Torta della nonna

/5

PRESENTAZIONE

Torta della nonna
Ricetta Podcast
Durata 3:21 - Passaggi 11
Ascolta

Chi non ricorda quando andava al ristorante con i genitori fra la metà degli anni Ottanta e i primi anni Novanta? Il momento più atteso: il carrello dei dolci! E tra altissime montagne di profiteroles, tentati dalla teglia del tiramisù o ingolositi dalla panna cotta... alla fine spesso la meglio l'aveva lei: la torta della nonna. Sarà per il suo nome rassicurante, che sa di buono e genuino, la torta della nonna è ancora oggi un must! Un classico intramontabile, una torta perfetta per il pranzo della domenica che noi vogliamo farvi assaporare al meglio, preparando una deliziosa frolla fragrante e una divina crema pasticcera. Esistono almeno due versioni della torta della nonna: una aperta, che prevede la base e la crema direttamente guarnita con pinoli e zucchero a velo e quella chiusa, con doppio strato di frolla e al centro la crema pasticcera. Noi abbiamo optato per quest'ultima e... ci auguriamo che anche la vostra scelta sulla carrellata di dolci di Giallozafferano, almeno ogni tanto, cada su questa bontà!

INGREDIENTI

Ingredienti per la pasta frolla (per uno stampo da 26 cm di diametro)
Uova medie 2
Farina 00 450 g
Zucchero 160 g
Burro freddo di frigo 200 g
Scorza di limone 1
per la crema pasticcera
Latte intero 750 g
Uova 3
Tuorli 1
Zucchero 225 g
Amido di mais (maizena) 35 g
Farina 00 30 g
Scorza di limone 1
per cospargere e decorare
Pinoli 25 g
Zucchero a velo q.b.
Preparazione

Come preparare la Torta della nonna

Per preparare la torta della nonna, iniziate dalla frolla: in un mixer ponete la farina e il burro freddo di frigo tagliato a piccoli pezzi 1, quindi azionate le lame per ottenere una sabbiatura: ci vorranno pochi istanti. Trasferite il composto sabbioso su una spianatoia, create una conca al centro e versate lo zucchero 2, poi unite le uova sempre al centro 3

grattate anche la scorza di 1 limone (possibilmente non trattato) 4 e maneggiate brevemente gli ingredienti 5 giusto il tempo di compattare la frolla e non formare la maglia glutinica, quindi datele la forma di un panetto, appiattite leggermente e coprite con pellicola trasparente 6; riponete la frolla in frigo a rassodare per circa 30 minuti.

Nel frattempo realizzate la crema pasticcera: in un pentolino ponete il latte 7, poi ricavate la scorza di 1 limone con un pelaverdure, facendo attenzione a non prelevare anche la parte bianca amarognola 8; unite la scorza al latte e fatelo scaldare a fuoco basso (dovrà sfiorare il bollore) 9.

In una ciotolina rompete le 3 uova intere e il tuorlo e versate lo zucchero 10, quindi miscelate gli ingredienti e quando lo zucchero sarà assorbito aggiungete anche la farina e l'amido di mais setacciati in un colino 12; mescolate bene le polveri.

Intanto togliete la scorza di limone dal latte 13 e togliete il pentolino dal fuoco per stemperare leggermente con poco latte caldo le uova sbatutte con zucchero e le polveri 14. Mescolate bene, poi rimettete il pentolino del latte sul fuoco e versate all'interno il composto con le uova 15.

Continuate a cuocere lentamente e mescolare sempre con una frusta la crema, perchè si addensi (16-17), ci vorranno circa 10-15 minuti. Una volta pronta, trasferitela in una pirofila bassa e ampia 18

e coprite subito con pellicola trasparente a contatto 19. Lasciate intiepidire a temperatura ambiente. Nel frattempo riprendete la frolla, infarinate leggermente il piano di lavoro e stendetela fino a formare un disco dello spessore di 2-3 millimetri 20 (potete stendere la frolla tra due fogli di carta da forno per stenderla più facilmente). Imburrate e infarinate uno stampo da crostata del diametro di 26 cm; arrotolate la frolla sul mattarello e srotolatela sullo stampo 21

fate aderire bene il fondo e i bordi pressando con le dita 22 ed eliminate l'eccesso di pasta che userete per realizzare il guscio di copertura. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e versate la crema pasticcera che si sarà raffreddata nel frattempo 23. A questo punto stendete gli avanzi di pasta frolla e srotolate il disco ottenuto sulla teglia a coprire 24.

Passando con il mattarello sulla teglia eliminerete i bordi in eccesso (potete congelare la frolla che è avanzata e usarla in un'altra occasione!) 25; bucherellate la superficie 26 poi distribuite i pinoli 27.

La torta della nonna è pronta per essere infornata 28: cuocetela in forno statico preriscaldato a 160° per 50 minuti nel ripiano più basso; passato questo tempo potete spostarla nel ripiano di mezzo del forno e alzare la temperatura a 180°, cuocendo per altri 10 minuti. Durante la cottura se vi accorgete che si scurisce troppo la superficie, potete coprire con un foglio di carta alluminio. Sfornate la torta della nonna 29 e fate raffreddare completamente, prima di spolverizzarla con zucchero a velo e servirla per una golosissima merenda o come dessert di fine pranzo 30!

Conservazione

Conservate la torta della nonna in frigo per un paio di giorni.

Se preferite potete preparare in anticipo la frolla, congelarla e scongelarla al bisogno.

 

 

Consiglio

Se preferite potete provare la versione aperta: cospargete la crema pasticcera con i pinoli e infornate come indicato; una volta pronta potete spolverizzare con lo zucchero a velo!

Potete in questo caso congelare la frolla che vi avanza per preparare un'altra torta della nonna in un'altra occasione!

ASCOLTA
STAMPA
/5
RICETTE CORRELATE
COMMENTI1093
  • StefanRoberta
    lunedì 13 luglio 2020
    buonasera, con forno ventilato a quanti gradi e per quanto tempo? grazie
    Redazione Giallozafferano
    martedì 14 luglio 2020
    @StefanRoberta: ciao, prova ad abbassare sensibilmente la temperatura e occhio alla cottura!
  • Laura Crosetto
    domenica 05 luglio 2020
    Gentile redazione, ho trovato sul vostro blog la ricetta della torta della nonna fredda senza cottura. La ricetta dice di mettere 2gr di colla di pesce. Volevo solo sapere se è esatto perché mi sembrava fossero pochi. Grazie mille per la risposta.
    Redazione Giallozafferano
    domenica 05 luglio 2020
    @Laura Crosetto: ciao! non conoscendo la ricetta in questione, non sappiamo darti una risposta precisa! Puoi contattare il proprietario del blog per essere sicura smiley