, l’estratto di vaniglia 5 e il burro freddo a pezzettini 6.

Azionate le lame e ottenete un composto sabbioso. Trasferitelo sul piano da lavoro 7 e unite gli albumi 8. Impastate brevemente a mano per compattare gli ingredienti 9.

Ottenete un panetto e avvolgetelo nella pellicola trasparente 10. Poi mettetelo a riposare in frigorifero per almeno un’ora e occupatevi della crema. In una ciotola versate la panna fredda di frigo e zuccheratela 11. Inserite le fruste e montate a velocità medio alta finché il composto non sarà quasi a neve 12.

Aggiungete la panna montata allo yogurt greco in due volte: la prima parte servirà per ammorbidire il composto 13, la seconda invece andrà ad alleggerirlo, quindi inglobate con più delicatezza 14. Coprite con pellicola e mettete anche questa in frigorifero 15.

Riprendete la frolla al cacao e battetela con il matterello 16, poi tiratela tra due fogli di carta forno utilizzando un matterello e ottenete una sfoglia spessa 3-4 mm 17. Pareggiate bene la superficie ripassando il matterello: in questo modo otterrete una superficie omogenea 18.

Con un coppapasta di 11 cm ritagliate 6 dischetti 19 e diponeteli all’interno di 6 dischi di metallo della grandezza di 9,5 cm e sistemati su un foglio di carta forno 20. Eliminate l’eccedenza con un coltellino. Trasferite il tutto su una leccarda da forno e fate riposare in frigo per un’oretta 21.

Riprendete la leccarda e bucherellate la base delle crostatine 22, sistemate 6 foglietti di carta forno e adagiate all’interno le sfere di ceramica, oppure dei legumi secchi, 23 e procedete con la cottura alla cieca. Cuocete le crostatine in forno caldo a 170° per circa 20 minuti; a fine cottura fate intiepidire prima di sformare e lasciate raffreddare completamente 24.

Versate la crema fredda in una sac-à-poche con boccetta Saint honorè e spremete su circa 2/3 della base formando un serpentello stretto 25. Poi guarnite il restante 1/3 con le amarene divise a metà e decorando la superficie con qualche pezzetto di ciliegia e un po’ dello sciroppo 26. Una fogliolina di menta per rinfrescare e colorare il tutto e le vostre golose tartellette al cacao e amarene sono pronte: gustatele pure 27!

Conservazione

Le crostatine al cacao e ciliegie si conservano per un paio di giorni in frigo chiuse in un contenitore di vetro. La frolla può essere preparata con anticipo seguendo la conservazione della nostra scheda base.
La crema di panna e yogurt può essere preparata con qualche ora d’anticipo, risulterà più soda. Anche le ciliegie possono essere cotte con qualche ora d’anticipo, se lo sciroppo dovesse asciugarsi troppo basterà aggiungere ancora un goccio d’acqua e scaldare la padella.

Consiglio

Se preferite potete provare a fare una crostata grande anziché le crostatine, fate attenzione all’aspetto: mettete la crema in una sac-à- poche senza bocchetta e spremete tanti ciuffetti tondi, le ciliegie poi andranno a riempire i solchi formando un’irresistibile decorazione. Per un tocco di sapore in più invece grattugiate del cioccolato fondente in superficie!
Durante la loro stagione potete spadellare 125 g di ciliegie duroni con 25 g di zucchero, quando fuoriesce il succo portatelo a bollore insieme a 35 g di kirsh e 100 g di acqua!

6 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • silviaruz
    sabato 09 febbraio 2019
    ciao, posso usare la farina di mandorle invece di quella di nocciole?
    Redazione Giallozafferano
    sabato 09 febbraio 2019
    @silviaruz: Ciao, certo non ci sono problemi!
  • Francesca Bonacina
    domenica 15 luglio 2018
    Ciao GZ posso usare marmellata di ciliegie e ciliegie fresche nella parte senza crema?
    Redazione Giallozafferano
    domenica 15 luglio 2018
    @Francesca Bonacina: Ciao, certamente!
2 FATTE DA VOI
debycecc
fatta in versione crostata.
moniag5
Ottime 😋👍🏻
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo