Torta paradiso

PRESENTAZIONE

Torta paradiso

"Questa torta è un paradiso!" Ecco l'espressione famosa di una nobildonna che diede il nome all'omonima torta paradiso realizzata da Enrico Vigoni, pasticcere pavese dell'800. Questo dolce divenne il simbolo della città di Pavia ed è un classico della pasticceria italiana. Così abbiamo chiesto ad uno dei più importanti Maestri Pasticceri italiani, Sal de Riso, di prepararlo per noi, anzi... per voi! Un mix di ingredienti genuini e di qualità come uova fresche, limoni e arance non trattati assieme alla bacca di vaniglia Bourbon, danno vita ad una base morbida e fragrante, dal gusto e dolcezza inconfondibili. Le regole d'oro per una favolosa torta paradiso? Lavorare tutti gli ingredienti alla stessa temperatura e alternare le versate tra composti secchi e liquidi da miscelare, per un impasto perfetto dopo la cottura, nè troppo soffice nè troppo compatto. Ideale da gustatare in purezza per una colazione "celestiale" con una generosa spolverizzata di zucchero a velo, diventa un dessert "divino" con uno strato di crema e la copertura di panna montata, come la nostra versione della torta paradiso al limone. Allacciate i grembiuli e preparatevi ad assaporare questa ricetta “paradisiaca”!

Leggi anche: Torta paradiso al limone

INGREDIENTI

541
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per uno stampo da 24 cm
Burro morbido 170 g
Zucchero a velo 170 g
Zucchero 40 g
Sale fino 2,5 g
Fecola di patate 70 g
Lievito in polvere per dolci 3 g
Farina 00 100 g
Baccello di vaniglia Bourbon ½
Tuorli 80 g
Uova intere 100 g
Scorza di limone ½
Scorza d'arancia ½
per cospargere la torta
Zucchero a velo q.b.
Preparazione

Come preparare la Torta paradiso

Per preparare la torta paradiso iniziate setacciando in una ciotola farina, fecola e lievito 1; poi mescolate con un cucchiaio per miscelarle al meglio. In un'altra ciotola ponete il burro morbido a tocchetti, versate la polpa di mezza bacca di vaniglia 2 e grattugiate mezza scorza di limone non trattato 3;

grattugiate anche mezza scorza di arancia, sempre non trattata 4. Iniziate a lavorare con le fruste elettriche il burro aromatizzato alla vaniglia, aggiungendo lo zucchero a velo 5. Quando il composto avrà assunto una consistenza soffice e ariosa, unite anche gli 80 g di tuorli (circa 4 tuorli di uova medie) 6

poi versate anche il sale 7 e continuate a lavorare il composto con le fruste elettriche fino ad ottenere una consistenza morbida e cremosa. Tenete da parte e in un'altra ciotola a parte versate le due uova intere e aggiungete lo zucchero semolato 8; lavorate il tutto con le fruste elettriche e non appena questo composto di uova e zucchero sarà chiaro liscio e spumoso 9

potete unirlo a quello con burro, zucchero e tuorli, alternando con la versata delle polveri. Quindi versate poco composto di uova e zucchero 10, mescolate bene con una marisa. Poi unite una parte delle polveri 11 e continuate  a mescolare. Proseguite ancora una volta con la parte liquida e terminate con le polveri fino a terminarli 12. Questa alternanza di versate e lavorazione servirà a rendere l'impasto della tipica consistenza friabile della torta paradiso.

Prendete uno stampo di 24 cm di diametro e imburratelo con l'aiuto di un pennellino 13, infarinatelo e versate l'impasto della torta paradiso. Livellatelo con una spatola 15

fino a rendere la superficie omogenea 16. Cuocete la torta paradiso in forno statico preriscaldato a 170° per circa 45-50 minuti (regolatevi in base alla potenza del vostro forno, coprite la torta con carta alluminio dopo 30 minuti di cottura se vedete che si scurisce eccessivamente e proseguite la cottura). Una volta pronta (fate sempre la prova dello stecchino), sfornatela 17 e attendete circa 20 minuti prima di capovolgerla su un piatto da portata 18.

Sfilate lo stampo molto delicatamente 19 e lasciate raffreddare completamente per circa 1 ora. Solo una volta fredda spolverizzate con zucchero a velo 20 fino a creare uno strato omogeneo in superficie. La vostra torta paradiso è pronta per essere gustata 21.

Conservazione

Potete conservare la torta paradiso sotto una campana di vetro per un paio di giorni.

Si può congelare senza copertura di zucchero a velo.

Per una versione senza burro...

... potete sostituire il burro con l'olio in questo modo: emulsionate gli 80 g di tuorli insieme all’olio (che dovrà essere metà rispetto alla dose di burro). Una volta ottenuta una sorta di maionese, aggiungete lo zucchero a velo setacciato nella dose indicata; poi incorporate il tutto alle uova già montate a parte con lo zucchero.

Per una versione senza glutine...

... potete sostituire la dose di farina 00 con la stessa dose di farina di riso.

E se volete farcirla...

... per uno stampo da 24 cm, come quello utilizzato da noi, saranno sufficienti circa 250 g di crema, magari una crema spalmabile o una crema al burro che ben si mantengono a temperatura ambiente.

786 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • michy1984
    martedì 25 giugno 2019
    Se volessi usarla come base per una torta alla frutta da farcire con crema in mezzo andrebbe bene?
    Redazione Giallozafferano
    martedì 25 giugno 2019
    @michy1984: Ciao, si puoi creare uno strato tagliandola molto delicatamente.
  • Emy2666
    lunedì 10 giugno 2019
    Buongiorno,se invece volessi farla fredda come la classica Kinder Paradiso quale procedimento dovrei fare, e dovrei usare gli stessi ingredienti?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 10 giugno 2019
    @Emy2666:Ciao, puoi prendere spunto dalla nostra ricetta delle tortine soffici al latte!
50 FATTE DA VOI
simone e anna
torta paradiso
frenciii
Torta Paradiso🍰
mammamari
La mia Torta Paradiso
domy99
magnifica
Margherita C
😋
LallaPull87
Torta degli angeli!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo