Tortine pasqualine con piselli

PRESENTAZIONE

La torta pasqualina è una torta salata tipica della cucina ligure, ripiena solitamente di spinaci, ricotta e uova, che non può mancare nei menu di Pasqua. Perfetta come antipasto o da trasportare per una gita fuori porta tra amici o per una pasquetta in famiglia, questa torta ci ha ispirato e i nostri chef, basandosi sull'originale, hanno ideato delle fantastiche tortine pasqualine con piselli, per dar vita ad una versione monoporzione. Tra due sfoglie sottili di una fragante pasta brisè, aromatizzata al timo, troviamo un ripieno veramente ricco a base di ricotta e piselli che custodisce, come consuetudine, un uovo intero! Date le dimensioni era quasi impossibile inserire un uovo di gallina, ma non volevamo rinunciare alla tradizione e le uova di quaglia si sono rivelate la risposta ai nostri problemi! Quest'anno in occasione della Pasqua realizzate anche voi queste deliziose crostatine salate: le tortine pasquali con piselli risulteranno fragranti anche tiepide e stupiranno i vostri amici con il loro aspetto!

Leggi anche: Mini pasqualine

INGREDIENTI

Ingredienti per la pasta brisè per 4 tortine
Burro freddo di frigorifero 100 g
Farina 00 200 g
Acqua fredda 70 g
Sale fino 1 pizzico
Timo q.b.
per il ripieno
Piselli surgelati 250 g
Scalogno 1
Olio extravergine d'oliva 20 g
Ricotta vaccina 200 g
Parmigiano reggiano grattugiato 75 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Uova di quaglia 4
per spennellare
Latte intero q.b.
Preparazione

Come preparare le Tortine pasqualine con piselli

Per preparare le tortine pasqualine con piselli per prima cosa iniziate a realizzare la pasta brisè. Versate in un mixer: la farina, il sale, il burro freddo di frigorifero tagliato a cubetti 1, le foglioline di timo 2 e azionate le lame fino ad ottenere una polvere piuttosto fine 3.

Trasferitela quindi su una spianatoia e versando l'acqua fredda a filo 4 iniziate ad impastare con le mani, senza scaldare troppo l'impasto, fino ad ottenere un panetto omogeneo 5. Poi avvolgetelo nella pellicola per alimenti 6 e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno 40 minuti.

Mentre la pasta brisè riposa occupatevi di preparare il ripieno, tritate lo scalogno 7 e trasferitelo in un tegame dove avrete già scaldato l'olio 8, lasciatelo appassire per circa 5 minuti e unite i piselli 9.

Mescolate dolcemente 10, aggiungete un pizzico di sale 11, il pepe e cuocete per 4-5 minuti 12, giusto il tempo di far insaporire i piselli insieme allo scalogno, quindi lasciateli raffreddare.  

A questo punto setacciate la ricotta in una ciotola 13, unite un pizzico di sale, il pepe e il Parmigiano grattugiato 14. Aggiungete anche i piselli ormai freddi 15

e mescolate fino ad ottenere un composto uniforme 16. Una volta trascorsi i 40 minuti, riprendete la pasta brisè e stendetela su una spianatoia leggermente infarinata 17 fino ad ottenere una sfoglia spessa circa 3 mm 18.

Posizionate una ciotola dal diametro di 14 cm sul foglio di pasta e con un coltellino ritagliate il disco di sfoglia seguendo il contorno della ciotola 19. Poi posizionate ciascun disco negli stampini dal diametro di 10,5 cm 20 facendoli aderire bene al fondo e ai bordi. Aiutandovi con un coltellino ritagliate anche l'eccesso di pasta che fuoriesce dallo stampo 21. A questo punto impastate nuovamente gli scarti della brisè e teneteli da parte avvolti nella pellicola, serviranno successivamente per creare le losanghe.

Con i rebbi di una forchetta bucherellate la base delle tortine pasquali 22 e aiutandovi con due cucchiai posizionate un pò del ripieno appena preparato 23. Livellatelo con un cucchiaino e ricreate una piccola cavità al centro 24,

dove andrete a posizionare l'uovo di quaglia sgusciato 25. Ripetete la stessa operazione per tutte e 4 le tortine e ricoprite nuovamente con altro ripieno 26 fino ad arrivare quasi al bordo dello stampo 27.

Stendete nuovamente la pasta brisè, tenuta da parte 20 e utilizzando una rotella dentellata 29 ricavate delle strisce che serviranno a ricreare le losanghe. Per ottenere un effetto intrecciato posizionate prima una striscia in senso orizzontale 30

poi una in verticale e continuate in questo modo, alternando l'orientamento delle strisce 31 fino ad ottenere un effetto a mò di cestino 32. Fate aderire delicatamente le losanghe alla base di brisè e tagliate l'eccesso di pasta con un coltellino 33.

Una volta ultimate le vostre tortine pasqualine posizionatele su una leccarda e spennellate le losanghe con del latte 34. Infornate in forno statico preriscaldato a 180° per 40 minuti (in alternativa potete utilizzare il forno ventilato, preriscaldato a 160° e cuocere le vostre tortine per 30 minuti). Solo quando saranno cotte e ben dorate sfornate le vostre tortine pasqualine con piselli 35, lasciatele intiepidire per gustarle al meglio e servitele 36.

Conservazione

Le tortine pasqualine con piselli possono essere conservate in frigorifero per 2-3 giorni al massimo. Se preferite potete anche congelarle una volta cotte.

Consiglio

Al posto delle piccole tortine potete realizzare un'unica torta pasqualina utilizzando uno stampo da 24 cm e al posto delle uova di quaglia se preferite potete utilizzare delle classiche uova di gallina!

8 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • giulia1997
    mercoledì 06 giugno 2018
    Al posto della ricotta cosa posso usare? Al posto dei piselli posso usare gli spinaci? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 07 giugno 2018
    @giulia1997: Ciao, al posto della ricotta puoi usare robiola, crescenza o un altro formaggio cremoso... per il ripieno agli spinaci puoi ispirarti alla nostra ricetta delle mini pasqualine!
  • Arianna
    sabato 15 aprile 2017
    Buongiorno!! La briseee posso prepararla anche il giorno prima?? Grazie
    Redazione Giallozafferano
    sabato 15 aprile 2017
    @Arianna: Ciao Arianna, puoi preparare la pasta brisé il giorno prima e conservarla in frigorifero in un contenitore ermetico!
2 FATTE DA VOI
Paoletta$1978
Non ho messo l' uovo perché in famiglia non piace, ma sono buonissimi anche senza.. Una bontà.
vale90tina
cestini ripieni
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo