Crostata di zucca

/5

PRESENTAZIONE

Tanti modi per gustarla, con latte condensato o semplice, come nel caso di questa crostata di zucca. Base di frolla con solo tuorli, aromatizzata alla vaniglia e uno scioglievole ripieno: forse è tra i nostri dolci con la zucca preferiti! Scenografica per Halloween perché potrete disporre le losanghe a ragnatela e realizzare anche due mostruosi ragnetti, con il corpo fatto di frolla e le zampette di mandorle! Ma sarà buona anche da realizzare senza alcun richiamo alla festa più macabra dell'anno, così da gustarla in autunno e in inverno con una buona tazza di tè caldo. Per la preparazione di questa torta è consigliabile usare una zucca dalla polpa molto compatta, così che non rilasci la parte acquosa in cottura.

E se amate questo ortaggio, provate anche la pumpkin pie, il cake di zucca morbido oppure la  torta tenerina alla zucca! Dedicatevi anche al lato sfizioso della zucca con una versione salata!

INGREDIENTI

Ingredienti per la base
Farina 00 500 g
Burro 250 g
Tuorli 4
Zucchero a velo 200 g
Sale fino q.b.
Essenza di vaniglia q.b.
per la farcitura
Zucchero di canna 70 g
Uova grande 1
Marsala all'uovo 1 bicchierino
Panna fresca liquida 180 ml
Cannella in polvere q.b.
Noce moscata q.b.
Zenzero fresco da grattugiare q.b.
Zucca (già pulita) 800 g
Preparazione

Come preparare la Crostata di zucca

Per preparare la crostata di zucca iniziate dalla frolla: inserite in un mixer la farina, il burro freddo di frigorifero e un pizzico di sale, quindi frullate il tutto fino ad ottenere un impasto dalla consistenza sabbiosa e farinosa 1. Trasferite ora il composto ottenuto su una spianatoia, formando la classica "fontana", poi unite lo zucchero a velo 2, l’estratto di vaniglia (la punta di un cucchiaino sarà sufficiente) 3

e i tuorli 4. Impastate con le mani per qualche minuto 5, fino a che non avrete ottenuto un impasto morbido e compatto 6. Formate ora una palla, avvolgetela con della pellicola trasparente e mettete il tutto a riposare in frigorifero per almeno mezz'ora (per maggiori dettagli su come preparare la pasta frolla, clicca qui).

Mondate la zucca, privatela dei semi interni e della buccia, quindi tagliatela a tocchetti e mettetela a cuocere in forno preriscaldato a 200°, coperta da un foglio di alluminio, per 45 min, o fino a quando non risulterà ammorbidita 7. Trascorso il tempo necessario, trasferite la zucca in una terrina e schiacciatela bene con un cucchiaio o una forchetta 8, unitevi lo zucchero di canna 9,

l'uovo 10 e poi la panna fresca 11. Aggiungete infine la cannella e la noce moscata 12,

quindi il marsala e un po’ di zenzero fresco grattugiato 13. Mescolate con cura, poi trasferite la crema ottenuta in un pentolino e fatela addensare a fuoco dolce per circa 5-10 minuti, mescolando frequentemente 14. Togliete la pasta frolla dal frigorifero, trasferitela sulla spianatoia infarinata e stendetela con l’aiuto di un mattarello 15, fino ad ottenere uno strato dello spessore di circa 5 mm,

quindi stendetela in uno stampo da 26 cm, imburrato e infarinato. Bucherellate il fondo della frolla con i rebbi di una forchetta  16 poi versate la crema di zucca 17. Con la pasta frolla che avanza preparate delle striscioline 18

da utilizzare per fare il disegno di una ragnatela 19, poi modellate due ragni 20: formate quattro palline, due più grandi per il corpo e due più piccole per la testa, e adagiatele sulla ragnatela. Fate cuocere la crostata in forno caldo, preriscaldato, a 200° per i primi 20 minuti e poi a 180° per altri 30 min; se la crostata dovesse colorire troppo, coprite lo stampo con della carta di alluminio e terminate la cottura. Trascorso il tempo necessario estraete dal forno la crostata, fatela raffreddare completamente e poi decorate con delle lamelle di mandorle i ragnetti, in modo da formare le zampette 21.

Conservazione

La crostata di zucca si conserva per 2-3 giorni, sotto una campana di vetro oppure in un contenitore coperto con della pellicola.

Consiglio

Per far sì che la decorazione della ragnatela sulla crostata di zucca assuma un bel colore dorato, spennellatela, prima della cottura, con un tuorlo sbattuto e diluito con pochissimo latte o panna.