Torta Dobos

PRESENTAZIONE

Recarsi a Budapest e fare un tour delle pasticcerie è una cosa che andrebbe fatta almeno una volta nella vita. La magia della musica suona “sul bel Danubio blu” e le passeggiate in riva al fiume regalano emozioni indimenticabili. Chiamata anche la Parigi dell’est, questa capitale è una delle città più romantiche dell’Europa. Per capire l’anima della città è necessario prendere una pausa ed entrare in una delle tipiche caffetterie in stile bohemien. L’atmosfera sembra riportarci indietro di oltre un secolo e l’ambiente un po’ retrò permette di assaporare una fetta della più famosa torta ungherese in tutta tranquillità. La torta Dobos è un tripudio di dolcezza… un dessert composto da più strati di piacere, in cui si alternano pasta biscotto e crema al burro al cioccolato. L’ultimo strato è ricoperto da una ghirlanda di spicchi di pasta rivestiti da un caramello croccante, che rendono questo dolce una delizia sia da vedere che da mangiare. Oggi vogliamo presentarvi la nostra versione di questa perla del Danubio, allora cosa state aspettando? Realizzate anche voi questa maestosa torta Dobos e assaporatela a suon di valzer!

Leggi anche: Crema al burro al cioccolato

INGREDIENTI

969
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per la base ( per 8 dischi da 22 cm )
Uova (medie) 7
Zucchero 210 g
Farina 00 90 g
Fecola di patate 90 g
Baccello di vaniglia 1
Burro (a temperatura ambiente) 120 g
per la crema al burro al cioccolato
Burro (ammorbidito) 700 g
Acqua 200 g
Zucchero 600 g
Cioccolato fondente 400 g
Baccello di vaniglia 1
Cacao amaro in polvere 50 g
Tuorli 360 g
per il caramello
Zucchero 200 g
Acqua 80 g
per decorare
Granella di nocciole 60 g
Preparazione

Come preparare la Torta Dobos

Per preparare la torta Dobos iniziate a realizzare l’impasto dei dischi. Prendete le uova e dividete i tuorli dagli albumi separandoli in due ciotole differenti. Aggiungete a quest’ultimi metà dello zucchero 1 e iniziate a montarli 2 fino ad ottenere un composto spumoso e ben fermo 3.

Tenete da parte (in frigorifero) i vostri albumi montati a neve e aggiungete l’altra metà dello zucchero ai tuorli 4. Iniziate a montarli e una volta ottenuto un composto chiaro e gonfio aggiungete il burro (a temperatura ambiente) poco per volta 5 e anche i semi di una bacca di vaniglia 6 (per prelevarli sarà necessario incidere la bacca e raschiarla con un coltellino affilato).

A questo punto incorporate gli albumi nel composto dei tuorli, poco alla volta 7 mescolando delicatamente dal basso verso l’alto con una frusta 8. Setacciate la farina insieme alla fecola 9

e incorporate anche questa, aiutandovi sempre con una frusta e mescolando molto delicatamente e dal basso verso l'alto 10 per non smontare l’impasto. Trasferite il composto in una sac-à-poche usa e getta e utilizzatela per creare i dischi necessari a comporre il dolce, che saranno in tutto 8. Per creare ciascun disco spremete circa 100 g di impasto in un anello da pasticceria da 22 cm posizionato su una leccarda precedentemente rivestita con carta forno 11 e livellatelo aiutandovi con una spatola 12.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 200° per circa 7-8 minuti (se utilizzate il forno ventilato cuocete a 180° per circa 5 minuti). Una volta sfornati 13, fateli intiepidire, poi estraeteli delicatamente dal cerchio (14-15) e ripetete l’operazione fino a realizzare tutti i dischi, quindi lasciateli raffreddare completamente.

Nel frattempo dedicatevi a preparare la crema al burro al cioccolato. Tritate il cioccolato, versatelo in un pentolino 16 e scioglietelo a bagnomaria 17, quindi versatelo in una ciotola e lasciatelo intiepidire 18, mescolandolo di tanto in tanto.

Ponete in un pentolino dal fondo spesso lo zucchero con l’acqua 19 e scaldatelo a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio. Una volta che lo zucchero sarà sciolto smettete di mescolare e portate lo sciroppo ad una temperatura di 121° 20, aiutandovi con un termometro da cucina. Quando lo sciroppo sarà quasi arrivato a temperatura, versate i tuorli nella ciotola di una planetaria e iniziate a montarli a velocità media. Non appena lo sciroppo avrà raggiunto la temperatura indicata versatelo a filo nella planetaria sempre in azione 21. Continuate a lavorare il tutto fino a completo raffreddamento.

Nel frattempo intagliate la bacca di vaniglia e prelevatene i semi. A questo punto ponete il burro (a temperatura ambiente), precedentemente tagliato a cubetti, in una ciotola, unite i semi della bacca di vaniglia 22 e aiutandovi con una spatola iniziate a lavorarlo, fino ad ottenere un composto omogeneo 23. Unite quindi, poco per volta, il vostro burro nella planetaria in azione 24.

Continuate in questo modo fino a terminare il burro e montate fino ad ottenere un composto cremoso 25. A questo punto incorporate il cioccolato fuso ormai freddo nella planetaria 26, quindi trasferite la crema al burro al cioccolato in una ciotola e aggiungete anche il cacao in polvere setacciato 27.

