/5

Timballo di maccheroni

PRESENTAZIONE

Timballo di maccheroni

Il timballo di maccheroni è un primo piatto ricco e sostanzioso, avvolto in un croccante guscio di pasta brisè spennellata con un uovo sbattuto con poca panna. Il timballo prende il nome dall’omonimo stampo in cui veniva originariamente preparato: un contenitore di forma cilindrica con il diametro uguale all'altezza.
Sembra che l’idea di presentare la pasta (generalmente condita con sughi ricchi di carne e verdure), avvolta in un guscio di pasta frolla, sfoglia o brisè, sia nata intorno al XIV secolo.
La tradizione si è mantenuta, quasi immutata, fino ai giorni nostri; è possibile trovare ricette simili in svariate gastronomie regionali. Anche Giuseppe Tomasi di Lampedusa, nel suo romanzo “Il Gattopardo”, cita il timballo come un piatto delizioso e fragrante: allora perché non provarlo?
La ricetta che abbiamo realizzato noi prevede la preparazione di una pasta condita con piselli e salsiccia, alternata a strati di sugo con polpettine e di mozzarella filante. Il tutto viene poi ricoperto da uno strato sottile di pasta brisè, che dona alla ricetta un gusto e una croccantezza unici.

Leggi anche: Timballo di maccheroni con salsiccia e carciofi

INGREDIENTI

Ingredienti per una tortiera del diametro di 28 cm
Rigatoni 400 g
Cipolle rosse 1
Olio extravergine d'oliva q.b.
Salsiccia 300 g
Brodo vegetale 100 ml
Parmigiano reggiano da grattugiare 50 g
Fiordilatte 300 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Tuorli 1
Panna fresca liquida 2 cucchiai
Piselli surgelati 300 g
Passata di pomodoro 500 ml
per la pasta brise'
Burro 200 g
Acqua ghiacciata 140 ml
Farina 00 400 g
per le polpette
Maiale macinato 300 g
Uova medie 2
Pane (mollica sbriciolata) 50 g
Parmigiano reggiano da grattugiare 100 g
Prezzemolo da tritare 1 ciuffo
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare il Timballo di maccheroni

Per realizzare il timballo di maccheroni preparate la pasta brisé: mettete in un mixer la farina, il burro a pezzi freddo di frigo, un pizzico di sale e frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso e farinoso. Disponete il composto ottenuto su un piano da lavoro freddo, nella classica forma a fontana, ed impastate velocemente aggiungendo poco alla volta l’acqua fredda finché non avrete ottenuto un impasto compatto ed elastico. Coprite il tutto con la pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno 40 minuti. Preparate ora il sugo: sgranate con le mani la salsiccia e mettetela a cuocere in una padella antiaderente per pochi minuti 1, fino a quando si sarà colorita; aggiungete i piselli surgelati 2, mescolate ed unite un mestolo di brodo 3. Lasciate cuocere il tutto per circa 30 minuti a fuoco medio, mescolando spesso per non far attaccare la carne al fondo della padella. Trascorso il tempo indicato, spegnete il fuoco e mettete il tutto da parte.

In un tegame a parte mettete ad imbiondire la cipolla, tritata finemente, per un paio di minuti 4, a fuoco dolce, assieme a 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva, quindi aggiungete la salsa di pomodoro 5. Continuate la cottura per un quarto d'ora e, nel frattempo, preparate le polpettine: in una ciotola capiente mettete la carne trita di suino, il Parmigiano Reggiano, la mollica di pane sbriciolata 6,

quindi aggiungete due uova 7, il prezzemolo 8 e aggiustate di sale e pepe. Amalgamate tutti gli ingredienti con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo 9,

poi formate delle palline e ponetele su un vassoio ricoperto di carta da forno 10. Quando tutte le polpettine saranno preparate, mettetele a cuocere nel sugo che avete precedentemente preparato, per circa un quarto d'ora, a fuoco basso 11. A questo punto portate ad ebollizione abbondante acqua salata in una pentola capiente e fatevi cuocere i rigatoni, quindi scolateli al dente 12.

Unite alla pasta un mestolo abbondante di sugo con le polpettine 13 ed i piselli con la salsiccia 14. Tagliate a fettine sottili una mozzarella 15, quindi prendete la pasta brisè  dal frigorifero e, con l'aiuto di un mattarello, stendetela in due fogli non troppo sottili.

Prendete una teglia rotonda del diametro di 28 cm e foderatene il fondo con un foglio di pasta bristè 16, bucherellando la superficie con i rebbi di una forchetta 17. Cominciate a comporre il timballo ponendo a strati la pasta 18,

le polpettine al sugo 19, la mozzarella e di nuovo la pasta 20: continuate così fino a terminare tutti gli ingredienti. Infine spolverizzate con abbondante Parmigiano Reggiano 21;

E ricoprite la superficie con il secondo foglio di pasta brisè 22. Aiutandovi con un coltello eliminate la parte di pasta che eccede 23, quindi sigillate i bordi praticando una lieve pressione con i rebbi di una forchetta o con i polpastrelli 24.

Create un buco al centro 25 per permettere al vapore di fuoriuscire durante la cottura, lasciando la pasta croccante e non umida. Sbattete un tuorlo con poca panna 26 e spennellatelo sulla superficie del timballo 27.

Se volete completare il timballo con una bella decorazione potete decorarlo con delle foglioline ricavate dall’impasto avanzato, utilizzando uno stampino (28-29). Fate cuocere il timballo in forno preriscaldato, statico, per 45 minuti a 180° 30: la pasta brisè deve risultare dorata. Una volta cotto, lasciate intiepidire il timballo ai maccheroni e servitelo.

Conservazione

Potete conservare il timballo di maccheroni, posto in frigorifero e chiuso in un contenitore ermetico, per un paio di giorni al massimo.

Il timballo di maccheroni può essere congelato una volta cotto, conservandolo in un contenitore ermetico. Per farlo scongelare mettetelo in frigorifero la sera prima e, una volta scongelato, fatelo scaldare in forno statico per 20 minuti. 

Consiglio

Se volete arricchire il vostro timballo di maccheroni potete aggiungere delle uova sode tagliate a rondelle o a quarti (se volete ottenere un effetto più carino potete utilizzare le uova di quaglia), della besciamella e della pancetta a dadini. Potete omettere i piselli dal timballo di maccheroni o sostituirli con delle carote o altra verdura tagliata a piccoli cubetti della stessa dimensione dei piselli, in modo che abbiano più o meno la stessa cottura. Se non volete utilizzare la salsiccia, potete optare per della pancetta o della carne trita. Al posto della mozzarella, potete utilizzare della provola, del caciocavallo, della scamorza o qualsiasi altro formaggio non stagionato, a pasta molle, che in cottura si sciolga diventando filante.

48 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • gianni franceschini
    sabato 25 marzo 2017
    A Trecenta provincia di Rovigo a pochi kilometri dal Po, negli anni '50, il pasticcio di maccheroni era un piatto da farsi per Natale o in caso di Feste importanti. C'era la pasta frolla dolce, la besciamelle salata e .....i piccioncini disossati ..... Era una bontà ma non ricordo la ricetta!! C'è qualcuno che ne sa qualcosa? Grazie
  • Viola
    sabato 29 ottobre 2016
    @Emanuela : secondo me è' buonissima anche con la frolla dolce, è' come si fa a Ferrara il pasticcio di maccheroni!
3 FATTE DA VOI
rosannatris
ottima anche scaldata
Melogranoblu
Spettacolo!!!
giusyfoodblogger
Ho seguito, tutte le vostre indicazioni .. Ripeno di tortiglioni, polpettine Questo timballo è venuto una favola ...
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo