Tonno di coniglio

PRESENTAZIONE

Il tonno di coniglio è un antipasto tipico piemontese.
E’ un piatto che nasce dalla cultura contadina e povera, proprio per questo il tonno di coniglio lo si prepara anche con qualche giorno di anticipo perché si conserva grazie all’abbondante dose di olio e all’aglio che viene usato in grande quantità.
Il tonno di coniglio è molto semplice come preparazione anche se la cottura della carne richiede molto tempo; il suo sapore delicato e aromatico viene decisamente arricchito dalla presenza dell’aglio che se non dovesse essere di gradimento può essere usato in spicchi interi in minor dose e tolto prima di consumare il tonno di coniglio.

Leggi anche: Ragù di coniglio

INGREDIENTI
186
CALORIE PER PORZIONE
Coniglio intero da 1kg 1
Carote 1
Sedano 2 coste
Cipolle bianche media 1
Chiodi di garofano 2
Rosmarino 2 rametti
Salvia abbondante
Timo 2 rametti
Mirto 2 rametti
Aglio 7 spicchi
Sale fino q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Preparazione

Come preparare il Tonno di coniglio

Riempite di acqua una grande pentola;
tagliate la testa dal coniglio e togliete le interiora 1; mondate le verdure, steccate la cipolla con i chiodi di garofano 2 e immergete le verdure nell’acqua 3,

portate lentamente a bollore e aggiungete un cucchiaio di sale grosso 4 e il bouquet garni (rosmarino-timo-mirto-1 rametto di salvia) legato con dello spago da cucina; quando il brodo vegetale sarà ben caldo immergete anche il coniglio intero 5e fate cuocere per almeno 60 minuti o fino a che la carne risulta tenerissima.
Trascorso questo tempo, prelevate il coniglio e trasferitelo in una terrina molto capiente 6 e versatevi sopra il suo stesso brodo di cottura acora bollente fino a coprirlo; lasciatelo raffreddare completamente nel suo brodo.

Prelevate il coniglio e fatelo scolare in un colino 7; ora dovrete spolparlo e sfilacciare la carne molto finemente 8; lavate delicatamente la salvia e pelate gli spicchi d'aglio 9;

tritate l’aglio 10 (lo potete anche lasciare a spicchi tagliati a metà se poi preferite toglierlo), prendete dei vasetti sterilizzati e muniti di coperchi con la valvola per il sottovuoto (o una terrina di coccio o vetro tipo quelle da plumcake per un consumo rapido), versate sul fondo abbondante 11 olio di ottima qualità, un poco di aglio  tritato 12

qualche foglia di salvia 13 e parte del coniglio sfilacciato 14, poi di nuovo olio, aglio, salvia e coniglio fino a terminare la carne 15. In ultimo versate ancora poco olio sulla superficie. Chiudete i vasetti ermeticamente e sterilizzateli mettendoli in una capiente pentola, coprendoli completamente con acqua fredda e mettete sul fuoco, portate a bollore e fate bollire i vasetti per 45-60 minuti; fate freddare nell’acqua. In questo modo i vasetti creano il sottovuoto. Si conservano per 5-6 mesi.

Consiglio

Se voleste consumare a breve termine il tonno di coniglio è consigliabile usare una terrina di terracotta o in vetro (tipo pyrex) munita di coperchio per chiusura ermetica, procedere come per i vasetti procedendo a strati e consumare il giorno dopo averla preparata in modo da lasciare che tutti i sapori si amalgamino.

37 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • lalla08
    sabato 07 settembre 2019
    è possibile preparare il vasetto e poi congelarlo?
    Redazione Giallozafferano
    sabato 07 settembre 2019
    @lalla08: ciao! in questo caso come conservazione è più adatto il sottovuoto! 
  • JHolly
    sabato 02 marzo 2019
    Buona giornata a tutti. Ho trovato solo ora la ricetta è vorrei chiedere se qualcuno a provato a sterilizzare usando il metodo della vaso cottura in microonde che esegue un buon sottovuoto. per la conservazione con questo metodo si può usare la dispensa?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 04 marzo 2019
    @JHolly: Ciao, per una corretta preparazione delle conserve alimentari ti consigliamo di fare riferimento alle linee guida del Ministero della Salute.
1 FATTA DA VOI
valuccy
Tonno di coniglio appena fatto!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo