Torcetti al burro

/5

PRESENTAZIONE

I torcetti al burro sono deliziosi biscotti friabili, a forma di ciambella ovale, simile ad una goccia, che appartengono alla tradizione dolciaria del Piemonte e della Valle d'Aosta. La caratteristica che rende unici questi biscotti è l'impasto lievitato e poi lavorato con il burro, che dona loro una consistenza leggera e arieggiata; l'impasto viene diviso in piccoli filoncini che, prima di essere modellati a goccia, vengono attorcigliati, arrotolando le estremità: da qui il nome torcetti! Prima di essere infornati, i torcetti vengono ricoperti con zucchero di canna, che in cottura si caramellizza e forma una dolce crosticina croccante! I torcetti al burro sono ideali per ogni momento della giornata: con il caffè della mattina, con il tè del pomeriggio o come fine cena in serata!

INGREDIENTI

Ingredienti per 26 torcetti
Farina 00 250 g
Acqua tiepida 120 ml
Burro a temp ambiente 120 g
Zucchero 50 g
Lievito di birra secco 2 g
Sale fino 5 g
per la ricopertura
Zucchero di canna 100 g
Preparazione

Come preparare i Torcetti al burro

Per realizzare i torcetti al burro, sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida (in alternativa, potete utilizzare 4 g di lievito di birra fresco) 1. In una ciotola capiente, mescolate la farina 00 con il sale e lo zucchero (2-3).

Unite il lievito sciolto nell’acqua 4 e impastate con le mani, dapprima raccogliendo tutti gli ingredienti nella ciotola 5 e poi lavorando l'impasto su di una spianatoia 6,

fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo 7. Mettete l'impasto a lievitare in una ciotola, coperta con pellicola, per un'ora al riparo da correnti d'aria 8, fino a che non avrà raddoppiato il suo volume 9.

Trascorso questo tempo, trasferite l’impasto nella ciotola di una planetaria (se non l'avete potete impastare a mano), munita di gancio 10 e aggiungete il burro amorbidito a temperatura ambiente, un pezzetto alla volta 11, impastando a velocità media 12.

Quando il burro sarà completamente assorbito, ponete nuovamente l'impasto nella ciotola 13 e lasciatelo lievitare ancora per un’ora. Se l'impasto risulta molto appiccicoso, aggiungete poca farina oppure infarinate le pareti della ciotola. Quando avrà raddoppiato il suo volume 14, lasciate riposare in frigorifero l'impasto almeno mezz’ora prima di lavorarlo, in modo che il burro presente si rassodi. Infarinate leggermente una spianatoia e dividete l'impasto in piccole palline da 15 gr ciascuna circa (saranno circa 26), che modellerete ognuna in un filoncino dallo spessore di mezzo cm e lungo 15 cm circa 15.

Torcete il filoncino, arrotolando le punte e donando la caratteristica arrotatura 16 quindi unite le estremità 17, incrociatele e premete leggermente per fissarle 18. Procedete così fino a terminare l'impasto.

Passate i torcetti nello zucchero di canna 19 quindi poneteli su di una leccarda ricoperta di carta forno, ben distanziati uno dall'altro 20. Infornate in forno statico già caldo a 180° per 25 minuti circa (forno ventilato 160° per 20 minuti): i torcetti dovranno risultare dorati 21. Sfornate, lasciate raffreddare su una gratella ed ecco pronti i vostri torcetti al burro!!

Conservazione

Conservate i torcetti, una volta freddi, in un barattolo chiusi col coperchio anche per una settimana! Si sconsiglia la congelazione.

Curiosità

La paternità della ricetta originale dei torcetti al burro è contesa tra la Valle d'Aosta e il Piemonte: sono famosi sia i torcetti di Sain Vincent sia quelli di Lanzo, Agliè e delle valli biellesi.
Risalire alla paternità della ricetta non è facile: già nel Settecento erano famosi i torchietti, dei biscotti attorcigliati a base di pasta di pane, passati nel miele e nello zucchero e cotti in forno.
I torcetti furono un vanto della pasticceria di casa Savoia: la regina Margherita ne era ghiotta e non potevano mancare sulla sua tavola!

Consiglio

I torcetti riservano mille sorprese, quindi ecco cosa fare in caso di: - torcetti asciutti: spennellateli con del burro sciolto prima di passarli nello zucchero di canna; - impasto ingestibile: lasciatelo in frigorifero almeno per mezz’ora. - torcetti troppo grossi: potete dimezzare la grandezza, ricordando che oltre al diametro cala anche il tempo di cottura: da 20 a 12-15 minuti.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI57
  • Lori Lori Cuoco
    giovedì 20 agosto 2020
    Scusi. Ma se si usa il lievito fresco lo devi mettere dentro all'impasto senza fare niente?
    Redazione Giallozafferano
    venerdì 21 agosto 2020
    @Lori Lori Cuoco : ciao, puoi aggiungerlo sbriciolato o sciolto nell'acqua: ricorda che 1g di secco corrisponde a 3,6 di fresco
  • Pasticciona1971
    sabato 22 febbraio 2020
    Salve, mi piace la ricetta ed ho avuto un buon risultato ma non capisco perché usare il lievito secco se poi lo si deve sciogliere in acqua... ?
    Redazione Giallozafferano
    sabato 22 febbraio 2020
    @Pasticciona1971: ciao! il lievito secco è più comodo da conservare a casa visto che ha una scadenza molto più lunga rispetto al lievito di birra!