Troccoli al pesto di fave

PRESENTAZIONE

L'arrivo della bella stagione porta con sé tante verdure buone e colorate! Allora per celebrare la primavera quest'anno abbiamo realizzato un primo piatto fresco e gustoso, i troccoli al pesto di fave! Ciò che caratterizza questo piatto sicuramente è la sua semplicità, infatti in pochissimi minuti riuscirete ad ottenere una gustosa crema con cui condire i troccoli, un formato di pasta fresca tipico della nostra Puglia! Una pasta davvero sfiziosa arricchita da fiocchi di burrata e granella di pistacchi tostati da condividere con i vostri amici magari per una festa di primavera! Cremosità e gusto racchiusi in un unico piatto! 

Leggi anche: Pesto di fave (Marò)

INGREDIENTI

748
CALORIE PER PORZIONE
Troccoli 400 g
Pistacchi già sgusciati 60 g
Burrata 50 g
Scorza di limone q.b.
per il pesto di fave
Fave già sgranate (1 kg da sgranare) 150 g
Pecorino romano grattugiato 70 g
Basilico 20 g
Olio extravergine d'oliva 70 g
Timo q.b.
Pepe nero q.b.
Sale fino q.b.
Preparazione

Come preparare i Troccoli al pesto di fave

Per preparare i troccoli al pesto di fave, vi serviranno 150 g di fave sgranate, senza pellicina esterna 1. Versatele all'interno del contenitore di un mixer 2, aggiungete del timo sfogliato 3

le foglie di basilico 4, il pecorino grattugiato 5, l'olio 6, il sale e il pepe. 

Aggiungete poca acqua per ottenere un pesto più fluido 7. Frullate poi il tutto in modo da ottenere una crema 8 e se dovesse essere troppo denso aggiungete ancora un goccio d'acqua. A questo punto versate i pistacchi in una padella calda 9 

e tostateli per circa 4 minuti 10. Lasciate intiepidire, poi tritateli grossolanamente 11. A questo punto cuocete i troccoli in abbondante acqua bollente salata a piacere 12

Nel frattempo versate il pesto all'interno di un tegame 13, unite un mestolo d'acqua di cottura della pasta 14 e scaldate a fiamma bassa. Quando la pasta sarà al dente scolatela e trasferitela all'interno del tegame 15.

Saltatela per pochi istanti 16. Impiattate i troccoli e guarnite ciascun piatto con dei ciuffetti di burrata 17, la granella di pistacchi 18

la scorza di limone 19 e un pizzico di pepe 20. I troccoli sono ora pronti da servire 21

Conservazione

Il pesto di fave si può conservare in frigorifero per 1-2 giorni. Si consiglia di consumare la pasta condita al momento. 

Consiglio

Aggiungete dei pomodorini datterini a crudo! 

9 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • isa972
    sabato 11 maggio 2019
    scusate ma la burrata nella ricetta non L ho trovata 😱
    Redazione Giallozafferano
    sabato 11 maggio 2019
    @isa972: Ciao, al passaggio 17 smiley
  • aletex
    lunedì 06 maggio 2019
    Ciao! posso usare le fave surgelate?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 06 maggio 2019
    @aletex: ciao! il risultato sarà un po' diverso, ma puoi provare! Lasciale scongelare in frigo prima! 
4 FATTE DA VOI
ACarmela
Tagliatelle con pesto di fave (cotte) stracciatella e pancetta croccante. Da leccarsi i baffi
The Wolfz
Gran bel piatto, mi piace soprattutto il contrasto tra i pistacchi e il pesto
marypellegrino
ottimo direi
pensi2018
realizzato secondo la ricetta di Giallo Zafferano. Un piatto primaverile veramente delicato.
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo