Tartiflette

/5
Tartiflette
51
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 25 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

L'inverno sembra non finire mai: scaldatevi con un piatto rustico e sostanzioso, la tartiflette! La tartiflette è un piatto tipico del'Alta Savoia a base di patate lesse, condite con cipolla, stufata con vino bianco, lardo o pancetta e fonduta di Reblochon.
Si dice che la tartiflette sia stata inventata negli anni Ottanta, da un'associazione locale della Savoia, per promuovere il Reblochon, formaggio a base di latte crudo dal sapore e dal profumo inconfondibile, tipico di quella regione francese.
La tartiflette è un piatto invernale, molto calorico, e vi consigliamo di servirlo come piatto unico accompagnato da una leggera insalata!

Ingredienti

Patate 1,2 kg
Pancetta affumicata a fette 140 g
Reblochon privato della scorza 300 g
Burro 50 g
Cipolle 1
Panna fresca liquida (facoltativa) 70 ml
Vino bianco secco 30 ml
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare la Tartiflette

Tartiflette

Per preparare la tartiflette, iniziate cuocendo le patate: noi le abbiamo cotte in acqua salata in pentola a pressione per 10 minuti (1). Le patate non devono essere troppo cotte perché le fette devono rimanere intere; se cuociono troppo, tagliandole si romperanno. Mentre le patate sono sul fuoco, dedicatevi alla preparazione della cipolla: mondatela e affettatela finemente a rondelle (2) e cuocetela in una padella antiaderente, a fuoco molto basso, nel burro sciolto: deve appassire lentamente (3).

Tartiflette

Sfumate la cipolla con il vino (4) e continuate la cottura fino a quando la cipolla sarà molto morbida (5). Intanto, tenete da parte 16 fette intere di pancetta, ne serviranno 4 per ogni terrina monoporzione o tutte insieme per una terrina unica) e tagliate a striscioline di mezzo cm quelle che restano (6).

Tartiflette

Quando le patate saranno cotte, lasciatele raffreddare completamente (7) e, quando saranno fredde, sbucciatele e tagliatele a fette spesse mezzo cm, facendo attenzione a non romperle (8). Mescolate in una ciotola, delicatamente, le patate, la pancetta e la cipolla stufata, e lasciatele insaporire (9).

Tartiflette

Preparate ora la fonduta di reblochon: private il formaggio dalla crosta esteriore (10) e scioglietelo, a bagnomaria o al microonde, in una terrina (10). Se volete, una volta sciolto, aggiungete al formaggio la panna (12), per rendere la crema più fluida.

Tartiflette

Componete la tartiflette: oliate leggermente 4 pirofile di ceramica (diametro 18-20 cm circa) e disponete in ognuna 4 fette di pancetta a formare una croce, lasciando metà fetta fuori dalla terrina (13). Potete comporre la tartiflette anche in una pirofila unica. Aggungete le patate, condite con pancetta e cipolla, fino a riempire le terrine (14-15).

Tartiflette

Versate sulle patate la fonduta di reblochon (16), ripiegate la pancetta sulla superficie della terrina (17) e infornate in forno statico già caldo a 250° per 13-15 minuti (ventilato 230° per 10 minuti), fino a che la superficie non sarà ben dorata e croccante (18). Sfornate la tartiflette, lasciatela intiepidire per qualche minuto e buon appetito!

Conservazione

Potete conservare la tartiflette in frigorifero, coperta con la pellicola, e consumarla entro 3 giorni, scaldandola in forno.
Potete congelare la tartiflette, ma senza formaggio. Il formaggio sciolto andrà messo quando la tartiflette sarà scongelata: a quel punto, procedere alla cottura come indicato nella ricetta.

Consiglio

Calda, fondente, scioglievolissima: la tartiflette è un piatto meraviglioso, che dovete provare. Prima di lanciarvi ad acquistare il Reblochon, però, qualche consiglio perché tutto fili liscio. Le patate: tagliatele solo quando saranno completamente fredde, altrimenti si rompono. La cottura: io ho usato delle pirofile di ceramica, ma se sono di rame ancora meglio. Il Reblochon: provare per credere. Se non lo trovate, però, oppure non dovesse piacervi, la tartiflette è ugualmente prelibata con il taleggio, più intenso, o il brie, più delicato.

Leggi tutti i commenti ( 51 )

Altre ricette

I commenti (51)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • Mattia ha scritto: giovedì 03 marzo 2016

    Cosa si può mettere al posto del reblochon??

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 01 giugno 2016

    @Mattia : Ciao Mattia magari del camembert! Un saluto

  • ugolone ha scritto: sabato 15 novembre 2014

    Scusate necessito di un consiglio... ... volendo preparare stile assaggio per 24 persone, posso preparare tutto nelle classiche piccole vaschette di alluminio per poi scaldare in forno? attendo consigli grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 24 marzo 2015

    @ugolone: non dovrebbe essere un problema smiley 

Leggi tutti i commenti ( 51 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

Aggiungi le foto delle tue ricette e mostra il tuo risultato

Ultime ricette

Dolci

I biscotti semplici decorati sono un pensiero dolcissimo da personalizzare come preferite: preparate la frolla, la glassa e scatenate la fantasia!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 20 min

Torte salate

La quiche Lorraine è una torta salata di origine francese che ha tante varianti: nella nostra ricetta abbiamo utilizzato gli ingredienti classici!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 50 min
  • Cottura: 60 min

Secondi piatti

Il rotolo di frittata gratinato è un secondo piatto veloce e stuzzicante: una base perfetta da farcire con gli ingredienti che si preferiscono!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 15 min

Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta fresca
Biscotti
Pizze e focacce
Piccola pasticceria
Dolci veloci
Torte
Contorni