Mescolate fino ad amalgamare il tutto 28 e trasferite la vostra crema al burro al cioccolato in una sac-à-poche dotata di bocchetta liscia e lasciatela rassodare in frigorifero per almeno 30 minuti. A questo punto siete pronti a comporre la vostra torta Dobos. Prendete il primo disco della torta e ricopritelo con uno strato di crema al burro al cioccolato 29, posizionate sopra un altro disco 30 e continuate alternando uno strato di crema ad ogni disco.

Terminate in questo modo tutti i dischi tranne uno che dovrete tenere da parte per la decorazione finale e lasciando l’ultimo disco sprovvisto di crema 31. Ricoprite la vostra torta ( composta da 7 dischi) con la crema al burro al cioccolato, aiutandovi con una spatola, in modo da ottenere una copertura liscia ed uniforme 32. Rivestite i bordi laterali della torta con la granella di nocciole 33 e trasferite la crema restante in una sac-à-poche con bocchetta stellata. Riponete sia la torta che la crema in frigorifero.

Nel frattempo dedicatevi alla preparazione del caramello. Versate lo zucchero insieme all’acqua in un pentolino dal fondo spesso 34 e lasciatelo caramellare a fuoco moderato fino ad ottenere un color ambrato 35. Riprendete il disco di torta tenuto da parte e versatevi sopra il caramello 36.

Aiutandovi con una spatola spargete il caramello 37 in modo da ricoprire l’intera superficie 38 e lasciatelo asciugare per 2-3 minuti. Quindi ungete un coltello dalla lama liscia e utilizzatelo per dividere il disco in 16 spicchi 39.

Riprendete la torta dal frigo e utilizzate la sac-à-poche con bocchetta stellata riempita di crema al burro al cioccolato per realizzare dei ciuffetti decorativi 40. Appoggiate gli spicchi caramellati sul dolce in modo obliquo tra i vari ciuffi di crema 41 e terminate il dolce con un ultimo ciuffo al centro della torta 42. Riponete la torta Dobos in frigorifero per almeno 1 ora prima di servirla.

Conservazione

Conservate in frigorifero la vostra torta Dobos per 2-3 giorni al massimo e ben coperta.

Consiglio

Per facilitarvi nella realizzazione della torta Dobos, potete preparare con un giorno di anticipo sia i dischi che la crema, quindi assemblate il dolce almeno un'ora prima di servirlo.

Curiosità

La torta Dobos pare venne inventata dal pasticcere ungherese József C. Dobos nel 1884. Si racconta che grazie ad un aiutante un po’ distratto che sbagliò una preparazione, montando il burro con lo zucchero e non con il sale, come si faceva all’epoca, Dobos creò la crema al burro per farcire questa torta. Il dolce venne presentato ufficialmente nel corso dell’Esposizione di Budapest del 1885. Da allora fu il dessert prediletto di tutta la Belle Epoque e i primi ad assaggiarla furono l’imperatore Francesco Giuseppe e la principessa Sissi che se ne innamorò. József non rivelò subito la ricetta originale, ma rimase a lungo segreta, fino a quando alla fine della sua carriera la donò alla camera dei pasticceri di Budapest.

69 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • lou051
    giovedì 06 giugno 2019
    ciao, vorrei provare a fare questa torta, ma per 16 persone e’ davvero troppa gente! 😅 riuscite a postare. una ricetta della torta rivisionata con dosi più piccole per 5-6 persone? per iniziare sarebbe il top e nel caso non venga bene non si sono sprecati così tanti ingredienti. grazie mille
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 06 giugno 2019
    @lou051:Ciao, se vuoi fare una prova o se temi che possa non essere di tuo gradimento questo dolce, puoi dimezzare tutti i dosaggi e procedere come da ricetta. smiley
  • panthers
    martedì 01 gennaio 2019
    ci ho messo 5 ore per prepararla (me la sono presa comoda per seguire la ricetta alla lettera), però il risultato non mi ha soddisfatta in termini di gusto. La torta risulta eccessivamente pesante, tanto da far fatica a mangiare anche solo metà fetta (cioè 1/16 come da ricetta). secondo me la ricetta andrebbe rivista e “alleggerita”, perché nemmeno i mangiatori di cioccolato più accaniti riescono ad apprezzarla vista la pesantezza impensabile e incredibile. francamente metterci tutto questo tempo, il costo degli ingredienti per fare una torta che i commensali gettano a metà non mi è piaciuto per niente, lo trovò uno spreco assurdo. quindi la valutazione della ricetta è pessima.
8 FATTE DA VOI
Umbys73
Preparata per una gara di torte della mia parrocchia.... molto bella da vedere e buona da mangiare. Ma purtroppo sono arrivato quarto 😊😊
nonna57
ciao 👏🏻👏🏻🙋🏻
panthers
esperienza da non ripetere
Giada G.
appena finita🤩
Milapu
La mia prima Doibos
martina.ts.va
4 ore :( ma ne è valsa la pena! occhio con il caramello: seguite la ricetta del caramello per nn buttare via tutto la prima volta. OBBLIGATORIO IL TERMOMETRO!!!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo