Tartellette alle pesche e crema

PRESENTAZIONE

Le tartellette alle pesche e crema sono dei piccoli cestini di fragrante pasta frolla.
Il goloso ripieno è formato da una crema vellutata aromatizzata alla vaniglia, mentre la pesca noce viene lavorata a forma di spiga per decorare in maniera graziosa le tartellette.
Un dessert raffinato con una crema avvolgente che si ottiene facendo sciogliere a fuoco lento lo zucchero con i tuorli, aggiungendo al composto sia il latte che la panna fresca a filo e i semi di vaniglia insieme al baccello per dare un aroma intenso.
Anche i gusci delle tartellette alle pesche e crema vengono profumati alla vaniglia, aggiungendo i semi nell'impasto prima della breve lavorazione a mano della frolla.
Potrete spolverizzare le tartellette alle pesche e crema con lo zucchero a velo o spennellarle con della confettura dopo averle cotte in forno per creare l'effetto lucido!

Leggi anche: Pesche in sfoglia

INGREDIENTI

Ingredienti per la frolla (per 8 tartellette)
Burro 150 g
Farina 00 125 g
Zucchero a velo 50 g
Tuorli medio 1
Baccello di vaniglia i semi ½
Sale fino 1 pizzico
Per la crema
Latte intero 500 ml
Panna fresca liquida 125 ml
Zucchero 125 g
Tuorli medi 3
Farina 00 25 g
Amido di mais (maizena) 25 g
Scorza di limone 1
Baccello di vaniglia ½
Per decorare
Pesche noci 200 g
Preparazione

Come preparare le Tartellette alle pesche e crema

Per preparare le tartellette alle pesche e crema, iniziate dalla pasta frolla (potete consultare nel dettaglio il procedimento qui): in un mixer ponete la farina, versate il burro freddo a pezzi 1, lo zucchero a velo 2 e il sale 3.

Quindi azionate il mixer fino ad ottenere un composto sabbioso 4. Trasferitelo su una spianatoia o un piano di lavoro freddo. Quindi prendete metà di una bacca di vaniglia, estraete i semi aiutandovi con la punta di un coltellino 5 e aggiungeteli al composto sabbioso 6.

Formate la classica fontana e versate al centro il tuorlo 7; impastate brevemente il tutto a mano 8, fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo 9 dandogli la forma di un panetto.

Avvolgetelo con la pellicola trasparente 10 e lasciatelo raffreddare in frigorifero per almeno mezz’ora. Nel frattempo preparate la crema: in una pentola capiente versate i tuorli e aggiungete lo zucchero 11, mescolate a fuoco bassissimo con una frusta fino a sciogliere lo zucchero 12.

Quindi unite la maizena e la farina setacciandole a mano a mano 13 e mescolate il tutto sempre con la frusta per ottenere un composto omogeneo e senza grumi 14. A questo punto, aggiungete il latte a temperatura ambiente 15 e la panna a filo, stemperando sempre con una frusta.

Prendete l'altra mezza bacca di vaniglia, incidetela con il coltello ed estraete i semi da aggiungere alla crema 16, poi immergete anche il mezzo baccello aperto e diviso in due 17. Ad ultimo grattugiate direttamente nella pentola la scorza del limone non trattato 18.

Mescolate continuamente con la frusta e lasciate cuocere la crema a fuoco molto basso per almeno 15 minuti o fino a che la crema non avrà raggiunto una consistenza cremosa e compatta come la crema pasticcera 19.  Poi spegnete il fuoco, fate intiepidire la crema e trasferitela in una sac-à-poche. A questo punto riprendete la pasta frolla dal frigorifero e ponetela su un ripiano di lavoro o una spianatoia infarinata. Stendetela con un mattarello fino a raggiungere lo spessore di mezzo cm 20  (se la pasta frolla tendesse a rompersi, mettetela tra due fogli di carta da forno leggermente oleati e stendetela sempre con il mattarello). Dopodichè con un coppapasta ricavate 8 dischi di circa 9-10 cm di diametro 21.

Adagiate i dischi ottenuti in stampini del diametro di 8 cm precedentemente imburrati e infarinati. Foderate bene ciascuno stampino con la pasta, facendo aderire il fondo e i bordi. Prendete la sac-à-poche con la crema e riempite ciascuno stampino fino al bordo 22; poi poneteli in frigo a raffreddare: in questo modo eviterete che i bordi della frolla collassino verso l’interno durante la cottura. Nel frattempo preparate la decorazione con le pesche: tagliatele in 4 spicchi 23 e poi a metà nel senso della larghezza 24.

Iniziate dalla base larga e praticate al centro una piccola incisione obliqua come per formare una V rovesciata (25-26). Lasciando qualche millimetro di spazio, praticate altri tagli sempre a V; ripetete ancora l'operazione arrivando quasi all'estremità del quarto di pesca 27.

A questo punto delicatamente con le dita fate scivolare i pezzetti di pesca verso il basso 28; dovreste aver formato una spiga. Ponetela al centro di ogni tortina 29 e infornatele in forno statico preriscaldato a 170° per 45-50 minuti (se forno ventilato a 160° per 40-45 minuti). Tiratele fuori dal forno quando i bordi delle tartellette saranno dorati 30. Sformatele e servite le vostre tartellette alle pesche e crema tiepide!

Conservazione

Le tartellette alle pesche e crema si conservano 3-4 giorni in frigorifero, coperte con pellicola trasparente o chiuse in un contenitore ermetico.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

La bellezza è quasi un ingrediente di questo piatto! Se volete esagerare, spennellate le tartellette (una volta cotte) con della confettura alle pesche, o quella che preferite, dopo averla filtrata con un colino a maglie strette: bello e, naturalmente, delizioso!

38 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • vania17
    lunedì 09 settembre 2019
    volevo chiedere le dosi per una tortiera da 24 cm. per la pasta frolla siccome a me viene sempre molto dura posso utilizzare la ricetta della vostra pasta frolla morbida?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 09 settembre 2019
    @vania17: ciao! puoi utilizzare la pasta frolla morbida senza problemi. In ogni caso per le dosi non avendo provato non possiamo darti indicazioni precise, ma se utilizzi la nostra ricetta della frolla morbida dovrebbe bastare! 
  • valeria
    giovedì 07 settembre 2017
    come posso sostituire l amido di mais?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 07 settembre 2017
    @valeria: ciao! Puoi utilizzare la stessa dose di farina! 
1 FATTA DA VOI
fede_rika
🍑🍑🍑
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo