Treccia integrale

Lievitati Pane Contenuto sponsorizzato
/5
Treccia integrale
40
  • Difficoltà: elevata
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 60 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il tempo di lievitazione dell'impasto

Presentazione

Treccia integrale

La treccia integrale è un tipo di pane molto bello da vedere, ma altrettanto buono e profumato. La particolarità di questa treccia consiste nel fatto che viene realizzata con diversi tipi di farine (integrale, manitoba e farro) cui vengono aggiunti gherigli di noci e  semi misti. Questo pane, fragrante e morbido, è caratterizzato da una bellissima alveolatura e viene preparato realizzando tre capi di pasta lievitata che vengono uniti e sovrapposti, fino a creare la classica forma intrecciata. Portate in tavola la treccia integrale e troverete il perfetto accompagnamento per le vostre portate!

Ingredienti per l'impasto

Farina Manitoba 250 g
Farina integrale 100 g
Farina di farro integrale 50 g
Acqua (tiepida) 320 ml
Sale fino 10 g
Lievito di birra secco 4 g
Gherigli di noci 30 g
Semi di zucca decorticati 1 cucchiaino
Semi di papavero 1 cucchiaino
Semi di girasole 1 cucchiaino
Semi di sesamo 1 cucchiaino
Semi di sesamo nero 1 cucchiaino
Preparazione

Come preparare la Treccia integrale

Treccia integrale

Per preparare la treccia integrale setacciate in una ciotola capiente la farina manitoba, la farina integrale e quella di farro (1); aggiungete il lievito di birra secco (2) e mescolate con le fruste. Potete usare anche il lievito di birra fresco: in questo caso la dose da utilizzare è 12 g. Versate il sale nell'acqua tiepida (3)

Treccia integrale

E versate a filo l'acqua salata nell'impasto (4), raccogliendo bene tutti gli ingredienti con le mani. Impastate molto velocemente (l'impasto risulterà molto morbido e appiccicoso; potete trasferirlo su un piano di lavoro e maneggiarlo con un tarocco, ungendo con poco olio se necessario) (5), dopodiché formate una palla e coprite il composto che avete ottenuto con della pellicola trasparente (6), lasciandolo lievitare per almeno 1 ora in forno spento ma con luce accesa per creare un ambiente tiepido.

Treccia integrale

Dopo la prima ora, l’impasto si sarà gonfiato e avrà raddoppiato il volume (7). A questo punto fate delle pieghe per dare la giusta spinta alla lievitazione, alzando delicatamente i lembi esterni e riportandoli verso il centro (8); ripetete questa operazione 8 volte per tutta la circonferenza dell'impasto, quindi giratelo e formate una pallina. Coprite nuovamente con la pellicola trasparente, lasciando riposare ancora per 1 ora sempre in forno spento con luce accesa. Nel frattempo con un coltello tritate grossolanamente le noci che serviranno per arricchire l’impasto (9).

Treccia integrale

Riprendete l'impasto (che nel frattempo sarà lievitato) (10); ungete con dell'olio il piano di lavoro e rovesciateci l'impasto (11); fate ancora delle pieghe per renderlo più elastico, dopodichè con un tarocco dividetelo in 3 parti uguali da 230 gr ciascuna (12), per formare la treccia.

Treccia integrale

A questo punto appiattite un pezzo alla volta in una forma rettangolare della lunghezza di 40 cm (13). Cospargete con una manciata di noci tritate  e semi misti (14), (tenetene da parte un po' per cospargere la treccia prima di infornarla); con le mani arrotolate delicatamente ogni parte su se stessa dalla parte più lunga per creare un filoncino (15), chiudendone bene le due estremità.

Treccia integrale

Una volta ottenuti 3 filoncini, unite i tre capi di pasta lievitata ad una delle estremità (16) e poi intrecciateli tra loro sovrapponendo un filoncino sull’altro (17); quindi sigillate bene i capi della treccia (18).

Treccia integrale

Trasferite la treccia che avete ottenunto su una leccarda foderata di carta forno e copritela con la pellicola trasparente, lasciando lievitare in forno spento ma con luce accesa ancora per 1 ora (19). Dopo un'ora ponete una ciotola di terracotta (o di un altro materiale adatto alla cottura in forno) piena d’acqua sul fondo del forno in modo da creare un ambiente umido che aiuterà la cottura del pane. Cospargete con gli ultimi semini che avevate messo da parte e fate cuocere in forno statico preriscaldato a 250° per 20 minuti (in forno ventilato a 230° per 15 minuti). A questo punto togliete la ciotola d'acqua e abbassate la temperatura a 180°, lasciando cuocere per altri 40 minuti (in forno ventilato a 160° per 30 minuti). Una volta cotta (20), sfornate e fate raffreddare la treccia integrale su una gratella, quindi servite (21).

Conservazione

Potete conservare la treccia integrale in un sacchetto per alimenti per circa 2 giorni. E’ possibile congelare la treccia, meglio da cruda: per cuocerla sarà sufficiente scongelarla in frigorifero circa 24 ore prima e poi cuocerla in forno. L'impasto si può congelare dopo le 3 ore di lievitazione, solo se si sono utilizzati tutti ingredienti freschi; fatelo scongelare in frigorifero e poi rinvenire a temperatura ambiente, prima di cuocerlo.

Consiglio

Oltre ad essere molto scenografica e morbida, il sapore della treccia si sposa perfettamente con formaggi e salumi, ma anche con confetture e creme dolci. Un'idea sfiziosa per accompagnare un pranzo, una cena o, perché no, una buona merenda!

Leggi tutti i commenti ( 40 ) Le vostre versioni ( 1 )

I commenti (40)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • ElyCap ha scritto: mercoledì 14 febbraio 2018

    posso utilizzare il lievito di birra fresco? cosa cambia nel caso? grazie e complimenti: l'ho già fatto seguendo la ricetta ed è stato spazzolato in una giornata... 😅

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 14 febbraio 2018

    @ElyCap: Certo, non cambia nulla nel procedimento, per le dosi considera che 1 g di lievito disidratato corrisponde a circa 3 g di lievito fresco.

  • Elisa ha scritto: sabato 04 febbraio 2017

    Sennò la faccio e la metto in frigo ma quanto lievito ? Perché non voglio sbagliare ho il lievito a secco li c'è scritto 6 grammi ma per cm devo farlo io quanti grammi per stare in frigo una notte? E poi tirarlo alla mattina posso lavorarlo subito o devo aspettare? Grazie mille

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: sabato 04 febbraio 2017

    @Elisa : Un grammo di lievito secco corrispondono a circa 3 di quello fresco, puoi regolarti di conseguenza e ridurre di 1-2 grammi (quello secco, quindi 3-6 per quello fresco). Il giorno dopo lascia acclimatare per un paio d'ore e poi prosegui come da ricetta

Leggi tutti i commenti ( 40 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

  • valem88
    questa treccia richiede una lunga preparazione,però ne vale la pena!😊
  • Aggiungi le foto delle tue ricette e mostra il tuo risultato

Ultime ricette

Dolci

La crostata senza cottura è un dolce estivo senza forno, perfetto come dessert da fine pasto e in alternativa alla classica crostata di frutta!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 35 min
  • Cottura: 5 min

Marmellate e Conserve

La confettura di pesche e lavanda è una dolce conserva in cui spicca l'aroma deciso di questa pianta profumata. Perfetta per accompagnare i formaggi!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 40 min

Lievitati

Le schiacciatine alle more e gorgonzola sono delle piccole focaccine farcite con frutti di bosco e formaggio erborinato, che ne esalterà il sapore!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 40 min

Pasta sfoglia salata
Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta
Biscotti
Pizze e focacce
Pasticceria
Dolci veloci
Torte